I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Abbronzati a ogni costo. Quando la voglia per la tintarella crea dipendenza

La tanoressia è un disturbo sempre più diffuso. Il dermatologo ci spiega come si cura e gli accorgimenti per un’abbronzatura senza rischi

No pagePagina successiva
Abbronzati a ogni costo. Quando la voglia per la tintarella crea dipendenza

Con l’aiuto del dermatologo Matteo Cagnoni, presidente dell’Istituto di Ricerca di Dermatologia Globale (IRDEG), abbiamo cercato di capire che cos’è la tanoressia, quali sono i percorsi terapeutici per curarla  e quali gli accorgimenti da adottare sotto il sole per non rischiare di rimetterci la pelle. Da una parte terrorizzati dal pallore, dall’altra ossessionati dall’ottenere  a tutti i costi, anche rischiando di "lasciarci" la pelle, un colorito scuro, che più scuro non si può. Sono gli "addicted" dell’abbronzatura, veri e propri "maniaci" della tintarella.

E, allora, via a ore e ore di esposizioni "selvagge" al sole.  E, in  mancanza del lettino in riva al mare o a bordo piscina, via libera a solarium, lettini abbronzanti, docce solari, lampade e quant’altro.

Non importa se si tratta di raggi naturali o artificiali, di tintarella sotto il sole o indoor. L’importante è essere abbronzati d’estate così come in inverno. La tintarella, si sa, per loro non è mai abbastanza.

Ed ecco che il passo è breve. Quello che è un semplice vezzo, si trasforma in bisogno. Un bisogno, che man mano diventa sempre più impellente e irrefrenabile, fino a sfociare in una vera e propria ossessione e trasformarsi in disturbo, in altre parole in “tanoressia”, dipendenza dall’abbronzatura.

Definito dagli esperti "Sindrome compulsiva da sole" e chiamato  Oltreoceano "Tanning addiction", il fenomeno è sempre più diffuso. La dipendenza dalla tintarella, infatti, come spiega il dottor Matteo Cagnoni, "è un fenomeno che interessa 11 milioni di persone, circa il 20% della popolazione".

 

Dott. Cagnoni, come distinguere il desiderio della tintarella dal disagio psicologico?
È chiaro che è naturale, comprensibile e non patologica una sana e attenta attenzione alla cura del proprio aspetto e, quindi, anche vedersi meglio un po' abbronzati. Il limite fra questa condizione fisiologica e il “patologico” è misurato in base allo spazio che il pensiero occupa nella nostra mente: il soggetto patologico o meglio “tanoressico” non pensa ad altro.

 

Quali sono i percorsi terapeutici da seguire per curare questa dipendenza?
Per prima cosa prendere in seria considerazione il problema. Preso quindi atto di essere interessati da un fenomeno di dipendenza, nei casi più lievi si può superare anche con l'aiuto di esperti di settore  attraverso terapia cognitivo-comportamentale, counseling.  In altri casi, più severi, anche facendo ricorso per brevi periodi (qualche mese) a farmaci come gli inibitori della ricaptazione della serotonina come gli antidepressivi serotoninergici.

 

Cosa si nasconde dietro l’ossessione per l’abbronzatura?
Dietro l'ossessione per la tintarella si nasconde generalmente una persona caratterialmente iperemotivo-ansiosa. Il sole, in fondo, è un antidepressivo naturale. Possiede un effetto euforizzante, attivando i circuiti del piacere nel cervello, come la liberazione del neurotrasmettitore del buonumore, la  serotonina  e della dopamina. Lo stare al sole alza loro il tono dell'umore e abbassa lo stato d'ansia. La tanoressia viene definita una “dispercezione corporea”, cioè è fondata su un sentimento di insicurezza del sé corporeo: il tanoressico tende quindi a ingigantire una parte del proprio sé, cioè il colore della pelle (non si vedono mai abbastanza abbronzati), così come l'anoressico non si vede mai abbastanza magro. Più sono abbronzati e più si sentono socialmente accettati e competitivi. A monte è presente un desiderio “ossessivo di stare al sole e di abbronzarsi, in tutti i periodi dell'anno. Una pulsione per alcuni incontrollabile.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Abbronzatura intensa, in tutta sicurezza
Abbronzatura intensa, in tutta sicurezza

Per ottenere un colorito uniforme, luminoso e a lunga durata, bastano..

A che punto è il vostro capitale solare?
A che punto è il vostro capitale solare?

Per scoprirlo fate il nostro test. E, se necessario, correggete il vostro..

Proteggi i tuoi occhi con gli occhiali da sole giusti
Proteggi i tuoi occhi con gli occhiali da sole giusti

Per evitare fastidiose congiuntiviti o peggio, alterazioni delle..

Sole: i falsi miti e la verità
Sole: i falsi miti e la verità

Solari water resistant? Meglio riapplicarli dopo il bagno. Il cielo è..

Con i nuovi solari abbronzarsi è facile e sicuro
Con i nuovi solari abbronzarsi è facile e sicuro

Il segreto è racchiuso nella combinazione degli ingredienti in grado di..