I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La prevenzione viaggia ad alta velocità

Milly Carlucci madrina della campagna Frecciarossa 2016

La prevenzione viaggia ad alta velocità

È iniziata, per la sesta edizione, la campagna Frecciarossa 2016 (promossa con l’Associazione IncontraDonna Onlus e il patrocinio del ministero della Salute), con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prevenzione dei tumori. In particolare, l'iniziativa promuove l’adozione di corretti stili di vita per combattere e sconfiggere il tumore al seno e il virus del papilloma.

Madrina dell’evento, sempre vicina alle donne, è Milly Carlucci. Accanto a lei, alla presentazione della prestigiosa campagna di prevenzione, il ministro della salute Beatrice Lorenzin, l'amministratrice delegata di Trenitalia Barbara Morgante, nonché la presidente di IncontraDonna Onlus Adriana Bonifacino e del direttore generale di Farmindustria Enrica Giorgetti. Alla conferenza di presentazione ha partecipato raccontando la sua esperienza personale l’insegnate di ballo e giudice di "Ballando con le stelle" Carolyn Smith, che sta combattendo un tumore al seno.

All’interno dei treni Frecciarossa sarà possibile ritirare il “Vademecum della Salute”, con tanti preziosi consigli su un corretto stile di vita e sulla prevenzione di numerose patologie. Su diverse Frecce presenti medici specializzati a disposizione delle viaggiatrici per consulenze, visite gratuite al seno e consigli sulla prevenzione e la salute di tutta la famiglia. 

Nelle giornate di giovedì 6 e venerdì 7 ottobre la campagna sarà ospitata anche a bordo di due treni Intercity che viaggeranno da Catania a Messina, e viceversa.

 “Vincere la lotta contro i tumori femminili è possibile ma dobbiamo tutte diventare protagoniste di questa battaglia. Dobbiamo prendere coscienza del problema e combatterlo in tutti i modi, tutte insieme. Io ci sono e ci sarò sempre accanto ai medici e ricercatori che aprono la strada verso un futuro diverso, perché come donna e madre sento il dovere di essere in prima fila contro la malattia”, ha fatto sapere la madrina della campagna Milly Carlucci.

Ecco alcuni dei consigli presenti sul vademecum con i consigli per uno stile di vita sano, mirato alla prevenzione di molte patologie.

Controlla il tuo peso. L’eccesso di peso, conseguenza di un’alimentazione sbilanciata e di uno stile di vita sedentario, può favorire l’insorgenza del 25-30 % di alcuni dei tumori più comuni, come quelli del colon e del seno (in età post-menopausa), endometrio, cistifellea, prostata ed esofago. Il tessuto adiposo, infatti, oltre a costituire una riserva di grassi, è un vero e proprio organo endocrino. Produce numerosi ormoni, tra cui gli estrogeni e sostanze pro-infiammatorie che possono instaurare un processo di infiammazione cronica silente, predisponendo a disordini metabolici e tumori. L’obesità, inoltre, può influenzare il rischio di recidive tumorali. Cosa fare dunque? Cambiare stile di vita, seguendo un’alimentazione sana e praticando un’attività fisica giornaliera!

Consuma giornalmente alimenti vegetali. I vegetali contengono innumerevoli sostanze: vitamine, minerali, oligoelementi, fibre, enzimi, le quali lavorano insieme per proteggere dallo stress ossidativo, regolare la crescita cellulare, migliorare la funzione del sistema immunitario e favorire l’eliminazione di tossine dal corpo. Modulano inoltre la produzione di ormoni quali insulina e ormone della crescita. Preferiamo frutta e ortaggi di stagione, meglio se coltivati a breve distanza da dove vengono consumati, in modo da mantenere al meglio le proprietà nutritive. La frutta oleosa (NON salata NE’ tostata) è ricca in composti protettivi e in grassi buoni. Noci, nocciole, mandorle, pinoli, pistacchi, anacardi, etc. sono ricchi di preziosi grassi poli- insaturi, fibra, fitosteroli, minerali, vitamine, polifenoli e altri antiossidanti. Consumiamola non tostata, per mantenere inalterati gli acidi grassi essenziali e le vitamine. Gli studi hanno dimostrato che mangiare abitualmente piccole quantità di frutta oleosa riduce l’infiammazione, migliora il profilo lipidico e metabolico e riduce il rischio di tumore.

Limita il consumo di carne: non più di 2-3 volte a settimana e preferisci quella bianca (pollo, tacchino, coniglio). Quando mangi la carne, associa nel pasto verdura e frutta ricchi in fibra e sostanze ad azione protettiva. Riduci l’uso di carni trasformate e conservate quali gli insaccati, gli affettati, i wurstel, ecc.

Grassi sì, ma quelli buoni: Alcuni grassi sono essenziali per la salute, mentre altri sono nocivi. Gli acidi grassi trans e gli oli idrogenati, che puoi trovare nelle margarine, negli oli vegetali raffinati e in tutti i prodotti che li contengono, possono aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e tumori. Sì all’olio extravergine di oliva. È una importante fonte di vitamina E e carotenoidi, potenti antiossidanti, e abbonda in polifenoli ad azione protettiva

Riduci il consumo di zuccheri, farine raffinate e additivi. Riduci al minimo il consumo di dolci e di bevande zuccherate. Anche l’eccessivo consumo di farine raffinate va evitato. Preferisci sempre cereali e farine integrali, ricche in fibre e in grado di mantenere stabile la glicemia. Riduci il consumo di alimenti contenenti additivi quali conservanti, esaltatori di sapidità, dolcificanti e coloranti artificiali.

Non tutti i mali vengono per nuocere. Quando cuociamo la carne alla griglia, su piastra o arrosto, si generano alcune sostanze che possono danneggiare il DNA aumentando il rischio di alcuni tipi di tumore. Per la particolare composizione in amminoacidi, la carne bianca cotta ad elevate temperature sviluppa più sostanze pericolose di quella rossa. Mangiare frequentemente carne cotta alla griglia aumenta il rischio di sviluppare tumore allo stomaco, al colon-retto, al seno, al pancreas e alla prostata. Niente paura! Una dieta varia, ricca in alimenti vegetali crudi e cotti ci assicura la giusta protezione. Cuocere a vapore, al cartoccio o in padella con olio extravergine d’oliva e utilizzare spezie ed erbe aromatiche, riduce la formazione di questi composti conferendo al cibo un sapore anche più gustoso!

Non dimenticare l’acqua: bevi acqua in quantità sufficienti alle esigenze del tuo organismo. Presta particolare attenzione agli anziani e ai bambini, più a rischio di disidratazione. La frutta e la verdura, specie se crude, sono ricche in acqua e contribuiscono all’apporto giornaliero di liquidi.

Per la salute delle ossa, ma non solo. Fare attività fisica all’aria aperta, esponendosi al sole, permette di ottenere un doppio vantaggio. Il movimento e i raggi del sole migliorano la salute delle nostre ossa, rinforzandole. Il sole poi aiuta la produzione di vitamina D, indispensabile insieme al calcio per prevenire l’osteoporosi e tante altre malattie. La vitamina D è un vero e proprio ormone, alleato della nostra salute. Controlla i livelli di vitamina D nel sangue e parlane con il tuo medico curante!

 

La prevenzione è fondamentale, perché la possibilità di guarire da un tumore, dipende anche dalla precocità della diagnosi. Chi è a rischio di tumore?

A partire dai 50 anni di età il rischio di insorgenza di questo tumore diviene consistente in tutti e due i sessi, ma in alcune condizioni particolari il rischio può essere ancora maggiore; ad esempio se altre persone in famiglia hanno sofferto della stessa malattia o nei soggetti che abbiano già subito un trattamento per polipi o tumore del colon.

Di seguito l’elenco dei principali fattori di rischio per lo sviluppo del tumore del colon:

  • Età: la maggior parte dei tumori del colon si sviluppa in soggetti ad iniziare da 50 anni;
  • Familiarità di primo grado per tumore del colon e/o per polipi adenomatosi;
  • Malattie ereditarie come la Poliposi Familiare (FAP), Tumore del Colon Ereditario non
  • Poliposico (HNPCC);
  • Pregressi polipi e/o tumori del colon;
  • Pregressi tumori in altre sedi (seno, utero, ovaio);
  • Sovrappeso od obesità;
  • Dieta ricca di grassi animali, carni rosse e povera di fibre;
  • Stile di vita sedentario.
di Angelica Amodei

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Cancro al colon: meno carne per evitarlo
Cancro al colon: meno carne per evitarlo

Attività fisica e alimentazione controllata sono il mezzo migliore di..

8 maggio: regala un’azalea e sostieni la ricerca sul cancro
8 maggio: regala un’azalea e sostieni la ricerca sul cancro

Come tutti gli anni torna la campagna di Airc, per rendere il cancro una..

Maggio dedicato alla prevenzione delle patologie dell’udito
Maggio dedicato alla prevenzione delle patologie dell’udito

Nei centri Amplifon si può prenotare una visita di controllo gratuito

Nella lotta ai tumori arriva la realtà virtuale
Nella lotta ai tumori arriva la realtà virtuale

Un software di simulazione potrebbe prevedere le mutazioni delle cellule..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..