I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Primavera: tempo di allergie

Starnuti, prurito, naso che cola, lacrimazione, occhi rossi: tanti i sintomi di chi soffre l'arrivo della bella stagione. I consigli del Dott. Fabrizio Pregliasco per ridurre i disturbi

No pagePagina successiva
Primavera: tempo di allergie

Con la consulenza del Dott. Fabrizio PregliascoVirologo, Ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università degli Studi di Milano, Sovrintendente sanitario dell’Istituto Galeazzi

 

La primavera, che coincide con l’inizio delle belle giornate e delle passeggiate all’aria aperta, per molti rappresenta un vero e proprio ostacolo da superare per via delle allergie che in questa stagione si acutizzano provocando una serie di fastidi. Questo tipo di disturbo colpisce all’incirca il 20% della popolazione italiana, le sostanze che lo provocano sono gli allergeni, elementi che si trovano ovunque: nei peli degli animali, negli acari della polvere di casa, nelle muffe, nei conservanti, e in particolar modo nei pollini delle piante che sono trasportati dal vento e provengono dalle erbe (gramigna, erba canina, erba vetriola, assenzio, ecc.) ma anche da alberi e arbusti. 

Con la consulenza del Dott. Fabrizio Pregliasco, noto Virologo, vediamo come riconoscere e tenere a bada i disturbi legati alle allergie.

 

I sintomi

I sintomi delle allergie di solito si sviluppano immediatamente dopo che si è stati esposti alle specifiche sostanze che le provocano. Chi soffre di allergia ai pollini va incontro a fastidi al naso (starnuti, prurito, naso che cola)  e agli occhi (lacrimazione, prurito, occhi rossi), nel periodo in cui nell’aria sono presenti i pollini ai quali è sensibilizzato. Alcuni soffrono di disturbi più gravi, propri dell’asma bronchiale, come tosse, difficoltà di respiro, sibili durante la respirazione. I sintomi possono comparire molto precocemente, già a partire da gennaio, negli allergici al cipresso e nocciolo, mentre durante la tarda primavera sono causati soprattutto dalle graminacee e nel periodo estivo dalle composite tra le quali l’ambrosia e la parietaria.

 

Le cure adeguate

Proteggersi dai pollini non è facile, perché vengono trasportati dal vento anche a grandi distanze. Bisogna rivolgersi al proprio medico di famiglia e all’allergologo per avere una diagnosi precisa sul tipo di allergia, sulla gravità della patologia e sulla terapia più adeguata. In generale i farmaci più efficaci sono gli antistaminici, da assumere per via orale o sotto forma di spray nasali, i colliri congiuntivali e il cortisone. In casi selezionati, si può ricorrere alla terapia iposensibilizzante specifica. La prevenzione, che si basa sull'identificazione e sull'allontanamento dei fattori di rischio, resta comunque il primo e più efficace intervento per il soggetto allergico.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Sarò mica diventata allergica?
Sarò mica diventata allergica?

Il problema non compare solo in primavera, molti allergeni sono attivi..

Le erbe aromatiche per conciliare sapore e salute
Le erbe aromatiche per conciliare sapore e salute

Timo, aneto, rosmarino: piante profumate che sanno rendere unici anche i..

Si torna a parlare di rinite allergica stagionale
Si torna a parlare di rinite allergica stagionale

Con il primo polline nell’aria si ripresentano i disturbi per oltre..

I parabeni: pro e contro dei conservanti usati nei cosmetici
I parabeni: pro e contro dei conservanti usati nei cosmetici

Sono in fase di studio alternative naturali prive di effetti collaterali..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..