I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Intestino pigro o stipsi: disturbi da non confondere

Aiuta il transito intestinale in quattro mosse: alimentazione, attività fisica, idratazione e massaggi

Intestino pigro o stipsi: disturbi da non confondere

 "Una persona ha la stipsi quando effettua meno di 3 evacuazioni nella settimana, con emissione di feci dure, abitualmente di peso inferiore agli 80 grammi, la cui forma può variare", spiega il professor Pierluigi Rossi, specialista in scienze dell’alimentazione e medicina preventiva. "Scorrette abitudini alimentari, una ridotta attività fisica, stress, assunzione di alcuni farmaci o condizioni temporanee come il flusso mestruale o allettamenti sono tutte cause che possono favorire il rallentato transito intestinale o addirittura la stipsi. Per alcuni si tratta di episodi isolati, per altri rappresenta un vero e proprio problema quotidiano. In ogni caso, sono condizioni che possono influenzare il volume della pancia e la vita di chi ne soffre. Quando la stitichezza diventa "ostinata", bisogna ascoltare il parere del medico: una dieta corretta è, comunque, il primo passo verso la soluzione".

 

I consigli alimentari

1) Aumentare la dose giornaliera di fibre: sono quelle parti degli alimenti vegetali che, passando attraverso l’apparato digerente, non sono in grado di essere metabolizzate per produrre energia. Passando indigerite attraverso l’intestino, aumentano la massa fecale e quindi favoriscono il transito intestinale. Ecco perché si raccomanda di assumere ogni giorno la dose di almeno 25 -30 grammi di fibre alimentari. Gli alimenti con più alto contenuto di fibre sono i cereali integrali, i legumi, la frutta secca come castagne o prugne, carciofi, cavoli, melanzane, funghi, spinaci, mele, banane, kiwi. 
Ecco un esempio di come raggiungere la dose di 30 grammi al giorno:

1 banana e 1 mela = 6,6 g di fibre

2 kiwi o 60 g di lamponi = 5 g

1 porzione di spinaci cotti (circa 150 g) = 10 g

1 piatto colmo (circa tre pugni) di insalata oppure 2 pugni con 2-3 cucchiai di fagioli = 5 g

Siamo già oltre i 25 g di fibre. Se poi si considerano anche l’eventuale pane integrale, o del muesli nella colazione della mattina, si va facilmente ben oltre i 25 g/giorno di fibre. L’apporto di alimenti ricchi di fibre deve avvenire in maniera graduale perché un brusco aumento può provocare disturbi intestinali, come meteorismo e sensazione di gonfiore o, addirittura, avere un effetto contrario a quello desiderato. Inoltre, gli alimenti ricchi di fibre devono essere consumati a ogni pasto a intervalli regolari.

 

2) Bere molta acqua: un adeguato apporto idrico, mediamente nella misura di 1,5 litri giornalieri, contribuisce in modo importante all'idratazione della massa fecale e quindi ad una più facile espulsione.


3) Fare attività fisica: poco movimento e stile di vita sedentario si  associano ad un maggior possibilità di stipsi. Al contrario,

l’attività fisica moderata è in grado di facilitare sensibilmente l’eliminazione dei gas e facilitare il transito a livello intestinale.

In particolare, la corsa aerobica sembra in grado di accelerare il transito nel colon.


4) Impacchi e massaggi: un delicato massaggio all’addome, magari con un unguento a base di olio essenziale di arancio amaro o lavanda

e fatto seguendo il senso del colon (da destra verso sinistra), può  essere utile in caso di rallentato transito in particolare in chi è allettato da diversi giorni.

 

 

di Luana Trumino

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Cancro al colon: meno carne per evitarlo
Cancro al colon: meno carne per evitarlo

Attività fisica e alimentazione controllata sono il mezzo migliore di..

Una visita da non rimandare
Una visita da non rimandare

Dal 24 gennaio in tutta Italia inizia la settimana della stipsi

Colite, curarsi con le fibre
Colite, curarsi con le fibre

Probiotici, fibra di gomma di guar e precise regole alimentari e puoi..

Magica aloe, una pianta dalle mille virtù
Magica aloe, una pianta dalle mille virtù

Scopri quante e quali sono le sue sorprendenti proprietà terapeutiche

Pops: la nuova tecnica laparoscopica per risolvere il prolasso urogenitale
Pops: la nuova tecnica laparoscopica per risolvere il prolasso urogenitale

Messo a punto da un medico italiano, l’intervento consente il riassetto..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..