I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Salute pelle: per la vitiligine, una nuova cura veloce e indolore

Introdotta al San Gallicano di Roma, arriva la terapia dermatologica che si basa sul trapianto dei melanociti, responsabili della depigmentazione delle chiazze biancastre. La fototerapia, i falsi miti della tintarella e i consigli per il sole.

No pagePagina successiva
Salute pelle: per la vitiligine, una nuova cura veloce e indolore

Con la collaborazione di: Prof. Aldo Di Carlo, Direttore Scientifico IRCCS San Gallicano di Roma, Prof. Giovanni Leone, Direttore del servizio di Fototerapia Istituto Dermatologico San Gallicano IRCCS – Roma e il Dr. Paro Vidolin, Specialista in Dermatologia e Venereologia del servizio di Fototerapia.

 

 

Arriva dalla Francia il trattamento innovativo per la vitiligine e l’ipocromia, la scarsa pigmentazione della pelle. Ideata a Parigi dal professor Gautier, e oggi in Italia introdotta dal servizio di fototerapia dell’IRCCS Istituto Dermatologico San Gallicano di Roma, la tecnica prevede il trapianto dei melanociti (le cellule che colorano la nostra pelle) nelle chiazze biancastre tipiche della patologia. Presso l’Istituto romano, è stata messa a punto un’equipe di specialisti, guidati dal professor Giovanni Leone, che, tra le prime in Europa, tratta il problema nell’arco di una giornata grazie all’uso di un kit creato ad hoc. “In soli 20 minuti è possibile generare, da un piccolo prelievo di cute, una sospensione contenente tutte le cellule cutanee necessarie per il processo di ripigmentazione”, spiega il professor Leone.  

 

Macchie lattee

La vitiligine è una malattia imprevedibile. Può manifestarsi all’improvviso, anche dopo anni privi di sintomi. Inoltre può avere uno sviluppo molto veloce, repentino. Si caratterizza per le chiazze di colore biancastro che possono essere diffuse sul tutto il corpo o localizzate solo in alcune parti. Sono poche le persone che ne soffrono: circa lo 0,5-2% della popolazione mondiale. E non c’è un’età più colpita di altre anche se nel 50% dei casi insorge fra i 10 e i 30 anni. Fra i fattori di rischio vi è indubbiamente la predisposizione genetica e i traumi psico-affettivi o fisici. “Nelle zone che vediamo di colore biancastro, i melanociti, in poche parole le cellule che determinano la “tintarella”, sono morti e pur trapiantate queste cellule non muoiono”, illustra il professor Aldo Di Carlo, Direttore Scientifico dell’IRCCS San Gallicano di Roma. I risultati finora sono stati eccellenti: la ripigmentazione totale è stata riscontrata in quasi il 100% dei casi coinvolti.

 

Come funziona il kit

In un'unica sessione, il paziente affetto da una vitiligine stabile e localizzata viene sottoposto in ambulatorio alla “tripsinizzare” delle cellule vale a dire un prelievo di cute veloce e indolore. Lo scopo è quello di ottenere un'elevata concentrazione di cellule vitali trasferibili immediatamente sull'area da trattare. “Inoltre – spiega Giovanni Leone - dal momento che non si tratta di colture o di propagazioni cellulari, queste peculiarità permettono l'uso del medical device nel pieno rispetto delle normative comunitarie e nazionali ovviando dunque ai vari adempimenti di legge che disciplinano, invece, le tecniche di coltura cellulare”. La procedura è perfettamente standardizzata e riproducibile sia nell'esecuzione che nei risultati.  “Prima – aggiunge il Dottor Andrea Paro Vidolin, Specialista in Dermatologia e Venereologia presso il Servizio di Fototerapia del San Gallicano – il trattamento si faceva in due giorni mentre adesso in seduta unica riusciamo a preparare il sito ricevente grazie al nuovo kit, frutto di una sperimentazione degli ultimi 5 anni. Lo studio al San Gallicano è costituito da 20 pazienti. I primi 4 sono già stati sottoposti al trapianto. La risposta si inizia a vedere già dopo un mese”.   

 

Screening iniziale

È importante in questa nuova tecnica fare una selezione e valutazione accurata dei pazienti da sottoporre alla terapia. “Le macchie della vitiligine – spiega il dottor Paro Vidolin – è necessario siano stabili e che non ci sia un allargamento di chiazze già esistenti.

 


Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Eliminare le macchie scure della pelle
Eliminare le macchie scure della pelle
Video - Eliminare le macchie scure della pelle

Rosanna intervista il dottor Paolo Mezzana

Inquinamento e sole: un cocktail letale per la tua pelle
Inquinamento e sole: un cocktail letale per la tua pelle

Fumo e ozono amplificano i danni dell’esposizione ai raggi UV, la crema..

Pelle sensibile? Ecco come proteggerla
Pelle sensibile? Ecco come proteggerla

L’epidermide delicata deve essere aiutata a fronteggiare lo stress..

Efelidi: quelle macchioline brune così sensibili al sole
Efelidi: quelle macchioline brune così sensibili al sole

Molte donne le considerano una peculiarità da mettere in risalto, altre..

L’inquinamento fa invecchiare la pelle
L’inquinamento fa invecchiare la pelle

Gas di scarico, fumi e radiazioni elettromagnetiche, provocano il..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

Bevi a sufficienza?
Strumenti - Bevi a sufficienza?

Lo sai che circa il 70% del nostro peso corporeo è costituito da acqua e..

Ti piaci come sei o vorresti essere diversa?
Test - Ti piaci come sei o vorresti essere diversa?

Sei in perenne conflitto col tuo corpo o hai imparato ad accettarlo con..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..