I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Perle di ricotta ai carciofi

Un piacevole incontro tra il sapore dolce del latticino e il retrogusto amarognolo degli ortaggi

Perle di ricotta ai carciofi

Tempo di preparazione 15 minuti # Tempo di cottura 15 minuti

 

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di ricotta ovina
  • 120 g di farina 0
  • 60 g di parmigiano
  • 150 g di prosciutto crudo in un’unica fetta
  • 3 carciofi
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 30 g di burro
  • 1 scalogno
  • Sale e pepe bianco

 

Preparazione

Tagliamo il prosciutto a dadini. Puliamo, quindi, i carciofi: eliminiamo le foglie esterne, apriamoli a metà e priviamoli del fieno eventualmente presente al loro interno. Tagliamoli sottili e mettiamoli in una padella con il burro e lo scalogno tritato finemente. Saltiamoli per qualche minuto, lasciandoli, comunque, al dente. Spegniamo la fiamma e uniamo i dadini di prosciutto.

Grattugiamo il parmigiano reggiano. Setacciamo la ricotta, in modo da ottenere un composto molto liscio. Mettiamola in una terrina e mescoliamo con 100 g di farina, metà del parmigiano grattugiato, un uovo intero e un tuorlo. Aggiustiamo di sale e insaporiamo con una spolverata di pepe bianco macinato al momento.

Utilizziamo il composto ottenuto per riempire una tasca da pasticciere con bocchetta abbastanza larga (ottima anche una tasca usa e getta). Spremiamo bene, mentre con un coltellino tagliamo l’impasto, facendolo cadere su un piano rivestito con un foglio di carta forno ben infarinato. Spolverizziamo con la farina restante il foglio di carta forno e smuoviamolo, in modo che, rotolando, le perle di ricotta si ricoprano di un velo di farina.

Cuociamo le perle in abbondante acqua salata (aiutiamoci con il foglio di carta forno per versarle agevolmente in pentola) e tiriamole fuori man mano che vengono a galla.

Trasferiamo le perle nella padella con i carciofi e il prosciutto, accendiamo la fiamma e lasciamole insaporire per pochi istanti.

 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il pranzo di Pasqua, tradizionale, con brio
Il pranzo di Pasqua, tradizionale, con brio

Dalle profumate frittatine floreali al classico agnello, ma alleggerito..

Un menu di Pasqua tutto verde
Un menu di Pasqua tutto verde

Per chi è vegetariano o per chi non ama l’agnello, ricette semplici e..

I batteri amici del bebè
I batteri amici del bebè

Un fermento lattico probiotico sembra il rimedio più efficace per..

I grandi piatti della tradizione in versione light
I grandi piatti della tradizione in versione light

Lasagne, parmigiana, tiramisù non sono più un “attentato alla linea”

La patata: un tubero ricco di carboidrati e vitamina C
La patata: un tubero ricco di carboidrati e vitamina C

Un museo la celebra e un convegno l’ha incoronata regina incontrastata..