I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Paola Saluzzi: io, felice quarantottenne

Paola, in un’intima intervista, ci racconta il rapporto con la mamma, la sorella e la solitudine

No pagePagina successiva
Paola Saluzzi: io, felice quarantottenne

Ha quasi 50 anni Paola Saluzzi. E la ragazza che si affacciava al mondo del giornalismo ha lasciato il posto a una donna consapevole, grintosa come quella chioma rossa che porta sempre con forza e disinvoltura. Tutti i giorni conduce Sky TG 24 Pomeriggio che, dal 2012, si è allungato di 30 minuti. Un’avventura quotidiana che la rende felice perché il suo sogno nel cassetto, sin da bambina, è sempre stato quello di diventare una giornalista. Ha cominciato con lo sport, grazie al nonno materno che l’ha fatta innamorare di Tazio Nuvolari, della Formula1 e del ciclismo: è da lui, classe 1899, che ha imparato ad ascoltare le storie, a osservare le vite dei vinti, più che quelle dei vincitori. A rendere ancora più luminosi gli occhi di Paola anche la sua età: quei 48 anni ai quali è arrivata inconsapevolmente, ma dei quali si dice soddisfatta perché rappresentano il risultato di una serie di esperienze, errori e rinascite. “Ci sono stati dieci punti di rottura, sempre dolorosi, nel corso della mia vita” confessa. A ridarle linfa vitale, nei momenti più critici, tanti “ortopedici dell’anima” come la mamma e gli amici. “Grazie a questi eventi ho imparato a dire grazie, scusa e soprattutto a usare una parolina piccola come il ‘no’ che costa tanta fatica pronunciare, ma che ha degli effetti positivi su di noi e sul mondo intorno a noi. Tutto questo ha fatto di me la felice 48enne che sono e intendo far fruttare al meglio quel ‘5’ che scatterà nel 2014!”. Il cambiamento di Paola, nel tempo, non è stato solo emotivo e caratteriale, ma anche fisico: nell’ultimo anno, si è “arrotondata”, abbandonando la sua taglia 38-40 e guadagnando forma sui fianchi e sul seno, di cui si dice soddisfatta. E quei chili in più, ai quali non intende rinunciare e che piacciono anche agli uomini, li deve al fatto che – lo ammette candidamente - è una buona forchetta! O lo è stata, soprattutto quando i figli di sua sorella erano più piccoli e con lei andavano a mangiare nei fast food. Oggi cede ogni tanto alla tentazione, ma è convinta che la cucina italiana sia la migliore del mondo, soprattutto se si vuole essere sempre più sani e più belli!

 

Il podio di Paola... ciò che vale

1 L’ottimismo. “Lo devo a mia madre: mi ha insegnato che, qualsiasi cosa accada, bisogna affrontarla sempre nel modo migliore”.

2 L’amicizia. “L’amore per la famiglia esiste a priori. Ma l’amicizia è rara e fondamentale. Io di amici ne ho pochi, ma sono preziosi”.

3 La vita per quello che ti sta per dare. “È una cosa importante, che fa paura. Perché sai che, con il passare del tempo, la vita ti darà più motivi di rimpianto. Ma è proprio questa la sfida che devi accogliere!”.

 

 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento