I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Salute: le cure migliori dai medici di famiglia

Da settembre, i principali test per la diagnosi e il monitoraggio delle più frequenti malattie croniche, dalla broncopneumopatia cronica ostruttiva alle patologie cardiovascolari e metaboliche, si potranno fare nello studio del medico di famiglia.

Salute: le cure migliori dai medici di famiglia

Ricevere le migliori cure a pochi passi da casa, nell'ambulatorio del proprio medico di famiglia che potrà eseguire tutti gli esami più importanti per la diagnosi, il monitoraggio e la gestione delle malattie croniche, in continuo aumento a causa dell'invecchiamento della popolazione. Via libera, quindi, a spirometria, elettrocardiogramma, misurazione della glicemia, monitoraggio pressorio e altro ancora, per il trattamento delle patologie che oggi riguardano oltre un italiano su tre: broncopneumopatie croniche ostruttive, malattie cardiovascolari e metaboliche, terapia del dolore.

È quanto sostenuto dal progetto InNov@FIMMG della Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale (FIMMG), che prevede la riorganizzazione degli studi di medicina di famiglia in Unità Professionali di Medicina Generale, dotate di personale appositamente formato e di tecnologia diagnostica di primo livello, nell’ottica di una medicina di prossimità e di iniziativa, che non ‘aspetta il paziente’, ma ‘gli va incontro’ prima che le patologie si aggravino o insorgano, con interventi tempestivi e adeguati. 

“Questa scelta si rende necessaria per far fronte allo tsunami dei malati cronici che già oggi rischia di travolgere la sanità e che in futuro sarà sempre più difficile da contenere”, spiega Giacomo Milillo, segretario nazionale FIMMG.

Infatti, secondo recenti stime, il 38 % degli italiani soffre di una patologia cronica, uno su cinque ha due malattie e il 14 % è affetto da più di due, e nel giro di dieci anni la percentuale dei pazienti con più di due patologie croniche arriverà al 20%, complice l'invecchiamento della popolazione. 

“Il medico di famiglia è il primo contatto con il sistema sanitario, il più vicino a ciascun cittadino, deve perciò intercettare i suoi bisogni prima di tutti gli altri rendendo così più fruibile, veloce ed efficiente il percorso di diagnosi e cura – riprende Milillo –. Per questo i medici, aggregati in studi professionali dotati di personale appositamente formato, mediante un percorso condiviso con le Società Scientifiche degli Specialisti, saranno in grado di fornire servizi avanzati sul territorio senza oneri aggiuntivi, dotandosi di strumenti diagnostici di primo livello come spirometri, elettrocardiografi, holter pressori, ecografi, nonché dotazioni telematiche. Esami a basso costo, facili da eseguire e replicare, non invasivi e capaci di indicare chi abbia bisogno di un'indagine ulteriore”.

La dotazione di strumenti diagnostici e la riorganizzazione degli studi può essere a saldo invariato della spesa sanitaria nazionale grazie al risparmio di costi diretti e indiretti, con il miglioramento di appropriatezza e aderenza. 

La prima fase, resa possibile grazie al contributo incondizionato della Menarini, azienda leader del settore, partirà da settembre in 4 Regioni, con la formazione dei primi 100 medici, corrispondenti a un campione di 150.000 cittadini, che avviaranno le prime Unità di Medicina Generale pronte ad erogare servizi di prossimità.

 “Se il progetto confermerà i risultati attesi sarà replicato anche in altre aree della cronicità - sottolinea Milillo, precisando l’obiettivo dell'iniziativa: “un approccio primario alla cura, con una presa in carico complessiva. Non vogliamo né dobbiamo sostituirci agli specialisti, che tuttavia devono intervenire quando ve ne sia realmente la necessità, mantenendo una costante collaborazione. In caso contrario le risorse del sistema sanitario, sempre più scarse, verrebbero sprecate”. 

 

Un caso paradigmatico riguarda la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), che interessa il 4.5 % della popolazione ed è in costante aumento soprattutto negli over 65, dove arriva a un'incidenza del 20%. L'80% dei casi potrebbe essere gestito dal medico di famiglia per i livelli di patologia di grado lieve-moderata o in fase stabile avvalendosi dell’importante supporto dello pneumologo solo per i pazienti più complessi e “alleggerendo” così il carico di malati allo specialista e contribuendo alla prevenzione come ad esempio un'adeguata lotta al fumo, risparmiando solo per questa patologia una cifra stimata dai 600 ai 900 milioni di euro. 

“Tutto ciò consentirà diagnosi e terapie più tempestive, riduzione delle complicanze e delle interminabili liste d’attesa, un miglioramento della qualità di vita e un taglio netto delle spese per il Servizio Sanitario Nazionale, grazie all’abbattimento del 25% dei costi connessi alla BPCO e alla riduzione del 50% del rischio di ricoveri.” conclude Milillo.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Check-up in farmacia
Check-up in farmacia

Non solo medicinali. Da ora nelle farmacie si possono fare test..

Il check up ti salva la vita
Il check up ti salva la vita

Gli esami di routine che aiutano a prevenire i problemi

Le 10 regole per tenere sotto controllo la pressione
Le 10 regole per tenere sotto controllo la pressione

Comincia fin da giovane a prevenire l’ipertensione

Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare
Test genetici per contrastare l’invecchiamento cellulare

Nuovi test cellulari ed ematici per Individuare i “punti deboli”..

Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti
Malattie rare: un successo l'esperienza in mare per i giovani pazienti

I ragazzi che ne soffrono hanno trascorso qualche giorno sulla Nave..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Hai problemi di cuore?
Test - Hai problemi di cuore?

Vuoi sapere qual è il tuo rischio di malattie cardiovascolari? Rispondi..

Il tuo intestino è un po’ pigro?
Test - Il tuo intestino è un po’ pigro?

Non ne parli per imbarazzo, ma anche perché non sai da che parte..

Sei combattiva o fatalista?
Test - Sei combattiva o fatalista?

Sei convinta di poter esercitare un controllo sugli eventi e di poter..

Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?
Test - Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?

Tradizionalista convinta o pronta a provare le medicine complementari?..