I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Spiegare il sesso ai bambini: con semplicità!

I bambini sono curiosi di tutto…. e il sesso non fa eccezione! Un po’ di imbarazzo da parte nostra è normale, ma seguendo qualche linea guida, possiamo superare l’impaccio iniziale e dialogare serenamente con i nostri piccoli

Spiegare il sesso ai bambini: con semplicità!

Parlare di sesso ai più piccoli non è semplice. Altrettanto complesso è rispondere ad alcune loro domande che, seppure ingenue, possono porre gli adulti in una condizione imbarazzante. Ecco allora alcuni consigli utili per parlare di sesso ai propri figli adeguatamente, superando l’impasse dell’argomento.

 

Parlare chiaro e con sincerità

Le domande dei bambini sono innocenti e naturali e così dovrebbero essere anche le risposte degli adulti. È bene utilizzare un linguaggio semplice, adatto alla loro età. Soprattutto è importante essere sinceri, in modo da non creare malintesi o dubbi. Se proprio non si sa cosa rispondere, è meglio dirlo apertamente e cercare insieme l’informazione che manca: girare intorno all’argomento o fornire spiegazioni poco credibili, genera confusione e aumenta il rischio di alimentare le già ricche fantasie infantili sul tema.

 

Evitare il disagio

Abituare i bambini a parlare di sesso equivale a trasmettere loro sicurezza e tranquillità riguardo l’argomento: se avranno un dubbio, lo esprimeranno con serenità. Al contrario, manifestare ritrosia, pudore o peggio ancora colpevolizzarli per la loro curiosità, favorirà un clima di “vergogna” che non predispone all’apertura. Non bisogna dimenticare che quando un bambino ha un dubbio su un argomento e avverte di non poterne parlare con gli adulti di riferimento, prova comunque a darsi delle risposte, rischiando di crearsi teorie basate su idee e congetture piuttosto approssimative.

 

Non rimandare né delegare

Pensare che il bambino sia “ancora troppo piccolo” ed evitare di parlare/rispondere, magari per la paura di sbagliare, potrebbe condurlo a cercare le informazioni che gli occorrono altrove: il rischio a questo punto è che le fonti non siano quelle adatte. È bene tenere presente, infatti, che i bambini oggi sono immersi in un contesto che rimanda continuamente -e spesso in maniera molto esplicita- alla sessualità.

 

Se siamo in difficoltà: chiediamo aiuto!

In presenza di blocchi o serie difficoltà ad affrontare il discorso, ci si può rivolgere ad un pediatra per farsi consigliare o aiutarsi con un libro (esistono molte pubblicazioni che fanno capo ad autorevoli studiosi). Anche la rete può costituire un valido aiuto per rispondere a domande specifiche con le giuste parole e le giuste “metafore”.

di Giulia Franchino
PARLIAMO DI: sesso, bambini, sessualità, bimbi,

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (2/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Facebook: sempre più bimbi in rete
Facebook: sempre più bimbi in rete

Uno su tre, dai 9 ai 12 anni, ha un profilo sul social network. Ma molti..

Sesso dopo il parto
Sesso dopo il parto

Come cambia il rapporto di coppia con l’arrivo della cicogna?

Bambini al sole: come proteggerli
Bambini al sole: come proteggerli

Alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti per preservare i bimbi da..

Sesso virtuale, contagi reali
Sesso virtuale, contagi reali

Gli adolescenti che usano Internet per intrecciare relazioni hard tendono..

Sarà maschio o femmina?
Strumenti - Sarà maschio o femmina?

Secondo l’antico calendario lunare cinese si può stabilire con un..