I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Puntura di medusa: cosa fare?

Una mini guida di primo intervento in caso di contatto e irritazione

Puntura di medusa: cosa fare?

Le meduse provocano solo reazioni nel punto di contatto e pungono grazie a particolari cellule (nematocisti) che, se toccate, estroflettono dei filamenti urticanti che penetrano immediatamente nella pelle, causando dolore, bruciore e un prurito intenso. Sulla pelle rimane una zona eritematosa, edematosa e si forma una bolla detta flittene.

 

Rimuoviamo eventuali parti di medusa rimaste attaccate

In caso di contatto, è bene uscire dall’acqua e verificare che non siano rimaste parti di medusa attaccate al corpo. Se presenti, rimuoviamole proteggendo le mani e utilizzando oggetti flessibili e sottili (molto utili sono tessere, carte di credito..).

 

Disinfettiamo e applichiamo una crema lenitiva

Assicuratici che non ci sia pià niente attacato alla pelle, disinfettiamo la parte colpita, con acqua salata di mare e poi con bicarbonato. Quindi, medichiamo con un gel astrigente a base di cloruro di alluminio. Anche le creme a base di cortisone possono essere utili, ma non nel momento di dolore acuto, perché la loro azione inizia circa 30 minuti dopo l'applicazione, quando il massimo della reazione si è spento. Le creme antistaminiche possono essere utili per alleviare il prurito, ma sono particolarmente fotosensibilizzanti e dunque è meglio applicarle senza esporsi al sole. Infine è importante fare molta attenzione al contatto con gli occhi per il rischio di ulcere corneali.

 

Cosa NON fare

I rimedi “della nonna” sono sconsigliati: ammoniaca, limone, aceto, alcol… tutti da evitare. Anche strofinare o grattare la zona colpita è sbagliato, perché si rischia di mandare in circolo le tossine. È un errore utilizzare pinzette per rimuovere eventuali frammenti di tentacoli, perché si rischia di lacerare i tessuti e di favorire la fuoriuscita di tossine. Infine, mai disinfettare con acqua dolce, fredda o con il ghiaccio.

di Simona Rombaga

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (4/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Meduse, come spegnere l'incendio
Meduse, come spegnere l'incendio

Meglio evitare i rimedi della nonna: niente ammoniaca, basta mantenere la..