I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Impulsività: quando diventa patologica

Un’eccessiva emotività può dare origine a reazioni istintive esagerati. E a volte non basta contare fino a 10 per calmarsi

No pagePagina successiva
Impulsività: quando diventa patologica

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente in alcune rispetto ad altre, fino a diventare un disturbo della personalità. In questo caso, l’istinto prende il sopravvento sulla volontà e si manifesta con comportamenti anche violenti, che possono perfino mettere in pericolo la persona che li compie o chi le sta vicino.

L’impulsività deriva da un’eccessiva emotività, quel lato del carattere che si manifesta quando la reazione a un bisogno interno o a una situazione supera un certo limite, cioè quando la risposta è esagerata e troppo intensa rispetto allo stimolo che l’ha causata.

 

Quando diventa una malattia

Nel caso in cui l’impulsività sia da considerarsi un vero e proprio disturbo psicologico si possono distinguere due tipologie, entro i quali si trovano numerose forme e manifestazioni.

L’impulsività costituzionale si manifesta spesso in forma ereditaria, non solo per problemi psichici o alterazioni dell’umore e del carattere, ma anche per la presenza di alcune malattie, come l’epilessia.

L’impulsività acquisita, invece, è dovuta a uno squilibrio che risale ai tempi dell’infanzia, dovuti al bambino stesso, all’educazione ricevuta o all’ambiente in cui il piccolo ha trascorso i primi anni di vita. Spesso, questo tipo di impulsività si manifesta in seguito a una malattia, come un’infezione al cervello o a un trauma.

 

Scoperto il gene del problema

Studiando la mappa genetica delle persone che si sono macchiate di crimini violenti, si è constatata la presenza di geni che evidenziano il lato caratteristico di un comportamento impulsivo e aggressivo.

Grazie al sequenziamento del DNA, i ricercatori hanno confrontato i dati dei soggetti impulsivi con quello dei soggetti normali e hanno scoperto una variazione del gene HTR2B che influisce notevolmente sul fattore predittivo del comportamento impulsivo. Questa mutazione genetica risulta essere determinante a livello comportamentale se viene associata al consumo di alcol, mentre da sola non ha alcuna importanza. Questo studio apre nuovi scenari, che mettono i medici in condizione di curare individui con atteggiamenti patologici impulsivi e violenti, in primo luogo eliminando il consumo di alcol nei soggetti a rischio.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Esercizi yoga per ridurre i fastidi della menopausa

Attenua le vampate di calore, i disturbi del sonno e i disagi psicologici..

Vuoi star bene? Fai yoga! Studi clinici lo confermano

La disciplina più amata dalle celebrità di Hollywood è apprezzata..

La corsa incrocia il Tai Chi e lo yoga

Chirunning, Yoga for Runners e Trekking Yoga: tre nuove discipline che..

Gli esercizi yoga perfetti in gravidanza

Ti spieghiamo come eseguire due posizioni molto semplici che possono..