I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Camila Raznovich: tutto sulla mia gravidanza

La conduttrice della serie televisiva “Amore criminale”, ci parla della sua gravidanza in un libro edito da Rizzoli

Camila Raznovich: tutto sulla mia gravidanza

Per Camila, che di cognome fa Raznovich, partita da Mtv come veejay e arrivata a Raitre con “Amore criminale” (che riprende il 22 ottobre), è giunto il momento di fare outing sulla gravidanza, il parto e la depressione post partum. Come? Attraverso un libro? Non proprio. Piuttosto un diario di un una mamma politicamente scorretta. Titola “M’ammazza” (Rizzoli) e Camila ha impiegato 5 mesi a scriverlo, ma alla fine ce l’ha fatta, mettendo nero su bianco la sua storia.

Ironico e privo di stucchevoli aspettative, il libro “non vuole essere un manuale sulla maternità. Non mira a illuminare nessuna. Piuttosto è uno sfogo, ma anche uno scrigno dove trovare argomenti che non vengono trattati spesso. Dice lei: “Quando aspettavo mia figlia Viola,  ho iniziato a leggere molti libri sul parto: tutti molto medici e molto positivi, dove il dolore non veniva raccontato. Non c’era neppure la paura. Ho scelto allora di scrivere la mia esperienza per sdoganarmi dalla verità. Magari qualche neomamma potrà sentirsi meno sbagliata. Perché il problema delle mamme è il senso di colpa, il non sentirsi in grado. Leggere che va tutto bene, che ci siamo passate tutte, consola, rilassa e ci fa sentire un po’ più in pace con noi stesse.

Non sempre la gravidanza, però, è solo una “dolce attesa”. È un periodo particolare, che ognuna di noi vive alla propria maniera, e  non esistono istruzioni per l’uso. Nessuno ti dice cosa significa davvero, lo devi scoprire da sola. Non mancano le difficoltà, come le nausee, la trasformazione del corpo, gli scompensi ormonali, le paure e tanto altro. E ancora gli alimenti vietati: durante la gravidanza, niente sushi, né caffè, niente salame, tartare di carne, insalata ai ristoranti. Se volevo una mela dovevo sbucciarla. E poi? Vuoi mettere i timori di perdere il bimbo? Nei primi tre mesi, soprattutto. A me è capitato: ho perso un secondo bambino. Ma solo parlandone con le amiche o al parco ho scoperto che succede a una donna su 4. Certo, ci sono giorni in cui gridi al miracolo, sentendo il cuore del bimbo battere dentro te. Tutte cose di cui si parla poco o niente ed io ero arrabbiatissima perché nessuno me le aveva raccontate prima.

Ecco perché ho voluto trattare nel mio libro, punto per punto tutti quegli aspetti che possono essere d’aiuto ad altre future mamme!”

di Roberta Maresci

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Vignette e libri divertenti: le donne scoprono l’ironia per combattere il cancro
Vignette e libri divertenti: le donne scoprono l’ironia per combattere il cancro

Intervista a Marisa Acocella Marchetto, l’illustratrice italoamericana..

Gravidanza serena over 35
Gravidanza serena over 35

Con l’età aumenta anche il rischio di complicazioni per le gestanti,..

Gravidanza: quali gli esami da fare prima e durante
Gravidanza: quali gli esami da fare prima e durante
Video - Gravidanza: quali gli esami da fare prima e durante

Rosanna intervista il Professor Claudio Giorlandino

Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono
Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono

È una parte del corpo che è messa a dura prova e merita quindi cure..

Gestosi: attenzione all’ipertensione in gravidanza
Gestosi: attenzione all’ipertensione in gravidanza

È un disturbo che può colpire soprattutto le mamme primipare