I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Per la Sclerosi Multipla, cure sempre più a misura di paziente

Per la Sclerosi Multipla, cure sempre più a misura di paziente

È la lotta alla Sclerosi Multipla l’argomento centrale che si sta affrontando al BEMS (Best Evidences in Multiple Sclerosis), l’evento organizzato da Teva Italia (azienda farmaceutica impegnata nel rendere accessibili cure di alta qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione sia di medicinali equivalenti sia di farmaci innovativi), al Maxxi (Museo il Museo nazionale delle arti del XXI secolo) di Roma. Medici, istituzioni, rappresentanti della società scientifica e dell’associazione pazienti sono pronti a confrontarsi e a collaborare affinché si arrivi a soluzioni sempre meno gravose per i malati, colpiti da questa malattia altamente invalidante, soprattutto in giovane età. L’obiettivo è di garantire loro una maggiore sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale attraverso la predisposizione di nuovi modelli di governance, e di offrire terapie efficaci, sicure e tollerabili per migliorare la vita di oltre tre milioni di malati che nel mondo soffrono la patologia, attraverso soluzioni di cura sempre più ritagliate sui bisogni del paziente.

Tra i tanti temi da affrontare, anche quello che riguarda l’importanza di un trattamento precoce con farmaci che possono modificare il decorso della malattia e in grado di contenere almeno parzialmente le future manifestazioni infiammatorie, concetto già espresso dal professor Giancarlo Comipast president della Società Italiana di Neurologia e direttore del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale, Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. La misurazione dell’atrofia cerebrale come nuovo marker di valutazione della malattia e dell’efficacia degli interventi terapeutici, sta acquistando sempre maggiore importanza. Il grado di atrofia cerebrale costituisce una stima globale del danno strutturale provocato dalla malattia. Nei pazienti affetti da Sclerosi Multipla si osserva in media una progressione dell’atrofia cerebrale pari a 2-3 volte quella osservata in soggetti normali di pari età. L’atrofia cerebrale correla sia con il grado di disabilità sia, in particolare, con il livello di compromissione delle funzioni cognitive. Nella fase iniziale di malattia l’atrofia è correlata con il numero e il volume delle lesioni, ma con l’evolversi della malattia, l’atrofia, in particolare quella della sostanza grigia, evolve anche in modo indipendente dalla comparsa di nuove lesioni ed è quindi attribuibile a diversi meccanismi fisiopatologici. La misura dell’atrofia non è ad oggi utilizzabile per definire la progressione della malattia nei singoli soggetti ma è invece utilissima per valutare l’efficacia dei farmaci somministrati e per quantificare il decorso della malattia negli studi clinici.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Sicurezza e chirurgia estetica
Sicurezza e chirurgia estetica

Il professor Roy De Vita lancia un progetto che offre una certificazione..

Sei una shopalcholic?
Sei una shopalcholic?

Saldi, svendite e outlet sono richiami a cui non sai resistere?..

Nasce il forum su HIV/AIDS
Nasce il forum su HIV/AIDS

Il Forum, collegato alla sesta conferenza internazionale sul tema..

Vip? Very Invalid People
Vip? Very Invalid People

L’associazione “CittadinanzAttiva onlus” promuove una raccolta..

Autismo: individuarlo entro i due anni per intervenire subito
Autismo: individuarlo entro i due anni per intervenire subito

Una diagnosi precoce e la terapia comportamentale possono aumentare le..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?
Test - Credi solo nei farmaci o ti curi con le terapie naturali?

Tradizionalista convinta o pronta a provare le medicine complementari?..