I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Quando in casa arriva un bimbo e ci sono animali domestici

Micio e Fido potrebbero ingelosirsi del nuovo arrivato. Come gestire la presenza di un neonato e non farli sentire trascurati

Quando in casa arriva un bimbo e ci sono animali domestici

A cura del dott. Marco Varano Medico veterinario, direttore sanitario dello Zoospedale Flaminio di Roma

 

Quando in casa arriva la cicogna è bene prepararsi a gestire questo lieto evento, senza dimenticarsi del nostro amato amico a quattro zampe. Proprio come si fa con un bambino, quando sta per nascere un fratellino. Anche i cani e gatti, infatti, soffrono di gelosia: il nascituro inevitabilmente toglierà loro qualche attenzione e coccola. E più il nostro amico era viziato, più risentirà del fatto di non essere più il solo “piccolo di casa”. Con qualche accorgimento e organizzazione sarà però facile superare qualsiasi forma di gelosia e addirittura trasformare il nostro cagnolino o gattino nel più caro compagno di giochi di nostro figlio. L’importante è non fargli mai sentire il suo amore minacciato. Vediamo come.

 

Presentate il neonato al cane

Quando il neonato arriva in casa, dovrà stare nella carrozzina o in braccio al papà o a un altro familiare. Non in braccio alla mamma, che dovrà essere libera di dedicare le attenzioni al cane, dopo la sua assenza prolungata per il parto. Permettete pure al vostro animale di annusare il piccolo, senza toccarlo. Basterà un breve e sorvegliatissimo primo impatto. Poi la mamma potrà prendere tra le sue braccia il bimbo.

 

Arredate con Fido la cameretta

Allestite la cameretta, cominciate a sistemare i mobili e gli oggetti del bambino in presenza del vostro amico a quattro zampe. Così, non si sentirà escluso. Permettetegli di ispezionarla, annusarla nei vari angoli. Anche lì iniziate a “spargere” i profumi dei prodotti per il bambino. Una volta che ha conosciuto la nuova zona di casa, chiudete la porta. Fategli capire che quello non è il suo ambiente, non deve avere l’accesso libero. Stabilite in anticipo i confini.

 

Ricordate che…

Fido e Micio sono abitudinari: le variazioni della routine dovranno avvenire gradualmente. Se dorme nella vostra camera o sul letto, cominciate a spostarlo piano piano organizzandogli un nuovo giaciglio, accogliente e con tanti premi. Se prevedete che lo porterà a passeggio qualcun altro, cominciate prima dell'arrivo del piccolo. Se muteranno gli orari delle uscite, modificateli piano piano. Se il suo posto in auto cambierà, fatelo due mesi prima. Il vostro amico non dovrà associare l’arrivo del neonato ai cambiamenti delle sue abitudini.

 

Consigli utili

1 Abituatelo ai nuovi odori dei prodotti che userete per il bebé: borotalco, creme, lozioni. Magari spruzzateveli addosso. Con l’arrivo del piccolo gli appariranno già familiari.

2 Prima che il bambino arrivi a casa, portate una copertina o un suo abitino e fatelo annusare al vostro amico animale. Ma evitate che l’indumento si trasformi in giocattolo!

3 Se Fido ha un carattere particolare, fatevi aiutare da un veterinario comportamentalista interpellandolo prima della nascita del bimbo.

4 Se il vostro animale è tranquillo potete portarlo con voi a fare le passeggiate con la carrozzina. Coinvolgetelo: non si sentirà solo.

5 Ritagliate del tempo solo per voi e Fido: magari mentre il bimbo dorme.

6 Mai permettere al bambino di avvicinarsi al cane o gatto da solo; mai lasciare l'animale con il bambino, senza il vostro controllo. Sono imprevedibili!

7 Quando il bimbo sarà più grande, insegnateli che non deve infastidire il cane mentre riposa, mangia o gioca con il suo osso o altri oggetti suoi. E che non deve rincorrere in casa l’animale o intrappolarlo in qualche posto.

di dott. Marco Varano (medico veterinario)

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento