I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Procreazione assistita: più strutture pubbliche al Nord, aumentano cicli e gravidanze

Tutti i numeri della fecondazione in vitro in Italia. La Calabria è la regione con meno strutture

Procreazione assistita: più strutture pubbliche al Nord, aumentano cicli e gravidanze

ROMA, 28 GIU - Le tecniche di procreazione medicalmente assistita nel 2009 hanno fatto nascere 10.819 bambini, pari all'1,9% delle nascite in Italia. Il 55,1% dei centri è privato, ma la maggior parte delle prestazioni vieen eseguita nelle strutture pubbliche o in quelle private convenzionate. Sono alcuni dei dati contenuti nella relazione annuale sulla legge 40 del ministero della Salute al Parlamento. ''Le coppie trattate nel 2009 sono state 63.840 - spiega Giulia Scaravelli, che gestisce il registro italiano sulla pma presso l'Istituto superiore di sanità - e i cicli procreativi iniziati 85.385. Sono state ottenute 14.033 gravidanze, ma se ne sono riuscite a monitorare 11.691: da queste, sono nati vivi 10.819 bimbi, di cui 8.043 con le tecniche della Fivet e dell'Icsi''. Rispetto al 2008, sono aumentati i cicli iniziati (+8,8%), le gravidanze ottenute (+12,3%), e i bambini nati vivi (+7,3%). Calano invece le complicanze da iperstimolazione ovarica, passate dallo 0,45% allo 0,28%. Il numero dei parti gemellari è rimasto costante nel 2009, ma è diminuito quello dei trigemellari (il 2,4%), con evidenti disparità regionali. Nel 40% dei centri, questi rappresentano lo 0% delle gravidanze ottenute, un solo centro dove la percentuale arriva al 18% mentreil resto si attesta tra lo 0 e il 10%. Altre differenze fra le regioni si registrano nel numero delle strutture. Sui 350 centri presenti in Italia, 130 sono pubblici, 27 privati convenzionati e 193 privati. Circa il 60% delle struttre pubbliche si trova al Nord. Le regioni con il minor numero di centri pubblici o convenzionati sono Lazio, Sicilia e Calabria, la regione fanalino di coda con una sola struttura del genere. ''C'è anche da sottolineare - rileva Scaravelli - che molti centri, sia pubblici che privati, fanno pochi cicli in un anno. Alcuni addirittura poco di più di 20. Inoltre 150 centri offrono solo tecniche di pma di I livello, cioè l'inseminazione intrauterina e il congelamento dello sperma''. A livello di costi, aggiunge Giovan Battista Ascone, direttore dell'ufficio tutela salute donna del Ministero, ''ci sono molte differenze: in alcune strutture si paga il ticket, in altre vige il regime di intramoenia ospedaliero e il tempo di attesa può variare da 7 giorni a 24 mesi. Il che produce una notevole migrazione interregionale''.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Gravidanza serena over 35

Con l’età aumenta anche il rischio di complicazioni per le gestanti,..

Video - Gravidanza: quali gli esami da fare prima e durante

Rosanna intervista il Professor Claudio Giorlandino

Seno in gravidanza, come prevenire la perdita di tono

È una parte del corpo che è messa a dura prova e merita quindi cure..

Gestosi: attenzione all’ipertensione in gravidanza

È un disturbo che può colpire soprattutto le mamme primipare

Gli esercizi yoga perfetti in gravidanza

Ti spieghiamo come eseguire due posizioni molto semplici che possono..