I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Occhio al collirio

Può alleviare secchezza e arrossamento, ma attenzione alla presenza di decongestionanti e antistaminici

No pagePagina successiva
Occhio al collirio

Occhi rossi, che bruciano, o sensazione di secchezza. Quante volte capita, magari dopo una giornata intera davanti al monitor del computer o in una stanza fumosa? Dai ricercatori dell’Università di californiana di Berkeley, qualche consiglio sull’uso dei colliri per alleviare il fastidio. 

 

Secchezza degli occhi. Le lacrime artificiali idratano e lubrificano gli occhi, e sono indicate per attenuare la sensazione di secchezza causata da aria secca, vento, fumo, farmaci, uso prolungato del computer o ridotta produzione di lacrime. Queste gocce per gli occhi sono disponibili in diverse formule, ma alcuni ingredienti sono comuni a tutte: idrossietilcellulosa, metilcellulosa, policarbophil, glicerina e alcool polivinilico.

Occhi arrossati. I colliri per gli occhi arrossati di solito contengono un decongestionante (come nafazolina o fenilefrina) che, grazie alla vasocostrizione, attenua il rossore. Ma il loro uso frequente può aumentare l’irritazione e arrossamento, a causa di una specie di “effetto rimbalzo”. Usare con cautela questi colliri se si soffre di pressione alta, malattie cardiache, diabete, ipertiroidismo o ingrossamento della prostata. 

 

Prurito oculareSe il prurito è dovuto alle allergie, sono adatti i colliri che contengono un antistaminico(feniramina, antazolina o fosfato) e un decongestionante (nafazolina), per alleviare temporaneamente pizzicore e arrossamenti causati da polline o peli di animali domestici. Per la presenza dei decongestionanti, bisogna usare le stesse cautele valide per i colliri per gli occhi arrossati. Alcuni antistaminici possono aumentare leggermente la pressione oculare, quindi se soffrite di glaucomaparlate con il medico prima di utilizzarli