I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Dolore dopo i rapporti sessuali

Dal ginecologo, cause e cure per il male che colpisce la regione pelvica durante l'intimità. Dietro al sintomo possono nascondersi cause organiche o psicologiche

No pagePagina successiva
Dolore dopo i rapporti sessuali

A cura del dott. Pietro Cignini, specialista in ginecologia e ostetricia, Servizio di Diagnostica Ostetrico e Ginecologica, Artemisia Main Center, Roma.

 


Si definisce "dolore pelvico” un dolore che si localizza a livello dell’apparato riproduttivo o urinario. Può avere delle fasi di acuzie o essere sempre presente, con una scala di intensità che va da lieve a moderata fino a severa. Alcune volte può andare anche in remissione spontanea o essere risvegliato dai rapporti sessuali e dalla minzione. Raramente capita che questo dolore possa essere generato da una sensibilizzazione ai materiali dei profilattici, e comunque in commercio ne esistono anche senza lattice. Tuttavia, una storia clinica è di fondamentale importanza per inquadrare tutti i sintomi a partire dalla loro insorgenza o se correlati a particolari fasi della giornata e/o attività.


Le cause del dolore pelvico

In passato era molto abusata la causa di endometriosi, una condizione per la quale il tessuto mucoso che riveste internamente l’utero (endometrio) si ritrova al di fuori dell’utero, generando dolore a seguito dell’infiammazione determinata dal suo sanguinamento durante la fase mestruale del ciclo. In altri termini, si creano in addome delle aderenze o anche delle cisti ovariche, responsabili esse stesse di dolore in regione pelvica. Oggi si valutano anche motivazioni collegate all’intestino: se, per esempio, il fastidio aumenta soprattutto a seguito dell’ingestione di particolari cibi o bevande, è probabile che esista un problema di tipo intestinale.

Esistono, inoltre, delle infezioni subdole come la Chlamydia che, non dando di solito perdite vaginali, determinano un’infezione/infiammazione cronica a livello tubarico facendole riempire di liquido o pus nei casi più gravi e generando il dolore. Altra causa del dolore pelvico, a volte, possono essere dei voluminosi fibromi uterini che, per la loro massa, generano un senso di pesantezza e dolore poiché comprimono la vescica, l’intestino e i vasi sanguigni venosi della pelvi. Alcuni medici riconducono questo tipo di dolore anche a una congestione venosa addominale che, infiammandosi, provoca dolore e pesantezza. Condizione chiamata varicocele pelvico. Una causa ormai nota è pure la cosiddetta Sindrome della Vescica, o cistite interstiziale, dolorosa e caratterizzata da un danneggiamento della mucosa che la riveste e che determina una stimolazione cronica delle terminazioni nervose dolorose. Tipicamente si accusa dolore, specialmente quando la vescica si riempie, e si acutizza nel momento dei rapporti sessuali.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno
“Race for the Cure”, insieme contro il cancro al seno

Il 22 maggio si corre la mini-maratona di solidarietà con le donne che..

I problemi all’apparato uro-genitale durante i nove mesi
I problemi all’apparato uro-genitale durante i nove mesi

Per non rendere amara la “dolce attesa” non sottovalutare nemmeno i..

Vestibolite: una malattia ginecologica spesso trascurata
Vestibolite: una malattia ginecologica spesso trascurata

Nel 60% dei casi è stata provocata da infezioni come candida,..

Pops: la nuova tecnica laparoscopica per risolvere il prolasso urogenitale
Pops: la nuova tecnica laparoscopica per risolvere il prolasso urogenitale

Messo a punto da un medico italiano, l’intervento consente il riassetto..

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..