I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Salute donna: cresce l’aspettativa di vita ma serve più attenzione alla medicina di genere

Salute donna: cresce l’aspettativa di vita ma serve più attenzione alla medicina di genere

Aumenta, seppure di poco, l’aspettativa di vita per le donne italiane (nel 2011 era mediamente 84,5 anni contro i 79,4 anni per gli uomini), anche se il divario tra generi continua a ridursi, al contempo però risultano più elevati per la popolazione femminile i livelli di consumo di farmaci. Questi alcuni dati sullo stato di salute delle donne italiane “fotografato” nella IV edizione del Libro bianco di O.N.Da (l'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna), realizzato grazie al contributo di Farmindustria con il fine di individuare le possibili strategie di intervento nella programmazione sanitaria e incentivare un approccio di genere nel Sistema Sanitario Nazionale (SSN). L’analisi degli indicatori di salute e malattia, nelle diverse regioni italiane, evidenzia le aree più critiche della salute femminile. Si registra un incremento dell’incidenza e della prevalenza di tutti i tumori maligni nelle donne con una differenza Nord-Sud a svantaggio del Settentrione. La prevenzione oncologica si è molto sviluppata nell’ambito degli screening organizzati ed è migliorata su tutto il territorio nazionale. In particolare, per quanto riguarda la vaccinazione anti-Papilloma virus, la copertura raggiunta risulta ancora disomogenea e ben lontana dagli obiettivi prefissati. I dati sulle malattie ischemiche confermano le marcate differenze di genere, con tassi di ospedalizzazione più che doppi negli uomini rispetto alle donne. Nell’ambito della salute mentale, il tasso di ospedalizzazione per i disturbi psichici da abuso di droghe è maggiore per gli uomini ma si registra un aumento tra il genere femminile, in particolare nella fascia di età 45-54 anni. In tema di salute materno-infantile, permane un’alta percentuale di tagli cesarei (38,71%).

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Malattie reumatiche, non bisogna rassegnarsi al dolore
Malattie reumatiche, non bisogna rassegnarsi al dolore

Una campagna di sensibilizzazione nei riguardi di un problema che..

Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti
Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti

I ragazzi che ne soffrono hanno trascorso qualche giorno sulla Nave..

Malattie reumatiche: prevenirle con esercizi di mobilizzazione
Malattie reumatiche: prevenirle con esercizi di mobilizzazione

Solo con movimenti mirati si può impedire o rallentare la degenerazione..

8 marzo, il mondo è delle donne
8 marzo, il mondo è delle donne

Eventi e appuntamenti in giro per l’Italia

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..