I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Psicologia: come sopravvivere alla negatività altrui

Attenzione a chi si lamenta sempre: individui negativi che si lagnano di tutto e di tutti. Dallo specialista, i consigli per liberarsi di questo genere di persone.

No pagePagina successiva
Psicologia: come sopravvivere alla negatività altrui

A cura di ALESSANDRO COZZOLINO, personal coach - www.alcoach.it

 

Sono ovunque intorno a noi. Le conosciamo direttamente o indirettamente e riconoscerle non è poi così difficile. Sono le persone tossiche, quegli individui oltremodo negativi e grigi che oscurano anche i cieli più tersi e sereni con costanti lamentele, continui sbalzi d’umore, commenti pungenti e distruttivi fatti di parole il più delle volte piene di risentimento e rabbia repressa.

Tutti noi siamo a conoscenza dei danni fisici e psichici causati da sostanze tossiche, da alimenti nocivi e abitudini poco salutari. Eppure, nella stragrande maggioranza dei casi tendiamo a prendere sottogamba un certo tipo di persone con cui ci relazioniamo regolarmente e che arrecano, in un certosenso, gli stessi danni.

 

Chi sono le persone “tossiche”

Il punto è che ai più risulta difficile accettare che la vita sia diversa da quanto sognato e desiderato. Si finisce così col lamentarsi di tutto e di tutti, sempre, comunque e in ogni dove. E la sofferenza diventa il “porto sicuro” in cui sguazzare. Ma non solo. Chi non accetta e non vive serenamente la propria vita è altamente incline a rovinare anche la vita degli altri. Ecco che quindi diventa di cruciale importanza saper selezionare le persone con cui ci relazioniamo. Offrire il proprio sostegno al prossimo è sicuramente cosa buona. Ma cadere in quelle trappole fatte di ricatti emotivi e psicologici è altamente pericoloso, nocivo e tossico.

Secondo diversi studi, infatti, spendere il proprio tempo e le proprie energie con soggetti spropositatamente negativi avrebbe conseguenze altrettanto negative da non sottovalutare. Sarebbero sufficienti appena trenta minuti al giorno passati ad ascoltare coloro che credono capiti sempre tutto a loro, e che ritengono che qualsiasi cosa accada sia un motivo in più per lamentarsi, per vedere letteralmente andare in fumo una notevole quantità di neuroni del nostro cervello che, a quanto pare, si spengono ogni volta che entriamo in contatto con una “pittima”, termine che sta a indicare una persona lagnosa e noiosa. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (4/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Affrontare la rabbia con la bioenergetica
Affrontare la rabbia con la bioenergetica

Una tecnica che ti aiuta a liberarti da tensioni e blocchi emotivi

Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia
Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia

Rafforzati i controlli sui prodotti di origine animale e non, in arrivo..

Una vacanza “sana”
Una vacanza “sana”

Guida alle vaccinazioni da fare prima di partire per mete esotiche

Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita
Alimentazione e salute: come migliorare la qualità della vita

Dai consigli per imparare a farsi un orto sul balcone alle ricette per..

In vacanza riesci a staccare dal lavoro?
Test - In vacanza riesci a staccare dal lavoro?

Scopri con il nostro divertente test, se riesci a fare spazio dentro di..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..