I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Anziani e udito. Sentire meglio per vivere meglio

Specialisti geriatri e audiologi insieme per discutere di presbiacusia e delle sue possibili soluzioni

Anziani e udito. Sentire meglio per vivere meglio

Oggi, a Milano, è stato presentato il consensus paper "Anziani e Udito, sentire meglio per vivere meglio", un protocollo che aiuterà a fornire maggiori informazioni utili sulla presbiacusia, i suoi sintomi, la diagnosi e le possibili soluzioni, cercando di sfatare quelli che sono i luoghi comuni. L’indagine, realizzata con il supporto di Amplifon, è a cura del Prof. Roberto Bernabei, Professore Ordinario di Medicina Interna e Geriatria all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, del Prof. Giuseppe Cavallazzi, Audiologo già Direttore della Scuola di Specializzazione in Audiologia dell’Università di Milano e del Dott. Domenico Cuda, Direttore U.O. Otorinolaringoiatria dell’Ospedale "G. da Saliceto" di Piacenza. La presbiacusia è una patologia che interessa un individuo su tre con età superiore ai 60 anni e, addirittura, circa il 60% della popolazione sopra gli 85 anni (si può ipotizzare il suo insorgere tra i 50 e i 60 anni con una prevalenza di persone colpite di sesso maschile). La presbiacusia è causa di isolamento sociale, perdita di interessi e di autostima con possibilità finanche di sviluppare un disturbo dell’umore di tipo depressivo; ma non solo, porta anche ad un aumentato rischio di cadute, con conseguente frattura del femore, una delle principali cause di disabilità per l’anziano; l’udito, infatti, serve anche al mantenimento di una corretta postura ed andatura, mediante la percezione e l’identificazione degli stimoli uditivi che aiutano a localizzarsi e orientarsi nello spazio. La perdita uditiva progressiva, è un fenomeno realmente silente, del quale, spesso, gli individui sofferenti sono inconsapevoli, a differenza di quanto notano, invece, conviventi e conoscenti. L’accesso ai servizi diagnostici audiologici, anche se molto semplici e poco dispendiosi, pare comunque essere sottoutilizzati. "Il ritardo che intercorre tra la comparsa dei primi sintomi e la diagnosi di presbiacusia, può variare da 8 a 20 anni – afferma il Prof. Cuda – mentre è noto come il successo delle soluzioni uditive dipenda dalla precocità del trattamento". È opportuno, quindi, fare in modo che si possano identificare quanto più precocemente i potenziali beneficiari del trattamento riabilitativo mediante appositi programmi di screening; la soluzione ottimale sarebbe quella di sottoporsi ad esame audiometrico con una certa cadenza superati i 60 anni di età. La riabilitazione basata sull’amplificazione attraverso apparecchi acustici indossabili è, nella maggioranza dei casi di ipoacusia dell’anziano, l’unica opzione terapeutica; il concetto delle vecchie, ingombranti a antiestetiche protesi è ormai superato e, grazie alla miniaturizzazione degli apparati elettronici, gli apparecchi acustici di ultima generazione, sono dei piccolissimi strumenti che offrono un’eccellente qualità del suono, garantendo allo stesso tempo un comfort uditivo mai provato.

Prenota la tua visita Amplifon

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Maggio dedicato alla prevenzione delle patologie dell’udito
Maggio dedicato alla prevenzione delle patologie dell’udito

Nei centri Amplifon si può prenotare una visita di controllo gratuito

Il test che verifica l’udito del tuo piccolo
Il test che verifica l’udito del tuo piccolo

Lo screening viene eseguito sui neonati per individuare e curare..

Acufene, quel ronzio nella testa
Acufene, quel ronzio nella testa

Con la TRT, terapia della riprogrammazione, si può curare

Il test con le otoemissioni acustiche verifica l’udito del tuo piccolo
Il test con le otoemissioni acustiche verifica l’udito del tuo piccolo

Lo screening viene eseguito sui nuovi nati per individuare e curare..