I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

I disturbi della stagione estiva

Gambe pesanti, giramenti di testa, cistiti, raffreddori e molti altri ci colpiscono con l’arrivo del caldo

No pagePagina successiva
I disturbi della stagione estiva

L’estate ci regala finalmente sole, riposo e benessere. Ma anche alcuni tipici disturbi favoriti proprio dalle temperature che salgono. Vediamoli insieme:

 

Svenimenti e giramenti di testa

Il calore dilata le vene aumentando la quantità di sangue nel sistema periferico con conseguente abbassamento della pressione arteriosa e riduzione di apporto di ossigeno al cervello. E se c’è umidità (che impedisce al corpo di raffreddarsi), la situazione peggiora. Risultato: possibili giramenti di testa, annebbiamenti della vista, affaticamenti e perfino svenimenti.
I rimedi? Prima di tutto niente paura. Poi raggiungere un luogo fresco dove riposarsi (possibilmente sdraiati con le gambe in aria), aiutandosi con semplici manovre isometriche, come quella di stringere ritmicamente con le mani una pallina o qualunque altro oggetto, oppure, in piedi, incrociare le gambe e fare ritmicamente pressione con le ginocchia per riattivare la circolazione del sangue verso il cuore e il cervello. Inoltre ci sono semplici misure di prevenzione: bere molto e fare il pieno di vitamine e sali minerali. Dunque frutta e verdura, banane, cibi arancioni (soprattutto albicocche, perché ricche di potassio) e frutta secca (noci).

 

Raffreddori

Paradossalmente, arrivano proprio quando il termometro sale, a causa di sbalzi di temperatura e aria condizionata, che alterando la stabilità interna dell’organismo lo indeboliscono rendendolo facile preda dei germi. Che fare? Aspettare che passi. Se ci si trova al mare e non si ha febbre, un bagno può “liberare “ il naso per effetto della componente salina dell’acqua. Lo stesso rimedio vale anche per i bambini.

 

Colpi di sole

Si presentano con una cefalea violenta, senso di stordimento e febbre alta. Occorre chiamare subito il medico, e nel frattempo sdraiare l’infortunato all’ombra con qualcosa di freddo sulla testa. Molto più facile la prevenzione: basta un semplice cappello. O bagnarsi spesso la testa.

 

Scottature

Meglio evitarle, perché concorrono ad aumentare il rischio di melanoma, con creme ad alta protezione soprattutto al mare e in montagna. Se proprio capita, continui bagni d’acqua fredda e pelle sempre pulita sono le migliori strategie in attesa che l’infiammazione diminuisca. E naturalmente vietato esporsi al sole fino a guarigione completa.

 

Congestione

Mai fare il bagno dopo un pasto abbondante. A contatto con l’acqua fredda, la massa ematica impegnata nella digestione può spostarsi, e il processo digestivo bloccarsi, provocando un calo di pressione, dolori addominali, vomito e possibile diarrea. Se dovesse capitare, spostatevi subito all’ombra con le gambe alzate e chiamate il medico

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Le vaccinazioni, perché è importante farle

Proteggono non soltanto il bambino di oggi, ma anche l’adulto di domani

Ti sei ammalata proprio a Natale? 5 consigli per guarire in fretta

Ecco una serie di rimedi ad hoc per rimetterti in piedi in tempo per le..