I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Cervello: la dieta contro l’invecchiamento cerebrale

In occasione della Settimana Mondiale del Cervello, dal 16 al 22 marzo 2015, la Società Italiana di Neurologia sottolinea l’importanza della corretta alimentazione per proteggere dall’insorgere precoce dei disturbi cognitivi e delle demenze.

Cervello: la dieta contro l’invecchiamento cerebrale

Promossa a livello internazionale dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa, dalla Dana Alliance for the Brain Iniziatives e dalla Society for Neuroscience negli Stati Uniti, torna da oggi, lunedì 16 marzo 2015, fino al 22 la Settimana Mondiale del Cervello, il cui tema quest’anno è “Nutrire il cervello. Dieta e malattie neurologiche”.

 

All’iniziativa aderiscono ogni anno società neuroscientifiche di tutto il mondo, tra cui anche la Società Italiana di Neurologia, oltre a numerosissimi enti, associazioni di pazienti, agenzie governative, gruppi di servizio ed organizzazioni professionali di oltre 82 Paesi.

Tema centrale della campagna, sostenuto a gran voce dalla SIN, riguarda la nutrizione e la sua importanza nel proteggere il cervello dall’insorgenza precoce dei disturbi cognitivi e delle demenze. Gli specialisti SIN affermano che fattori ambientali di tipo alimentare, fisico e cognitivo rivestono un ruolo fondamentale per il sano e corretto funzionamento della mente.

“Il ruolo della prevenzione – sostiene il Prof. Aldo Quattrone, Presidente SIN – è cruciale nel caso delle malattie neurodegenerative; in ambito neurologico la prevenzione passa in primo luogo attraverso un corretto nutrimento del cervello, da intendersi tanto in senso stretto, come accorta e sana alimentazione, quanto in senso più ampio, come esercizio fisico e allenamento intellettuale, entrambe buone pratiche per prevenire l’invecchiamento cerebrale”.

 

In occasione della Settimana Mondiale del Cervello, la Società Italiana di Neurologia prevede, anche per questa edizione, l’organizzazione sul territorio nazionale d’incontri divulgativi, convegni scientifici, attività per gli studenti delle scuole elementari e medie, oltre all’iniziativa “Neurologia a porte aperte”, che prevede visite guidate dei reparti e dei laboratori ospedalieri.

Il dettaglio delle iniziative italiane della Settimana Mondiale del Cervello è consultabili online, all’indirizzo www.neuro.it.

 

Gli esperti puntano il dito sugli alimenti che possono avere un ruolo nella genesi dei disturbi neurologici o che incidono negativamente su condizioni preesistenti, raccomandando particolari cibi e nutrienti con valore terapeutico per determinate patologie del sistema nervoso. Eccone alcune.

Per la Malattia di Parkinson, ad esempio, è importante sapere che i pasti, specie se ricchi di proteine, possono interferire con l’assorbimento della levodopa, il più importante farmaco utilizzato per la cura della patologia, causandone la sua diminuita efficacia. I prodotti vegetali, invece, garantiscono un ricco apporto di fibre e sono più facili da masticare, caratteristica fondamentale per pazienti nello stadio medio-avanzato del parkinsonismo, che presentano problemi di deglutizione. Inoltre, i minerali e le vitamine di cui i cibi vegetali sono ricchi, soddisfano il maggior fabbisogno di tali micronutrienti dei pazienti con MP.

 

Un’alimentazione povera di colesterolo e ricca di fibre, vitamine ed antiossidanti e di grassi insaturi riduce l’incidenza anche della malattia di Alzheimer, come dimostrato in studi di popolazione su ampie casistiche. Alcune carenze vitaminiche, in particolare di folati e vitamina B12, possono facilitare l’insorgenza di demenza. Anche un moderato consumo di caffè e di vino rosso sembrerebbero avere un ruolo protettivo nei confronti dello sviluppo della demenza e sono in corso attualmente degli studi di popolazione destinati a confermare tali ipotesi.

 

Benché il beneficio di una dieta ipocalorica nella prevenzione della Sclerosi Multipla, ipotizzato in passato senza solide basi scientifiche, sia stato smentito, sembra ormai dimostrato come una dieta ricca di grassi insaturi sia in grado di modulare e diminuire l’attività infiammatoria legata a questa patologia, svolgendo una funzione neuro-protettiva. Inoltre, se si considera che uno dei meccanismi causali della SM è il danno ossidativo, appare fondamentale prediligere una dieta ricca di alimenti con proprietà anti-ossidanti, contenenti vitamina A, E, C, e acido lipoico. Un ruolo di particolare importanza nella SM è svolto dalla vitamina D: la patologia sembra infatti più frequente in aree a minore esposizione ai raggi solari. E poiché persone con SM soffrono generalmente di osteoporosi, una terapia con vitamina D e calcio può trovare, in alcuni casi, una sua giustificazione come terapia preventiva del rischio di fratture.

 

È inoltre necessario sottolineare come la carenza di determinati macronutrienti e micronutrienti, tra cui soprattutto vitamine del gruppo B e proteine, possa provocare danni a carico delle strutture nervose. Un regime alimentare vegetariano seguito da quasi 4 milioni di italiani, se da un lato si è dimostrato in grado di prevenire patologie cardiovascolari o diabete, dall’altro rischia, soprattutto nella sua declinazione vegana (400.000 persone in tutta Italia), sembrerebbe determinare serie carenze di alcuni nutrienti essenziali, provocando sia un aumento dei livelli plasmatici di omocisteina, sostanza associata all’incremento del rischio di demenza e di malattie cerebro-vascolari, sia un aumento dei livelli di S-adenosil-metionina, che favorisce l’insorgenza di disturbi di tipo mielopatico e neuropatico.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Non farti tentare dai cibi light
Non farti tentare dai cibi light

Per mantenersi in linea non basta consumare cibi alleggeriti, anzi, il..

Dagli alimenti un supplemento di benessere
Dagli alimenti un supplemento di benessere

Per assumere vitamine, minerali e fitonutrienti non è necessario..

Centrifugati: vitamine e minerali a primavera
Centrifugati: vitamine e minerali a primavera

La migliore cura ricostituente, per grandi e piccini, per vincere..

Il gelato: una fonte di calcio e di vitamine
Il gelato: una fonte di calcio e di vitamine

È l’alimento preferito da grandi e piccini ed è anche una soluzione..

La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona
La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona

I bambini esposti agli spot che reclamizzano bibite zuccherate e fast..

Tabelle di composizione degli alimenti
Strumenti - Tabelle di composizione degli alimenti

I dati riportati sono per il 70% dati sperimentali originali, ottenuti da..

Obiettivo corpo perfetto
Strumenti - Obiettivo corpo perfetto

Sei una sportiva o ti accontenti di mantenere il tuo peso forma stando..

Calorie di troppo
Strumenti - Calorie di troppo

Determina il tuo metabolismo basale (BMR) e saprai di quante calorie..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Sei un soggetto attivo o passivo?
Test - Sei un soggetto attivo o passivo?

Seguire una dieta è più facile se sai riconoscere i comportamenti che..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..