I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Orario dei pasti e peso corporeo

Per dimagrire è importante badare anche l’orario del consumo dei pasti. Uno studio ci spiega il perché

Orario dei pasti e peso corporeo

Se volete dimagrire non bastano solo un’alimentazione equilibrata, cibi sani e attività fisica, ma è necessario prestare attenzione anche all’orario dei pasti. A scoprire questo inatteso connubio è stata una recente ricerca del Brigham and Women Hospital (BWH), in collaborazione con l’Università di Murcia e della Tufts University, pubblicato sul Journal of Obesity. Grazie a questo studio si è potuto osservare come l’orario durante il quale viene consumato il pasto influenzi il nostro peso; in particolare, i ricercatori hanno constatato come pranzare oltre le 15 abbia degli effetti negativi sul metabolismo tanto da favorire la condizione di soprappeso.

 

La ricerca

Lo studio in pratica ha evidenziato che coloro i quali pranzano in orari più inoltrati della giornata tendono a perdere peso con più difficoltà e molto più lentamente. I ricercatori hanno esaminato 420 volontari dopo aver dato loro uno specifico programma alimentare. I partecipanti inoltre sono stati suddivisi in due gruppi: mangiatori precoci, ovvero prima delle 15.00, e mangiatori tardivi, cioè dopo le 15.00. Sebbene i partecipanti seguissero lo stesso programma alimentare e avessero lo stesso dispendio energetico, coloro che mangiavano più tardi dimagrivano molto più lentamente rispetto ai mangiatori precoci. Inoltre i mangiatori tardivi possedevano una maggiore condizione di insulino-resistenza, condizione che favorisce il sovrappeso e il diabete. Entrambi i gruppi presentavano però lo stesso livello di ormoni che regolano l’appetito, leptina e grelina; inoltre, non sono state osservate differenze significative riguardanti il sonno dei partecipanti poiché è stato verificato come anche fattore incida negativamente sul peso. I ricercatori attribuiscono questi risultati al fatto che il consumo del pasto oltre le 15 incida negativamente sul ciclo circadiano del nostro organismo.

 

Ciclo circadiano

Il ciclo circadiano è un orologio interno che regola e controlla l’attivazione e lo spegnimento delle funzioni vitali dell’organismo nell’arco delle 24 ore. Sono svariati i fattori che possono alterare questo ciclo, tra questi anche un’alimentazione ricca in grassi. Si è osservato infatti che nel momento in cui le cavie assumono grazie alla loro alimentazione un alto contenuto in grassi, mangiano nel momento in cui dovrebbero invece dormire, quindi alterano il loro ciclo sonno-veglia. Diversamente le cavie che mangiavano regolarmente durante le ore diurne, non subivano le stesse variazioni di peso. È in fin dei conti ciò che capita a noi quando compiamo degli spuntini soprattutto nel cuore della notte. Questo errato comportamento inciderà negativamente sul peso aumentando la probabilità di diventare obesi.

 

Le conseguenze

Se si pranza ad un orario inoltrato, questo comportamento a sua volta si ripercuoterà negativamente sugli altri pasti: in genere si tenderà a cenare più tardi e, il giorno successivo, anche a saltare la colazione oppure a farla in maniera molto frugale. A questo punto si arriverà al pranzo con una elevata sensazione di fame responsabile di una assunzione di calorie decisamente superiore alle nostre necessità. Per regolarizzare quindi l’assunzione dei pasti è importante rispettare l’intervallo di tempo che intercorre tra questi. Ecco spiegato anche il motivo per il quale sono molto importanti gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio soprattutto quando i pasti principali si distaccano l’uno dall’altro di 4-5 ore. La suddivisione dell’assunzione dei nutrienti e delle calorie in 5 pasti regolerà positivamente la secrezione ormonale, in particolare quella dell’insulina e del glucagone, evitando così l’insorgenza di picchi glicemici che hanno un effetto decisamente negativo sulla nostra salute.

 

I consigli

Visto che è stato dimostrato come anche l’orario dei pasti influenzi il peso corporeo, impariamo a mettere in atto alcune strategie che ci potranno essere utili:

  • Frazionare l’assunzione dei cibi in 5 pasti (colazione, pranzo, cena e due spuntini), ricordando che la colazione deve essere il pasto più abbondante della giornata;

  • Consumare i pasti rispettando gli orari

  • Se per esigenze lavorative non potete pranzare prima delle 15, fate in modo di consumare a metà mattina uno spuntino un po’ più sostanzioso; di conseguenza, il pranzo deve essere invece più leggero

  • Gli stessi consigli valgono per l’orario della cena. Se potete anticipatela anche alle 19, avrete una maggiore possibilità di consumare ciò che avete mangiato.

di Dott.ssa Valentina Schirò (Biologa Nutrizionista)

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento