I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Primavera: ecco le precauzioni per la salute dei bambini

Dai pediatri, i vero/falso sulle più comuni regole da adottare con i figli nella stagione primaverile, e i preziosi consigli per mamme e papà sui comportamenti più corretti per salvaguardare il loro benessere.

Primavera: ecco le precauzioni per la salute dei bambini

Per quanto sia la stagione più piacevole dell’anno, è proprio in primavera che a causa dei suoi tipici sbalzi di temperatura e le frequenti variazioni climatiche, i nostri bambini corrono maggiormente il rischio di ammalarsi. Complici le giornate più lunghe e la voglia di trascorrere le ore libere all’aria aperta, raffreddori e malanni sono spesso in agguato.

Ad aiutare mamme e papà a salvaguardare la salute dei propri figli, scendono in campo i pediatri dell’Associazione Amici del Bambino Malato Onlus, con una serie di preziosi consigli sui comportamenti più corretti da attuare con i bambini in questo periodo. E non solo: la Prof.ssa Susanna Esposito, Direttore dell’Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, e Presidente ABM, segnala i vero/falso sulle più comuni precauzioni da sempre adottate dai genitori.

 

1. Giocare all’aria aperta e fare sport, approfittando delle giornate più lunghe, è molto importante per la salute dei bambini.

VERO. In generale, un’attività fisica regolare in età pediatrica è fondamentale sia nel bambino sano che in quello affetto da malattie respiratorie croniche. È anche un’importante forma di prevenzione dell’obesità che contribuisce, attraverso un aumento del dispendio energetico, a ridurre la massa grassa aumentando quella magra, ed è uno strumento fondamentale per un corretto sviluppo osseo. E non è finita qui: oltre alla soddisfazione resa dal divertimento e dalla gratificazione dell’attività fisica, gli sport di squadra migliorano le capacità sociali attraverso la cooperazione con altri bambini e le capacità cognitive grazie all’esplorazione dell’ambiente e l’acquisizione di nuove esperienze.

 

2. Nei bambini, soprattutto nei più piccoli, è concesso mangiare un po’ di tutto e le infezioni alimentari in età pediatrica sono rare.

FALSO. L’alimentazione deve essere sana fin da piccolissimi: solo così sarà possibile prevenire patologie importanti da adulti. Non dimentichiamo che i bambini, in particolare i piccoli con meno di sei anni, sono più a rischio degli adulti di contrarre infezioni alimentari perché le loro difese immunitarie non sono del tutto mature: per loro incontrare batteri o virus presenti nei cibi può essere pericoloso e scatenare un'infezione. È necessario limitare il consumo di salame e insaccati vari che, insieme alle conserve di frutta e verdura fatte in casa, possono essere all’origine di intossicazioni importanti come il botulismo. Ed ancora, fate attenzione alle uova crude e alle verdure non lavate, a rischio di salmonellosi, un’intossicazione caratterizzata da sintomi quali nausea, vomito, dolori addominali, diarrea e febbre. Sì, infine, ai gelati artigianali purché sicuri: i derivati di uova crude come anche i dolci alla crema, la maionese e salse varie, sono responsabili di intossicazioni da Staphylococcus aureus.

 

3. Anche durante la primavera, quando si gioca all’aperto o si trascorrono varie ore sotto il sole bisogna proteggersi dal sole e adottare un abbigliamento adeguato.

VERO. L’esposizione ai raggi solari è sempre consigliata perché aumenta la trasformazione di vitamina D, ma non ne sottovalutate la pericolosità durante la stagione primaverile. Utilizzate sempre creme solari ad alta protezione proteggendo i bambini con cappellini e occhiali da sole. Riguardo l’abbigliamento, vestiteli a strati: i forti sbalzi termici di questa stagione e una termo-regolamentazione meno efficiente nel bambino comportano maggiori rischi di malattie da raffreddamento.

 

4. In caso di viaggi o escursioni è necessario portare sempre con sé un kit di primo soccorso.

VERO. Mai dimenticare di avere con sé un kit di primo soccorso quando si parte o si fanno le gite fuori porta, includendo anche prodotti repellenti contro le punture di zanzare e zecche (presenti soprattutto in montagna). Un problema allergico secondario alla puntura di un insetto è, soprattutto in questa stagione, un evento relativamente comune. In genere, si tratta di situazioni molto semplici che si esauriscono con l’applicazione di una pomata o, al massimo con l’assunzione di un anti-istaminico per bocca, ma in certi casi può determinarsi quadro, serio, di anafilassi. Gli insetti che più frequentemente scatenano problemi allergici da punture sono api, vespe, calabroni, tafani, formiche e zanzare e colpiscono le zone più esposte e scoperte del corpo come viso, braccia, gambe, caviglie e mani.

 

5. In primavera è difficile ammalarsi.

FALSO. Le forti escursioni termiche tipiche della stagione primaverile insieme agli sbalzi di temperatura favoriscono frequentemente lo scatenarsi di raffreddori ed episodi febbrili che spesso si risolvono nel giro di pochi giorni senza che sia necessario ricorrere a farmaci, ma nei casi di febbre oltre i 38°C, è consigliabile l’uso di antipiretici. Ricordiamo che per raffreddore e sintomi alle alte vie respiratorie non andrebbero usati gli antibiotici che eliminano i batteri e non i virus contro i quali, invece, sono inefficaci. Gli antibiotici sono indicati per infezioni abitualmente batteriche, come per esempio otiti e polmoniti. In presenza dei primi sintomi, comunque, è indispensabile rivolgersi al medico che, solo dopo una visita, sarà in grado di decidere se prescrivere o meno farmaci antibiotici o richiedere eventuali esami diagnostici.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Come convincere il tuo bambino a mangiare le verdure
Come convincere il tuo bambino a mangiare le verdure

Non sono tra i loro piatti preferiti, ma ci sono mille modi perchè i..

Quali farmaci si possono prendere in gravidanza
Quali farmaci si possono prendere in gravidanza

Attenzione agli antinfiammatori e analgesici, ma anche ai rimedi a a base..

I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

I bambini sanno quando è ora di mangiare
I bambini sanno quando è ora di mangiare

Controproducente obbligare i bambini a finire la pappa se non ne hanno..

Farmaci in valigia
Farmaci in valigia

8 italiani su 10 non partono senza un kit di emergenza: antinfiammatori,..

Sarà maschio o femmina?
Strumenti - Sarà maschio o femmina?

Secondo l’antico calendario lunare cinese si può stabilire con un..

Calcola la data di nascita del tuo bambino
Strumenti - Calcola la data di nascita del tuo bambino

Il regolo ostetrico è uno strumento utilizzato dal ginecologo per..

Sai curarti da sola?
Test - Sai curarti da sola?

Verifica qual è il tuo rapporto con i farmaci

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..

Scopri se sei ipocondriaco
Test - Scopri se sei ipocondriaco

Sei quasi sempre preoccupata per la tua salute? Non fai altro che pensare..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..