I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Salute: successo trapianto di muscolo coltivato in provetta

Traguardo di medicina rigenerativa: i primi test di uno studio per buona parte Italiano, rendono possibile generare in vitro muscoli artificiali. Nuove chance per il trattamento di danni irreversibili alla muscolatura, come nelle distrofie muscolari.

Salute: successo trapianto di muscolo coltivato in provetta

Una ricerca pubblicata dalla prestigiosa rivista scientifica EMBO Molecular Medicine, frutto di uno studio internazionale che vede l'Italia in prima fila con l'Università di Roma Tor Vergata, l'Università di Pavia, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Roma e l'Istituto Scientifico di Ricovero e Cura Multimedica di Milano, segna un importante traguardo per la medicina rigenerativa.

Il team di ricercatori provenienti da Italia, Israele e Regno Unito è riuscito a generare muscoli dell’apparato scheletrico utilizzando un nuovo approccio di ingegneria tissutale. Gli scienziati hanno costruito un muscolo coltivato in laboratorio a partire da cellule staminali adulte per poi impiantarlo nella zampa di un topo. La tecnica è stata resa possibile da cellule ingegnerizzate e cresciute in un biomateriale di supporto per generare un impianto in seguito posizionato vicino ad un muscolo contrattile normale, dove è cresciuto trovando nutrimento.

Risultato? Il muscolo funziona, e a distanza di poche settimane è perfettamente integrato coi tessuti muscolari circostanti. Questo approccio, totalmente positivo, lascia ben sperare - in un futuro prossimo – che tale metodica possa essere impiegata nel trattamento personalizzato di una vasta gamma di danni e patologie muscolari.

La speranza è che i muscoli irreversibilmente danneggiati potranno essere recuperati impiantando cellule proprie del paziente, all'interno della matrice di idrogel, sopra la muscolatura residua adiacente la zona danneggiata.

 

L’ingegneria tissutale per il muscolo scheletrico è una sfida importante e offre un considerevole potenziale per il trattamento di innumerevoli tipologie di danni irreversibili, come ad esempio quelli relativi ad alcune distrofie muscolari. Finora, i tentativi di ricreare un muscolo funzionale all'esterno o direttamente all'interno del corpo hanno avuto un successo limitato. I muscoli artificiali generati in vitro normalmente non sono sopravvissuti al trasferimento in vivo perché l'ospite non fornisce nervi e vasi sanguigni abbastanza rapidamente per sostenere la notevole esigenza di ossigeno richiesta da fibre muscolari già mature.

"La morfologia e la struttura dell'organo artificiale hanno caratteristiche estremamente simili ed indistinguibili da un muscolo scheletrico naturale", spiega Cesare Gargioli uno degli autori principali dello studio che ha svolto la ricerca presso l’Università di Roma Tor Vergata e l'Istituto Scientifico di Ricovero e Cura Multimedica di Milano.

“Siamo molto incoraggiati dal successo del nostro studio, perché abbiamo generato un muscolo intero e funzionale di topo, e al contempo sottolineiamo il fatto che un muscolo di topo è molto piccolo e prima di passare sull’uomo avremo bisogno di ancora più lavoro sperimentale”, commenta Giulio Cossu un altro autore dello studio.

Il prossimo passo sarà quello di utilizzare animali più grandi di dimensioni paragonabili all’uomo per caratterizzare meglio l’efficacia di questo approccio prima di iniziare una sperimentazione clinica. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Malattie reumatiche, non bisogna rassegnarsi al dolore
Malattie reumatiche, non bisogna rassegnarsi al dolore

Una campagna di sensibilizzazione nei riguardi di un problema che..

Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti
Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti

I ragazzi che ne soffrono hanno trascorso qualche giorno sulla Nave..

Malattie reumatiche: prevenirle con esercizi di mobilizzazione
Malattie reumatiche: prevenirle con esercizi di mobilizzazione

Solo con movimenti mirati si può impedire o rallentare la degenerazione..

 Il 28 e 29 maggio sostieni la ricerca sulle malattie genetiche con una passeggiata
Il 28 e 29 maggio sostieni la ricerca sulle malattie genetiche con una passeggiata

Sabato e domenica c’è “Walk of life”, una camminata nei parchi..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..