I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Seno tonico dopo l'allattamento, grazie allo yoga

Un seno poco sodo Un seno poco tonico è tra le conseguenze più evidenti di gravidanza e allattamento. Lo yoga permette di tornare i forma

No pagePagina successiva
Seno tonico dopo l'allattamento, grazie allo yoga

Lo yoga insegna che la prima cosa da fare è quella di respirare usando il diaframma o contraendo la pancia durante l’espirazione, ricordiamo di respirare con il naso, mantenendo la bocca chiusa. Quella diaframmatica (o addominale) è la respirazione più naturale: anziché coinvolgere i muscoli intercostali, la respirazione ha luogo mediante la contrazione ritmica e la distensione del diaframma. Durante l’inspirazione, il diaframma si contrae e si appiattisce, provocando un aumento di spazio nel torace e aspirando aria nei polmoni. Questi si espandono fino alla base mentre il movimento del diaframma massaggia delicatamente l’area seno e addominale. Durante l’espirazione, il diaframma si rilassa e si sposta verso la parte superiore del torace, espellendo l’aria dai polmoni. Potrete sentire il movimento del diaframma durante la respirazione quando siete tranquillamente sdraiate magari in spiaggia in posizione orizzontale. 

 

Il primo esercizio
Dopo aver acquisito sicurezza nella respirazione si può procedere con le asana, le posizioni dello yoga, ricordando di indossare indumenti comodi e in fibra naturale (cotone, lino).
Comincia con il gabbiano. In piedi apri il petto spingendoti un po’ in avanti, mentre porti all’indietro le braccia, con le spalle basse, come se queste scivolassero giù lungo le braccia. Rimani nella posizione senza irrigidirti, per 20 respiri lunghi e tranquilli. Il petto deve potersi muovere mentre respiri a fondo. Nell’ispirazione l’aria entra e allargando il petto muove un pochino anche le spalle: il movimento si avverte anche in un leggerissimo spostamento delle braccia, espirando le spalle scendono e le braccia seguono la loro direzione. In questo modo il respiro diventa un piccolo volo che avverti nelle braccia-ali. 

 

Lavoriamo con le braccia
Il secondo esercizio da fare riguarda la presa delle braccia. Siediti a terra, possibilmente usando un tappetino di gomma, e mettiti in una posizione comoda, a gambe incrociate. Poi stendi le braccia in avanti, piegale e afferra il braccio sinistro con la mano destra e il braccio destro con la mano sinistra, appena sotto il gomito. Chiudi la presa e spingi più forte che puoi verso l'esterno. Ripeti l'esercizio 10 volte, ogni mattina. 

 

Torniamo in piedi
Terzo esercizio: in piedi, con le gambe divaricate e le spalle rilassate, rilassa i gomiti, piegandoli leggermente e rivolgendo i palmi delle mani verso il basso, quindi solleva le braccia all'altezza delle spalle. Ripeti questo esercizio 10-15 volte 20 al giorno. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
L’importanza dell’allattamento al seno
L’importanza dell’allattamento al seno

Fin dalle prime ore di vita, anche per i grandi prematuri è fondamentale..

Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono
Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono

È una parte del corpo che è messa a dura prova e merita quindi cure..

Gli esercizi yoga perfetti in gravidanza
Gli esercizi yoga perfetti in gravidanza

Ti spieghiamo come eseguire due posizioni molto semplici che possono..

Gambe e seno: esercizi mirati per restare in forma
Gambe e seno: esercizi mirati per restare in forma

Questi “punti deboli” hanno bisogno di cure particolari durante la..

Esercizi yoga per ridurre i fastidi della menopausa
Esercizi yoga per ridurre i fastidi della menopausa

Attenua le vampate di calore, i disturbi del sonno e i disagi psicologici..