I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Nascono gli Emotivi anonimi, per imparare a gestire le emozioni

Coordinati da un esperto, insieme ad altri con le stesse difficoltà, si impara a riconoscere le proprie fragilità

No pagePagina successiva
Nascono gli Emotivi anonimi, per imparare a gestire le emozioni

Nati sulla falsariga dei gruppi di dipendenza da alcol o droga e già presenti in numerosi Paesi all’estero, oggi arrivano anche in Italia i gruppi di mutuo-aiuto (gratuiti e anonimi) dedicati agli “emotivi” ovvero coloro che vengono sopraffatti dalle emozioni. Timidezza, stress, invidia, ma anche tristezza e paura se portati all’eccesso diventano fragilità difficili da tenere a bada e sfociano in ansia, comportamenti e fobie irrazionali che ostacolano le relazioni sociali. Ma non sentirsi soli e parlarne può essere d’aiuto a esorcizzare il problema. Coordinati da un moderatore, queste persone si incontrano, si mettono in cerchio e iniziano a raccontare la loro esperienza di ansia per cercare di uscire dal “tunnel”. Ma funziona davvero? “Sì – risponde Francesca Santarelli, psicologa e psicoterapeuta a Milano – perché condividere le proprie emozioni significa prima di tutto imparare a riconoscerle. Spesso, infatti, il problema è una scarsa educazione alle emozioni fin dai primi anni di vita. I gruppi di mutuo-aiuto sono supportati da una figura competente che insegna a gestire le emozioni in eccesso spiegando cosa sono e da cosa vengono generate”.

 

Emozioni represse?

“Le emozioni generano paura quando si è cresciuti in un ambiente che ha trasmesso un’idea errata dell’emotività, come se fosse un pericolo e, quindi, da reprimere. Questo atteggiamento è frutto soprattutto del comportamento dei genitori e del loro modo di esprimere l’emotività. La forma in cui viviamo o giudichiamo le emozioni da adulti dipende esclusivamente dagli esempi e dall’educazione emotiva ricevuta da bambini” spiega la dottoressa Santarelli. “Ci sono famiglie in cui, per esempio, si respira tristezza e timore a parlare. Se, invece, fin da piccoli viene insegnato il poter esprimersi liberamente, senza rischiare di essere giudicati, da adulti si avrà un rapporto più sereno con il proprio mondo emotivo.

PARLIAMO DI: emotivi anonimi, emozioni, fobie,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Fobie, bisogna intervenire prima che diventino una malattia

Come impedire che le piccole paure, incontrollabili e irrazionali,..

Perché le donne ricordano meglio le emozioni

Un diverso meccanismo biologico condiziona i ricordi degli uomini..

Punturine di botox? Sei a rischio di analfabetismo emotivo

Secondo uno studio americano, chi ricorre al botulino avrebbe più..

Come gestire la malinconia

Un momento di tristezza indispensabile per l’equilibrio delle emozioni,..

Ti piacciono le feste di Natale?
Test - Ti piacciono le feste di Natale?

Si avvicinano le feste con il loro carico di emozioni, aspettative,..

Quanto sei passionale?
Test - Quanto sei passionale?

Le emozioni condizionano la tua vita oppure cerchi di tenerle a freno per..