I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Risonanze disponibili in 9 centri su 10: in miglioramento l'assistenza ai malati di cancro

Risonanze disponibili in 9 centri su 10: in miglioramento l'assistenza ai malati di cancro

Migliora l'assistenza oncologica in Italia soprattutto per quanto riguarda i servizi riabilitativi (passati dal 4,6% al 47% odierno) e quelli per i malati terminali. Le strutture per terapie anti-dolore sono, infatti, quadruplicate, arrivando all'85% dei casi odierni, dall'80% nel 2009, dal 70% nel 2005 e dal 20% nel 2001. Non solo: dal 2003 sono quintuplicate le apparecchiature per la tomografia: erano presenti nel 10% delle strutture, oggi nel 48% dei centri, mentre scintigrafie e risonanze magnetiche (Rm) sono quasi raddoppiate passando dal 36 al 66% e dal 51 al 94%. Sono alcuni dei dati contenuti nella ''Carta dei servizi dell'Oncologia Italiana - Libro Bianco V Edizione'' realizzata dall'AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) con il supporto di Novartis, presentato al XIV Congresso Nazionale della società scientifica che si chiude oggi a Roma. In ognuna delle 192 strutture di oncologia medica nel nostro paese si eseguono in media 6170 visite ambulatoriali all'anno (erano 5.000 nel 2008, 3.000 nel 1999), mentre i ricoveri sono 730 con una durata di circa 5 giorni. Ogni reparto ha una disponibilità di 15 posti letto e vi lavorano 6 medici strutturati. Un quadro confortante, che secondo il presidente dell'Aiom Stefano Cascinu, ''è indispensabile per costruire le reti oncologiche regionali''. ''Ci sono stati miglioramenti - continua Cascinu - anche nella disponibilità degli apparecchi per radioterapia presenti nel 46% delle strutture oncologiche nel primo censimento AIOM del 2001, nel 60% nel 2009 e nel 70% oggi''. Il Libro Bianco 2012 comprende, come la precedente edizione, la Carta dei Servizi e ''si affianca - conclude Carmine Pinto, segretario nazionale AIOM - alle ventisette linee guida aggiornate nei contenuti e modificate nella metodologia, alle sei raccomandazioni cliniche e metodologiche, ai controlli di qualità per i test biomolecolari e ai 'Numeri del cancro' con i quali annualmente presentiamo il quadro epidemiologico dei tumori in Italia.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (4/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento