I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Anoressia: come riconoscerla

Rifiuto del cibo e desiderio di essere magre. Non solo: il disturbo del comportamento alimentare colpisce bambine e ragazze con elevati rischi per la salute e per il benessere psicologico e sociale. Le cause e le terapie di maggior successo.

No pagePagina successiva
Anoressia: come riconoscerla

Con la collaborazione del professor Maurizio Pompili, docente di psichiatria dell’Università “Sapienza” e specialista dell’ambulatorio di psichiatria dell’Ospedale S. Andrea di Roma (maurizio.pompili@uniroma1.it)

 

Non è solo rifiuto del cibo e desiderio di essere magre. Magari come le modelle. L’anoressia può covare le sue origini già in età precoce. Nel nostro Paese 3 milioni di persone ne soffrono insieme alla bulimia, altro disturbo del comportamento alimentare. Sono soprattutto donne, ragazze e bambine (85%), anche se i maschi negli ultimi anni stanno guadagnando posizioni in questo triste calcolo. I rischi per la salute sono elevati, così come per il benessere psicologico e sociale. L’anoressia infatti può precludere i rapporti con gli altri, con il mondo. E va curata subito, fin dai primi sintomi, per evitare che il disturbo neghi alla persona il diritto di fare progetti lungo la propria vita.

 

Che cos’è

Nella persona anoressica si scatena una negazione: quella di mantenere il proprio peso corporeo a livello normale per età o statura. Comincia il rigetto del cibo, l’eliminazione in primo luogo dei cibi grassi e proteici, e il crollo dell’ago della bilancia. La perdita di chili porta a mantenere il peso al di sotto dell'85% di quello atteso o addirittura l’incapacità di raggiungere il livello normale previsto durante il periodo della crescita (sempre sotto l'85%). “In queste persone vi è un’intensa paura di acquistare chili o diventare grassi, anche se si è sottopeso. Altre caratteristiche utili per la diagnosi sono le alterazioni del modo in cui il soggetto vive il peso o la forma del corpo, come l'eccessiva influenza di questi due fattori sull'autostima o il rifiuto di ammettere la gravità della condizione di basso peso corporeo”, spiega il professor Maurizio Pompili, docente di psichiatria dell’Università “Sapienza” e specialista dell’ambulatorio di psichiatria dell’Ospedale S. Andrea di Roma.

 

1° Step: chiedere aiuto

Lanciare l’allarme è la cosa più difficile per una persona affetta da questo tipo di disturbo. Per questo, specie se il ragazzo o la ragazza sono molto giovani è importante che la famiglia sia attenta ai segnali. Quali? Il calo di peso, ovviamente, la difficoltà di mangiare in pubblico, in presenza di persone estranee, la divisione del cibo in piccole porzioni nel piatto, il calcolo ossessivo delle calorie e la mancanza di mestruazioni per più di tre mesi. “Chiedere aiuto è fondamentale e determinante per evitare compromissioni della salute, della vita di relazione e di quella lavorativa”, ricorda Pompili.

“Ci sono alte percentuali di soggetti che si allineano in un confine tra normalità e patologia e che denotano tuttavia la necessità di aiuto – aggiunge -. Si tratta di coloro che restringono il cibo in modo immotivato senza rientrare nei criteri riportati. Per esempio, sono coloro che usano l'attività fisica come pratica di compenso e tutte le altre precauzioni per mantenere il controllo del peso deviando da un registro comune”.

 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Adolescenti istruzioni per l’uso
Adolescenti istruzioni per l’uso

Depressione giovanile, una malattia insidiosa perché difficile da..

Ortoressia nervosa: l’ossessione per il cibo sano
Ortoressia nervosa: l’ossessione per il cibo sano

È l’ultima nevrosi alimentare di cui sono vittime i maniaci..

È il cibo l’ossessione delle donne (il sesso quella degli uomini)
È il cibo l’ossessione delle donne (il sesso quella degli uomini)

Il pensiero oscilla tra desiderio e sensi di colpa. Ma gli esperti..

Pranzare in famiglia per non ingrassare
Pranzare in famiglia per non ingrassare

I bambini che condividono i pasti coi genitori avrebbero meno..

Tale madre, tale figlia
Tale madre, tale figlia

Non solo il colore dei capelli o l’altezza, dalla mamma si possono..

Sei sottopeso o sovrappeso?
Strumenti - Sei sottopeso o sovrappeso?

Attraverso l’indice di massa corporeo, il BMI (Body Mass Index) puoi..

Bevi a sufficienza?
Strumenti - Bevi a sufficienza?

Lo sai che circa il 70% del nostro peso corporeo è costituito da acqua e..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sei un soggetto attivo o passivo?
Test - Sei un soggetto attivo o passivo?

Seguire una dieta è più facile se sai riconoscere i comportamenti che..

Ti piaci come sei o vorresti essere diversa?
Test - Ti piaci come sei o vorresti essere diversa?

Sei in perenne conflitto col tuo corpo o hai imparato ad accettarlo con..

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..

Chirurgia estetica maschile: favorevole o contraria?
Test - Chirurgia estetica maschile: favorevole o contraria?

Come ti comporteresti se il tuo lui si candidasse per un intervento di..