I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Difficoltà a scuola: e se fosse un disturbo dell’apprendimento?

Bambini lenti, pigri e svogliati a svolgere i compiti, che si stancano facilmente e restano indietro rispetto ai compagni. Dalla difficoltà a leggere speditamente alla scarsa capacità nel fare i conti, ecco i segnali da non sottovalutare per i DSA.

No pagePagina successiva
Difficoltà a scuola: e se fosse un disturbo dell’apprendimento?

Con la consulenza della Dr.ssa Alessandra Luci, psicologa, psicoterapeuta e logopedista, responsabile del centro SOS dislessia di Firenze.

 

Appaiono indolenti e sfaticati, hanno difficoltà nel leggere o scrivere, mostrano problemi nel calcolare o fanno errori nei dettati e nella memorizzazione dell’alfabeto e delle tabelline. In presenza di questi segnali è bene accertarsi che i nostri figli non abbiano un disturbo specifico dell’apprendimento. Molto frequenti - ne è colpito circa il 3/4% della popolazione scolastica - i DSA (sigla con cui comunemente si indicano Dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia) pur manifestandosi abbastanza chiaramente, spesso vengono sottovalutati o scambiati per negligenza. Si tratta invece di disturbi reali e significativi che interessano specifiche abilità quali lettura, scrittura e calcolo. Determinati da un’alterazione neurobiologica che non intacca il funzionamento intellettivo generale, non hanno legami con il ritardo cognitivo e possono presentarsi da soli o in associazione agli altri. Scopriamo con la specialista in cosa consistono i DSA e come si trattano.

 

Leggere, scrivere e far di conto con un DSA

I DSA rappresentano un’importante difficoltà dello sviluppo che può compromettere l’apprendimento dei bambini e causare un prematuro abbandono scolastico.

Comprendono:

Dislessia: costituisce un ostacolo nel leggere senza errori e speditamente. Il bambino fa fatica a riconoscere le lettere dell’alfabeto, a ricordare la corrispondenza tra lettere e suoni e a diventare veloce nell’automatizzare questo processo;

Disortografia: non consente di scrivere in modo corretto. Il bambino fa fatica sia ad applicare il principio alfabetico, secondo il quale a ogni lettera corrisponde un suono, sia ad apprendere, ricordare ed applicare in modo automatico le regole ortografiche (uso di CU o QU, uso dell’H; doppie, e così via).

Disgrafia: riguarda la componente grafo-motoria della scrittura. Causa quella che chiamiamo una “brutta grafia”, ma anche estrema lentezza nello scrivere. Il disgrafico, inoltre, spesso impugna male la penna o la matita, non utilizza bene lo spazio del foglio, ha difficoltà a disegnare o copiare le forme geometriche e a mettere i numeri in colonna.

Discalculia: consiste in una scarsa capacità a contare in avanti e/o indietro, a leggere e scrivere i numeri; e ad automatizzare alcuni compiti numerici e di calcolo (es: 5+5=10), anche semplici.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Problemi nello sviluppo del linguaggio: la mamma è la prima ad accorgersene
Problemi nello sviluppo del linguaggio: la mamma è la prima ad accorgersene

Cogliere tempestivamente eventuali difficoltà di comunicazione facilita..

Imparare a parlare: un'avventura meravigliosa!
Imparare a parlare: un'avventura meravigliosa!

Accompagna il tuo bambino nella lunga e difficile conquista del linguaggio

Come appassionare i bambini alla lettura
Come appassionare i bambini alla lettura

Fin dai primi mesi puoi stimolarne creatività e immaginazione leggendo..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

Gioca a stare in salute con l’Iphone
Gioca a stare in salute con l’Iphone

Un gioco dell’oca virtuale per saperne di più su salute e benessere...

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..