I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Come e quando nasce un farmaco

Un viaggio lungo 13 anni prima di arrivare al paziente

Come e quando nasce un farmaco

La vita di un farmaco ha inizio nella mente di un team interdisciplinare di ricercatori. Il primo passo è individuare un bersaglio terapeutico, vale a dire un meccanismo biologico su cui intervenire per sconfiggere una determinata malattia.


La ricerca del principio attivo
Sono tre le possibili strade che i ricercatori possono intraprendere per “scoprire” un nuovo principio attivo
.
• La prima consiste nel cercare sostanze già disponibili in natura che possano interferire con il meccanismo biologico che causa la malattia. Sono molti i farmaci, tuttora in commercio, scoperti in questo modo: l’acido acetilsalicilico, alcuni antimalarici e molti antibiotici ne sono un esempio.
• La seconda strada, quella della sintesi chimica, prevede di passare al vaglio un grande numero di molecole che possano interagire con il meccanismo biologico su cui si sta lavorando.
• La terza via, più recente, usa i sistemi biologici (in genere batteri, lieviti o cellule di mammifero). Con le biotecnologie, negli ultimi anni, è stato possibile produrre farmaci più adatti all’essere umano (ad esempio l’insulina) e perfezionare il meccanismo "chiave-serratura" che permette al medicinale di agire in modo efficace e selettivo con un bersaglio predeterminato all’interno dell’organismo.

-

La commercializzazione
Un farmaco impiega mediamente 12-13 anni dal momento in cui viene pensato fino a quando viene messo in commercio. E solo dopo aver superato moltissime prove ed esami.


Si tratta di anni di studi e ricerche che vedono protagonisti ricercatori, università, centri clinico- ospedalieri, aziende farmaceutiche, autorità sanitarie, medici e pazienti. Dire con esattezza quando nasce un farmaco è difficile, perché in realtà comincia potenzialmente a esistere quando si inizia ad indagare a quali dosi si manifestano gli effetti sugli organismi viventi. La ricerca farmacologica è standardizzata a livello internazionale: le procedure sono comuni a tutti i Paesi e una molecola, prima di diventare farmaco, deve passare attraverso tre fasi di indagine, a cui fa seguito una quarta fase non compresa nei 12-13 anni: quella successiva alla commercializzazione, che ha la funzione di mettere in luce eventuali effetti collaterali rari. In collaborazione con Farmindustria. Per saperne di più visita il sito http://www.farmaci-e-vita.it

PARLIAMO DI: Farmindustria, farmaci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Farmaci in valigia
Farmaci in valigia

8 italiani su 10 non partono senza un kit di emergenza: antinfiammatori,..

Sai quando utilizzare i farmaci generici?
Sai quando utilizzare i farmaci generici?

Efficaci e sicuri, hanno un costo inferiore rispetto a quelli di..

Quali farmaci si possono prendere in gravidanza
Quali farmaci si possono prendere in gravidanza

Attenzione agli antinfiammatori e analgesici, ma anche ai rimedi a a base..

I farmaci per il raffreddore?  Inutili
I farmaci per il raffreddore? Inutili

Risparmiate i soldi: le ricerche non confermano l’efficacia delle..

Farmaci: leggiamo insieme un foglietto illustrativo
Farmaci: leggiamo insieme un foglietto illustrativo

Una piccola guida alla lettura del bugiardino allegato ai farmaci

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..