I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

La bioginnastica per ritrovare l’equilibrio e l’energia

Con questa tecnica puoi eliminare le posture scorrette tipiche del periodo della gravidanza

No pagePagina successiva
La bioginnastica per ritrovare l’equilibrio e l’energia

Nel corso della gravidanza il corpo deve affrontare cambiamenti molto profondi, che spesso sono fonte di gioia, ma qualche volta procurano disagi fisici e psicologici. Il più delle volte però basta saper cogliere i segnali che l’organismo lancia per ovviare a disturbi derivanti da squilibri della postura e alterazioni fisiologiche. La bioginnastica insegna proprio questo: ascoltare il proprio corpo per comprenderne i cambiamenti e prepararlo a eventi importanti, come una gravidanza per esempio. Ideata da Stefania Tronconi, che la propone come “metodo divertente basato su esercizi fisioterapici con forte valenza educativa, con funzione di cura e prevenzione”: quasi una ginnastica posturale preventiva da svolgere in gravidanza e nella fase postparto, ma non solo.

 

Durante la gravidanza

La bioginnastica unisce tecniche occidentali e orientali, rielaborandole in un metodo che permette di considerare te stessa come un’unità di corpo e mente, eliminando tensioni fisiche e psichiche, stress, irrigidimenti che causano alterazioni nella circolazione energetica che a lungo termine diventano fonte di disagio e di algie muscolari persistenti. Attraverso un lavoro di percezione consapevole, decontrazione, allungamento globale e tonificazione isometrica, la bioginnastica promette di riportare il tuo corpo nella condizione di una gravidanza fisiologica, dove tutto esprime la gioia dell’attesa. Equilibrio e benessere possono essere raggiunti con movimenti non pericolosi per il feto, eliminando molte cause di dolori alla schiena (cervicalgie, lombalgie, sciatalgie) posture errate della colonna (ipercifosi, iperlordosi, rettilineizzazione cervicale) e alterazioni fisiologiche (gonfiori agli arti inferiori, ritenzione idrica, cattiva circolazione).

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento