I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Primavera stagione dell’amore? Macché è l’inizio del divertimento!

La classifica delle Top 20 di iTunes segnala che, dopo marzo, l’indice di gradimento delle canzoni sentimentali inizia a scendere

Primavera stagione dell’amore? Macché è l’inizio del divertimento!

Chi ha detto che la primavera dovrebbe risvegliare i sentimenti? La classifica delle Top 20 del 2010 di iTunes suggerisce il contrario: proprio in questo periodo, l’indice di gradimento delle canzoni d’amore inizia progressivamente a scendere, a vantaggio dei brani che “demoliscono” il romanticismo. Alla fine di febbraio, appena dopo San Valentino, le hit sentimentali raggiungono il picco di gradimento. Poi, però, inizia la discesa, prima che continua vertiginosamente fino alla fine di maggio. Per tutta l’estate, e ancora fino alle vacanze di Natale, le canzoni d’amore vengono praticamente ignorate, e non riescono a tornare ai primi posti della chart.

 

L’estate non è un periodo favorevole nemmeno per i brani che parlano di cuori spezzati e affetto non ricambiato: dopo il picco di gradimento che raggiungono il 23 maggio, non sono più molto richieste. “In estate – spiegano gli autori della ricerca – piacciono molto anche le hit che non c’entrano nulla con i sentimenti, come “Empire State of Mind”, di Jay Z e Alicia Keys, un inno a New York. In quel periodo, le classifiche sono dominate da pezzi dance che i dj “sfoderano” per le vacanze. E anche da veri e propri “inni” sportivi, se ci sono campionati importanti, come la Coppa del Mondo Fifa del 2010”.


Peggio ancora, per le canzoni d’amore, il periodo da ottobre alla fine di dicembre. I ricercatori hanno individuato un’analogia fra le loro conclusioni e il grafico (http://www.informationisbeautiful.net/2010/peak-break-up-times-on-facebook/) che i giornalisti David McCandless e Byron Lee hanno elaborato, e che registra le fasi dell’anno in cui le coppie tendono a “scoppiare”. Il picco è proprio da ottobre fino a poco prima di Natale.

Secondo la psicologa Holli McMenamin, “è una fotografia interessante dello stato d’animo generale della popolazione. Ed è una dimostrazione che decidere di lasciarsi non è casuale come si potrebbe immaginare”.

di Monica Coviello

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Quando la mamma ha un nuovo fidanzato

Presentare ai figli il nuovo compagno è una situazione delicata da..

Liti di coppia: le peggiori per motivi futili

Scenate furibonde per un nonnulla? Attenzione: possono portare alla rottura

Risposarsi: un trend in crescita

Più maturi e consapevoli, la seconda volta diminuiscono le aspettative..

E vissero per sempre felici e contenti...

Scoperto il segreto per un matrimonio perfetto e duraturo

In campagna, la coppia non scoppia

Fuori dalla città, i rapporti sentimentali sono più felici e durano..