I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Gravidanza: attenzione alla pressione del sangue

Durante l’attesa la futura mamma ha davanti a sé tre probabilità di gestazione: normale, complicata dall’ipertensione, o dalla preeclampsia, caratterizzata dall’aumento della pressione sanguigna e dalla presenza di proteine nelle urine.

No pagePagina successiva
Gravidanza: attenzione alla pressione del sangue

Con la collaborazione del Professor Dario Manfellotto, Direttore UOC di Medicina interna e del Centro ipertensione arteriosa e gestazionale dell’Ospedale Fatebenefratelli Isola Tiberina di Roma.

 

Se ne parla poco e c’è chi ancora tende a sottovalutarlo come problema. Non quello che solitamente affligge molte donne dopo la menopausa. Bensì quando si è incinte. È l’aumento della pressione arteriosa. La percentuale delle pazienti affette è considerevole (circa l’8% in Italia) ma come molti altri disturbi silenziosi, la malattia viene trascurata e erroneamente classificata come una eventualità “dello stato interessante”. Eppure l’ipertensione, per le sue complicanze più gravi, viene valutata fra le più importanti cause di mortalità sia per la mamma sia per il bambino.

 

Il pericolo con la P maiuscola

 Anche nel 2014, il rischio c’è. In base alle statistiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno 500mila donne muoiono di parto, circa una al minuto, per lo più in Africa e in altri paesi in via di sviluppo. In Italia, il numero è lievemente inferiore rispetto alla media europea. Quello in cui ci facciamo però sorpassare è il monitoraggio delle cause a livello nazionale. In Inghilterra, il governo ha attivato un programma, dal nome chiaro, “Why mothers die?”. Nel nostro Paese invece l’osservazione è assicurata da parte dei soli centri che si prendono la briga di studiare il fenomeno e dare risposta all’annosa domanda: nel XXI secolo, perché ancora le donne possono morire di parto?

 

Convulsioni letali

 Già il padre della Medicina, Ippocrate, aveva descritto nei suoi trattati i sintomi dell'eclampsia, uno dei rischi ancora oggi più pericolosi per le mamme. Simile a una crisi epilettica, questa patologia rappresenta la più estrema conseguenza dell’ipertensione nelle donne in attesa che in alcuni casi conduce alla morte. Nonostante il passare dei secoli e l’avanzamento della ricerca, sono pochi i risultati che la scienza ha ottenuto nella lotta contro la malattia. La mortalità, così come l’incidenza, è ritenuta bassa. Ma è necessario focalizzare gli sforzi nella prevenzione, monitorando i valori e curando l’ipertensione come qualsiasi altra malattia. “Il problema dell’aumento della pressione arteriosa – spiega il Professor Dario Manfellotto, Direttore UOC di Medicina interna dell’Ospedale Fatebenefratelli Isola Tiberina - è molto importante perché può preludere a complicanze e accompagnarsi ad aggravamenti sistemici della futura mamma che potrebbero coinvolgere il bambino. In questa malattia c’è sempre uno stadio 1 e 2.  Il primo è limitato alla placenta e  al feto.   il secondo riguarda la malattia generalizzata a tutto l’organismo materno”.

 

Controllarsi prima del concepimento

 Così come in molti settori della Medicina, anche per l’ipertensione nel periodo d’attesa occorre conoscere i fattori di rischio. A partire dalla familiarità, e quindi se nello stesso nucleo ci sono donne che hanno fatto i conti con la pressione alta. “Oppure – elenca il professor Manfellotto - se la donna è già ipertesa è bene che affronti la gravidanza e il concepimento con determinate accortezze. La terapia farmacologica prescritta deve essere sostituita dai farmaci più indicati”. Sono per fortuna poche le donne che sottovalutano l’ipertensione con il proprio ginecologo. “Nella mia esperienza clinica - ricorda il professore - mi è capitato di incontrare pazienti che dichiaravano di avere una pressione nei limiti ma dimenticavano di riferire che assumevano farmaci per mantenerla nella norma”. La ragione sta nella limitata informazione e conoscenza dei rischi. Criticità che si rende ancor più profonda se le future mamme non conoscono la lingua e vivono in un paese straniero. “Molte immigrate – aggiunge il professore del Fatebenefratelli - non hanno vissuto una precedente medicalizzazione e scoprono di avere malattie come il diabete o l’ipertensione solo quando vengono finalmente seguite”.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Gestosi: attenzione all’ipertensione in gravidanza
Gestosi: attenzione all’ipertensione in gravidanza

È un disturbo che può colpire soprattutto le mamme primipare

Le 10 regole per tenere sotto controllo la pressione
Le 10 regole per tenere sotto controllo la pressione

Comincia fin da giovane a prevenire l’ipertensione

Il parto in casa: la nuova tendenza Usa
Il parto in casa: la nuova tendenza Usa

Aumentano le donne che preferiscono evitare l’ospedale. Ma i ginecologi..

Mamme over 50
Mamme over 50

Quali sono le difficoltà di una gravidanza in età avanzata

I controlli oculistici per il tuo bambino
I controlli oculistici per il tuo bambino

Per risolvere un difetto visivo può bastare una visita tempestiva

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

Maybe baby...
Strumenti - Maybe baby...

Scopri quali sono i tuoi giorni fertili, ossia i giorni in cui hai..

Sarà maschio o femmina?
Strumenti - Sarà maschio o femmina?

Secondo l’antico calendario lunare cinese si può stabilire con un..

Calcola la data di nascita del tuo bambino
Strumenti - Calcola la data di nascita del tuo bambino

Il regolo ostetrico è uno strumento utilizzato dal ginecologo per..

Scopri come raggiungere il tuo peso forma
Strumenti - Scopri come raggiungere il tuo peso forma

Vuoi sapere il tuo peso forma e quanti chili devi perdere per ottenerlo?..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Hai problemi di cuore?
Test - Hai problemi di cuore?

Vuoi sapere qual è il tuo rischio di malattie cardiovascolari? Rispondi..

Sei un soggetto attivo o passivo?
Test - Sei un soggetto attivo o passivo?

Seguire una dieta è più facile se sai riconoscere i comportamenti che..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..