I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Salute a tavola: boom di allergie, intolleranze e celiachia

Salute a tavola: boom di allergie, intolleranze e celiachia
da sinistra, prof. Massimo Triggiani e prof.Giorgio W. Canonica

Esplodono le allergie alimentari in Italia: a esserne colpiti, oltre tre milioni di persone, cifra quasi raddoppiata nel corso degli ultimi dieci anni. A soffrirne principalmente sono i bambini, circa il 6%, contro il 4% degli adulti, e tra le cause il numero, in crescita, dei tipi di proteine alimentari in grado di dare allergia. Gli alimenti che possono provocare una reazione allergica, appartengono infatti sia al mondo animale che a quello vegetale. Tra tutte, prevalgono quelle per frutta e verdura, ma sono molto frequenti anche quelle per semi, crostacei, latte e uova.  A seconda delle proteine, ci possono essere delle forme più o meno gravi, con reazioni quali shock anafilattico, orticaria e angioedema, o disturbi lievi, quali quelli gastrointestinali e al cavo orale.

Per quanto riguarda la malattia celiaca, questa coinvolge sempre il sistema immunitario: interessa anticorpi diversi, che reagiscono soltanto con un componente dell’alimento, il glutine, presente nel grano e nei cereali. La celiachia si diagnostica attraverso la ricerca di anticorpi specifici, ma necessita di controlli anche nel sistema gastroenterico dove l’anticorpo incontra il glutine del grano.

“Entrambe sono malattie del sistema immunitario, seppur diverse – spiega la Prof.ssa Donatella Macchia, Dir. Medico I liv. Allergologia Immunologia Clinica Osp. S. Giovanni di Dio di Firenze e Membro Direttivo SIAAIC -  Ma ci possono essere persone celiache che possono manifestare anche allergie alimentari. All’inizio della loro dieta senza glutine, queste persone traggono un iniziale beneficio dalla dieta senza glutine, ma poi possono tornare sintomi simili a quelli prima della diagnosi, causati dallo scatenarsi delle allergie alimentari. Ancora non esistono stime certe per questi casi, ma sono sicuramente in aumento: riguardano spesso la frutta, anche quella secca, e le farine in alternativa al grano. Se i celiaci soffrono di asma e raffreddore allergico è più facile che si presenti anche l’allergia alimentare”.

Scarsa la consapevolezza delle differenze tra allergie e intolleranze anche nel campo medico: la percezione di intolleranze alimentari supera il 40%, le vere allergie alimentari interessano circa l'8-10 % della popolazione, la malattia celiaca riguarda l'1% della popolazione. 

Una particolare attenzione deve essere rivolta nei confronti dei test fatti tramite il web: gli specialisti sottolineano che “Nel 90% dei casi l'informazione via internet è scorretta, o in toto o parzialmente. E se la diagnosi è errata, il paziente che si rifugia subito in farmaci può incorrere a danni significativi, oltre ovviamente a non curare nulla. Anche quando la diagnosi è corretta, c’è bisogno di attenzione per capire non soltanto il sintomo, ma per individuarne le cause”, spiega il Prof. Massimo Triggiani, Presidente uscente SIAAIC e docente di Allergologia e immunologia clinica presso l'Università di Salerno. 

I sintomi delle allergie alimentari possono inizialmente essere molto sfumati e presentarsi come orticaria, dolori addominali, nausea, vomito o diarrea. Nei casi più gravi, però, le allergie alimentari provocano delle condizioni estremamente gravi come l’angioedema (gonfiore della mucosa del cavo orale e della gola che causano difficoltà respiratoria) ed il temibile shock anafilattico.

Di questi argomenti, se ne sta parlando in questi giorni a Roma, dove fino a domani, sabato 12, è in corso il 4° Congresso IFIACI (Federazione delle società di Allergologia e Immunologia Clinica) e 27° Congresso Nazionale della SIAAIC, Società Italiana Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica. “Il congresso di quest’anno costituisce un evento importante perché da pari dignità a tutte le componenti dell’allergologia e dell’immunologia clinica italiana, e ristruttura la società ponendo nuove basi - dichiara il Prof. Giorgio W. Canonica, Neopresidente SIAAIC e Direttore Clinica Malattie Respiratorie e Allergologia dell'Università di Genova – Anche le aree tematiche di interesse in modo da dare eguale importanza a tutti gli argomenti che fanno parte della materia”. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Celiachia, quando si diventa intolleranti
Celiachia, quando si diventa intolleranti

È un disturbo sempre più diffuso; oggi ne soffre una persona su 100

La celiachia non ancora diagnosticata e curata può causare infertilità
La celiachia non ancora diagnosticata e curata può causare infertilità

Alterazioni nella fertilità, aborti ricorrenti, parti pre-termine. Sono..

Sensibilità al glutine: una nuova malattia
Sensibilità al glutine: una nuova malattia

Non ha niente a che vedere con la celiachia ma è provocata dalla stessa..

Intolleranze alimentari: impara a sostituire i cibi che non sopporti
Intolleranze alimentari: impara a sostituire i cibi che non sopporti

Si manifestano dopo l’assunzione di determinati alimenti e possono..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..