I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Plastica: per la salute, un rischio in più dalla conservazione dei cibi

Utilizzata in numerosi oggetti di uso quotidiano, può essere assorbita dall’organismo anche attraverso gli alimenti che portiamo in tavola.

Plastica: per la salute, un rischio in più dalla conservazione dei cibi

La plastica ancora una volta sotto i riflettori della scienza, allarmata per i suoi possibili effetti sulla salute. Il timore è che ftalati e bisfenolo A (abbreviato in BPA) non solo come già sospettato possano danneggiare il nostro sistema ormonale, provocando infertilità, ma accendere anche la “miccia” del diabete. Si tratta, infatti, di interferenti endocrini che agiscono come ormoni “assunti” dall’esterno dal momento che potrebbero nascondersi un po’ ovunque: dalla plastica ai detersivi fino a cosmetici, detergenti, lattine, bottiglie, contenitori, alcuni giocattoli, nella carta utilizzata per i biglietti di treno e metropolitana e addirittura in quella termica degli scontrini e dei soldi!

Assorbiti quindi attraverso questi oggetti di comune e quotidiano utilizzo, possono agire indisturbati all’interno dell’organismo sia legandosi ad alcuni recettori che promuovono l’adipogenesi (formazione del tessuto adiposo) sia associandosi a un’eventuale infiammazione del tessuto adiposo, entrambi fattori di rischio per malattie metaboliche e diabete di tipo 2.

Il fatto di vivere in un mondo in cui la plastica è oramai indispensabile (pesa poco, conserva bene cibi e prodotti) non deve portarci a demonizzarla, bensì a farne un uso corretto, imparando anche a riconoscere tramite i bollini (verdi o rossi) quella “buona” da quella “cattiva”. In attesa che ulteriori studi, ancora più approfonditi, possano far luce sull’effettivo impatto degli enterferenti endocrini nella nostra popolazione (ricerca Life-Persuaded del Ministero dell’Ambiente), vediamo quali accortezze osservare in cucina e con gli alimenti per ridurre al minimo i rischi per la salute.

  • Evitate di utilizzare quotidianamente stoviglie di plastica: piatti, bicchieri e posate;
  • Liberatevi dei contenitori più vecchi, usurati (macchiati di sugo o con aloni ingialliti) o graffiati;
  • Sostituite gli utensili da cucina in plastica che vanno a contatto con pentole e padelle calde con alternative in legno;
  • Non conservate alimenti grassi avvolti da involucri plastificati in luoghi eccessivamente caldi: la plastica tende a rilasciare le proprie sostanze proprio quando ne è a contatto, soprattutto in presenza di calore;
  • Attenzione anche a quei cibi confezionati direttamente per essere cotti al microonde: sostanze e collanti contenuti nelle confezioni potrebbero trasmigrare nel cibo. Il risultare idonea, è un’indicazione per il fatto che la plastica non si scioglie né si deforma ma non significa che è sicura al 100%. Per precauzione, quindi, meglio trasferire il cibo da cuocere in contenitori ugualmente adatti al microonde, come pirex, vetro e ceramica. In precedenza, uno studio della Food and Drug Administration, il severo ente di controllo statunitense per la regolamentazione di farmaci e prodotti alimentari, aveva già constatato la migrazione dalle confezioni al cibo riscaldato di bassi livelli di una pericolosa sostanza cancerogena (benzene);
  • Limitate il più possibile il contatto di cibo ancora caldo con piatti e contenitori di plastica, dato che il calore favorisce il passaggio delle sostanze. Se proprio non potete aspettare che l’alimento si freddi, meglio riporlo in vetro, ceramica, terracotta, acciao inox, porcellana;
  • Al momento dell’acquisto degli alimenti, soprattutto se contenenti una parte liquida, alcol o grassi, come ad esempio l’olio, preferite quelli contenuti in altre tipologie di contenitori, dando la preferenza al vetro;
  • Per avvolgere panini o tramezzini, sostituite la pellicola trasparente con tovaglioli piegati da riporre dentro un sacchetto di carta di pane;
  • Per le bibite, in alternativa a thermos e borracce in plastica utilizzate contenitori in acciaio.
di Monica Bratta

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Cibi belli e buoni: lezioni di cucina a Eatitaly
Cibi belli e buoni: lezioni di cucina a Eatitaly

Un weekend a Torino per scoprire i segreti degli alimenti che fanno bene..

Non farti tentare dai cibi light
Non farti tentare dai cibi light

Per mantenersi in linea non basta consumare cibi alleggeriti, anzi, il..

Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia
Nucleare e salute: niente rischi per l’Italia

Rafforzati i controlli sui prodotti di origine animale e non, in arrivo..

La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona
La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona

I bambini esposti agli spot che reclamizzano bibite zuccherate e fast..

Cosmetici: un sito per segnalare quelli che fanno male
Cosmetici: un sito per segnalare quelli che fanno male

Dito puntato sui prodotti scadenti o contraffatti. Entro un anno, sarà..

Tabelle di composizione degli alimenti
Strumenti - Tabelle di composizione degli alimenti

I dati riportati sono per il 70% dati sperimentali originali, ottenuti da..

Calorie di troppo
Strumenti - Calorie di troppo

Determina il tuo metabolismo basale (BMR) e saprai di quante calorie..

Chirurgia plastica: adesso o… mai più?
Test - Chirurgia plastica: adesso o… mai più?

Scopri con il nostro test se sei pronta a prendere in considerazione il..

Sicura di sapere tutto?
Test - Sicura di sapere tutto?

Metti alla prova le tue conoscenze di chirurgia plastica con il nostro test

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..