I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Sclerosi multipla, una malattia insidiosa

Diagnosi e trattamento precoce sono importanti per garantire ai malati una buona qualità di vita

No pagePagina successiva
Sclerosi multipla, una malattia insidiosa

La sclerosi multipla fa molta paura per l’impatto che ha sulla vita di chi ne è affetto e dei suoi familiari. Nel mondo ne soffrono circa 1,3 milioni di persone, di cui 400.000 in Europa e 57.000 in Italia. La strada della ricerca è ancora lunga, dal momento che sono ancora incerte le cause. Quello che si sa per certo, è che la sclerosi multipla, o a placche, è una malattia cronica del sistema nervoso centrale che danneggia la guaina mielinica, una struttura protettiva che riveste le fibre nervose responsabili del movimento, della sensibilità, dell'equilibrio, della vista e del linguaggio. I sintomi sono numerosi, possono presentarsi singolarmente o simultaneamente, sono presenti dal primo insorgere della malattia e ingravescenti: diminuzione della forza muscolare, alterazione della sensibilità (intorpidimento e formicolii a uno o più arti), disturbi della vista (annebbiamento e visione sdoppiata),  difficoltà a mantenersi in equilibrio e scarsa coordinazione nei movimenti.

 

La farmacoterapia

A tutt’oggi non ci sono cure capaci di debellare la malattia, ma solo di prevenirne o contenerne la progressione e di ridurre la severità degli attacchi.

“La terapia più consolidata si serve dell’interferone beta-1b”, spiega Giancarlo Comi, direttore del Centro sclerosi multipla dell'Istituto scientifico San Raffaele di Milano. “Riduce del 70-80% il numero di lesioni che vanno a formarsi nel cervello dei malati”. Consiste in iniezioni sottocutanee da fare a giorni alterni. Gli effetti collaterali sono una serie di disturbi simili a quelli dell'influenza, ma in forma lieve, a cui si può rimediare assumendo paracetamolo due volte al giorno, per due o tre giorni. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento