I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Psoriasi: come assicurare alla pelle un cosmetico idoneo

Molti pazienti colpiti dalla patologia cutanea hanno la necessità di integrare i farmaci con una terapia cosmetica che ripristini la corretta idratazione, limiti la secchezza, il fastidio e il prurito delle placche. Al via i corsi informativi SKINECO

Psoriasi: come assicurare alla pelle un cosmetico idoneo

In fatto di cosmesi, spesso vengono utilizzati termini come ‘ecologico’, ‘dermatologicamente testato’ e ‘naturale’. A volte, è sufficiente un claim pubblicitario accattivante per indurci ad acquistare un cosmetico. Ma sarà davvero un prodotto adatto alla pelle e al pianeta? Il quesito ha ispirato SKINECO, l’associazione Internazionale di Ecodermatologia, a ideare un ciclo di appuntamenti per aumentare la conoscenza dell’EcoDermoCompatibilità anche tra gli addetti ai lavori.

 “Abbiamo deciso di iniziare con la psoriasi perché i circa 2 milioni e mezzo di pazienti hanno necessità di integrare i farmaci con una terapia cosmetica che ripristini quotidianamente la corretta idratazione, limiti la secchezza, il fastidio e il prurito delle placche di psoriasi, e utilizzi detergenti e shampoo”, spiega la Dottoressa Pucci Romano, Specialista in Dermatologia e Presidente Skineco. “Mantenere in equilibrio il film idrolipidico è fondamentale per controllare la salute della barriera cornea e prevenire i fenomeni infiammatori. Nelle più comuni creme e lozioni consigliate per ripristinare e mantenere la corretta idratazione delle lesioni psoriasiche sono presenti troppe sostanze come petrolati, paraffina liquida, siliconi, PEG (polietilenglicoli), disturbatori ormonali come il BHA (butilidrossianisolo), usato generalmente come conservante”, segnala il presidente .

 Sei gli incontri previsti a Roma. Al corso sulla psoriasi, al via oggi, venerdì 3 ottobre, ne seguiranno altri sui temi dell’acne, della cosmetica per bambini e la protezione del loro delicato organismo da sostanze dannose, della cosmesi al maschile e quella per i nostri amici a 4 zampe: i prodotti a loro destinati rispettano l’ambiente? E venirne a contatto può essere fonte di problemi per gli umani?

Il calendario sarà aggiornato e disponibile sul sito dell’Associazione, www.skineco.org

I corsi sono aperti a dermatologi, farmacisti e cosmetologi e la frequenza dà diritto all’acquisizione di crediti formativi. Ma saranno seguiti anche dal pubblico.

Per registrarsi inviare una mail a: skineco@meeter.it

 “I cosmetici rappresentano una categoria di prodotti di largo consumo e di ampia diffusione - continua la dottoressa Romano - si tratta di prodotti che fanno parte della nostra vita quotidiana ed il cui impiego è legato a comportamenti abituali (igiene personale, protezione, deodorazione, make-up etc.). Possono essere utilizzati con la massima tranquillità quando sono prodotti seguendo le normative vigenti ma a tutt’oggi non devono ancora, per legge, sottoporsi ad alcuno standard ecologico, di sostenibilità ambientale, di biodegradabilità. Il loro uso massiccio sta facendo emergere un aumento di situazioni come pelli sensibili e reattive, asfittiche, con pori dilatati, dermatiti atopiche, forme di acne anche in soggetti adulti ecc.”, avverte il presidente Skineco.

A tutt’oggi manca una regolamentazione  legislativa per la eco-tossicità dei cosmetici e le varie certificazioni sono tutte facoltative. Skineco ha quindi indirizzato la sua attenzione su una ‘chimica amica’ e su una serie di materie prima che hanno mostrato essere compatibili con la pelle e con l’ambiente.

Se la pelle sana risente dell’uso di prodotti non adatti, è facile immaginare come il problema riguardi a maggio ragione la cute ‘patologica’. Eppure i cosmetici possono essere usati nella terapia integrata di molte patologie (cutanee ma anche in corso di malattie oncologiche e sistemiche) per creare sinergismo con la terapia farmacologica, controllare eventuali effetti collaterali, impedire la sensibilizzazione, diventare – quando possibile - un’alternativa ai farmaci, ovviamente migliorando la componente psicologica.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Cosmetico o cosmeceutico?
Cosmetico o cosmeceutico?

Sai qual è la differenza? Ecco come distinguerli

Troppe docce possono compromettere la salute della pelle?
Troppe docce possono compromettere la salute della pelle?

Il consiglio del dermatologo è detergere l'epidermide, senza impoverirla

La cosmesi bio-elettrica per restituire energia alla pelle
La cosmesi bio-elettrica per restituire energia alla pelle

La nuova tecnologia anti age ripristina la naturale elasticità e..

Sfatiamo i luoghi comuni sui prodotti per la pulizia e la cura della pelle
Sfatiamo i luoghi comuni sui prodotti per la pulizia e la cura della pelle

Latte detergente, tonico, idratante: sicure di avere le idee chiare?

Cosmesi verde per una bellezza “sana”
Cosmesi verde per una bellezza “sana”

Scopriamo la sottile, ma sostanziale differenza tra bio e naturale

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..