I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Melatonina: false convinzioni e benefici reali

Come, quando e perché utilizzare la melatonina, l’integratore alimentare che regola il sonno

No pagePagina successiva
Melatonina: false convinzioni e benefici reali

Nonostante sia una sostanza molto utilizzata, sono diversi i dubbi sulle reali proprietà terapeutiche della melatonina. Abbiamo chiesto la consulenza di Giulio Bellipanni, responsabile del reparto di Chirurgia Generale al Policlinico San Marco di Latina e autore di numeri testi sull’argomento, per chiarire i più diffusi, senza dimenticare che la melatonina continua a essere oggetto di ricerche e non è escluso che in futuro ne vengano scoperte altre potenzialità.

La melatonina è un farmaco

Falso
La melatonina è una sostanza prodotta principalmente dalla ghiandola pineale (situata alla base del cervello), durante la notte. Il picco massimo di produzione nell’uomo avviene tra le 2 e le 4 del mattino e corrisponde alla “notte biologica”. È presente in molti tessuti e organi sia nel mondo animale sia in quello vegetale. Non può essere definita biologicamente un ormone. In Italia, negli USA e in molti Paesi è considerata un integratore alimentare e non un farmaco.

 

Migliora il sonno

Vero
Tra gli effetti della melatonina c’è anche quello di migliorare la qualità del sonno, ma non la durata (non fa dormire di più). Questo effetto benefico è dovuto all’azione di sincronizzazione dei ritmi biologici.

 

Elimina gli effetti del jet lag

Vero

Sincronizzando il ritmo sonno-veglia pone rimedio all’affaticamento dovuto al cambio di fuso orario. Infatti a causa di una maggiore esposizione alla luce e alla mancanza delle ore notturne la ghiandola pineale non produce sufficiente melatonina, alterando i ritmi circadiani. Assumere la melatonina come integratore aiuta l’organismo a sopperire alla mancata produzione da parte della pineale. 

 

Aiuta a rimare giovani

Vero

Impropriamente chiamata “ormone della giovinezza”, la melatonina è in realtà un potente anti-ossidante che facilita l’eliminazione dei radicali liberi e gioca un ruolo importante nel mantenere in equilibrio l’orologio biologico dell’individuo. 

 

È utile in menopausa

Vero

Anche se non può sostituire la terapia ormonale o altri farmaci specifici, la melatonina aiuta a mantenere o ripristinare l’equilibrio neuro-immuno-endocrino e attenua quei fenomeni soggettivi fastidiosi tipici della menopausa, come vampate, irritabilità, insonnia. 

 

Può essere utilizzata per curare alcune forme tumorali

Falso
Non è indicata nella terapia di alcuna neoplasia. Piuttosto può essere utilizzata in quanto immuno-modulatore, per aumentare le difese immunitarie dell’organismo. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Come contrastare l’insonnia primaverile
Come contrastare l’insonnia primaverile

Le ore di luce aumentano, i ritmi circadiani saltano e il sonno si fa..

Le ciliegie e le amarene, frutti carnosi che favoriscono il sonno
Le ciliegie e le amarene, frutti carnosi che favoriscono il sonno

Per il buon contenuto di melatonina aiutano a contrastare l’insonnia

Ipod, Ipad, Internet: i nemici del sonno
Ipod, Ipad, Internet: i nemici del sonno

Una ricerca australiana rivela che usare il computer prima di coricarsi..

10 trucchi per scongiurare l’insonnia
10 trucchi per scongiurare l’insonnia

Stacca la spina del computer almeno 2 ore prima coricarti e niente caffè..