I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Bambini e influenza: quando curarli in casa e quando in ospedale

Dal presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica, i consigli per gestire in casa i virus della malattia e le linee guida che delineano i criteri per l’ospedalizzazione

No pagePagina successiva
Bambini e influenza: quando curarli in casa e quando in ospedale

Con la consulenza della Prof.ssa Susanna Esposito, Direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura Fondazione IRCCS, Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Università degli Studi di Milano, e Presidente SITIP-Società Italiana di Infettivologia Pediatrica

 

 

I bambini, così come gli anziani, sono i soggetti più a rischio d’influenza. La malattia, pur essendo molto comune, nei piccoli da 0 a 5 anni e soprattutto in quelli che soffrono patologie croniche sottostanti può dar seguito a un quadro clinico particolarmente importante, aggravando ulteriormente situazioni di per sé già complicate. Sono questi i casi di morte influenza-correlati, che nel nostro Paese riguardano un totale di circa 8000 soggetti l’anno, alcune decine delle quali interessano soggetti in età pediatrica.

Lo spettro, anche se per i più ingiustificato, insidia la serenità di tanti genitori che spaventati dalla difficoltà d’interpretare e distinguere le reazioni dei piccini, a loro volta impossibilitati a descrivere i sintomi sistemici, si riversano nei Pronto Soccorso degli ospedali, aumentando oltretutto il rischio di ospedalizzazione per tutta la famiglia. Come è accaduto durante le festività natalizie, quando, a fronte delle migliaia di casi che hanno affollato le strutture pubbliche, pochissimi sono risultati giustificati dalla presenza dei virus influenzali ma erano interessati da altri virus respiratori. Tali situazioni fanno sì che la malattia, oltre ad assumere una rilevanza sociale (assenze scolastiche, lavorative, impiego di assistenza domiciliare sostitutiva dei genitori, pericoli di trasmissione dell’infezione ai familiari, soprattutto agli anziani), comporti anche un notevole impatto economico (spesa per medicinali e per visite mediche private). Ecco quindi che avanza la necessità di far chiarezza e la SITIP, la Società Italiana di Infettivologia Pediatrica, se ne fa portavoce. “L’influenza deve essere gestita sul territorio, dal Pediatra di famiglia - sottolinea la Prof.ssa Susanna Esposito, Direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura Fondazione IRCCS, Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Università degli Studi di Milano e Presidente SITIP - e  i ricoveri ospedalieri devono essere limitati ai casi di effettiva necessità, sia per evitare al bambino un inutile disagio legato alla degenza lontano dall'ambiente familiare, sia per contenere i costi, e anche per non favorire la diffusione nosocomiale del virus, particolarmente pericolosa per i soggetti ospedalizzati affetti da malattie croniche. L’obiettivo è quello di evitare l’ospedalizzazione se non indispensabile”.

 

I sintomi di cui tenere conto

Attestata la presenza del virus nell’ambiente, in generale, la diagnosi d’influenza è suggerita dai seguenti sintomi, specialmente se si manifestano con un esordio brusco e improvviso:

  • La presenza costante di febbre che, in un numero non trascurabile di casi, raggiunge valori elevati anche superiori a 39°;
  • Un sintomo respiratorio (tosse, faringodinia, congestione nasale);
  • Un sintomo sistemico (cefalea, malessere generalizzato, sudorazione, brividi);
  • Nei bambini più piccoli, l’influenza si può mostrare con irritabilità, pianto e inappetenza e, soprattutto nel lattante, può essere accompagnata nel 10-20% dei casi da vomito e diarrea.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L’ospedale ideale? È super tecnologico
L’ospedale ideale? È super tecnologico

I pazienti chiedono più coinvolgimento nelle scelte di cura,..

Piante medicinali: non tutto ciò che è naturale è sempre salutare
Piante medicinali: non tutto ciò che è naturale è sempre salutare

Si tratta di farmaci vegetali e come tali è bene conoscere i possibili..

Farmaci in valigia
Farmaci in valigia

8 italiani su 10 non partono senza un kit di emergenza: antinfiammatori,..

Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale
Quando il tuo bimbo deve andare in ospedale

Consigli per rendere meno traumatica questa esperienza

Sai quando utilizzare i farmaci generici?
Sai quando utilizzare i farmaci generici?

Efficaci e sicuri, hanno un costo inferiore rispetto a quelli di..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..