I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

L’importanza dell’allattamento al seno

Fin dalle prime ore di vita, anche per i grandi prematuri è fondamentale il latte materno

No pagePagina successiva
L’importanza dell’allattamento al seno

L'importanza della lattazione per i neonati pretermine nelle Unità di terapia intensiva neonatale è stata l'argomento centrale del “Convegno internazionale sulla lattazione e sull’allattamento al seno” che si è svolto a Venezia nel 2010. La parola d'ordine è stata stimolazione. Stimolare il seno da subito, infatti, può assicurare le prime gocce di colostro al bambino e permette di prendere confidenza con l'estrazione del latte.

Migliorate le possibilità dei prematuri

Ogni giorno in Italia nascono in media 13 bambini (circa 5 mila all'anno) con un peso alla nascita inferiore a 1.500 grammi che in genere vengono "attaccati a una macchina" anziché al seno della mamma. La percentuale di nascite premature è in aumento, ma in compenso migliorano le condizioni di salute dei piccoli. Rispetto agli anni Sessanta, quando la sopravvivenza dei neonati con peso inferiore a 1.500 grammi non arrivava al 25%, oggi il 90% di questi bambini supera la fase critica.

«Riuscire ad allattare un bambino nato alla 30ª o alla 27ª settimana di gravidanza, a volte anche prima, non è facile, ma è possibile», spiega Riccardo Davanzo, specialista in pediatria presso la neonatologia e terapia intensiva neonatale dell'ospedale Burlo Garofolo di Trieste. «Tra gli ostacoli più difficili da superare, il primo è rappresentato dal distacco del neonato pretermine dalla mamma. Anche se è difficile allattare "da lontano", è importante riuscirci. Se le condizioni della neomamma lo permettono, l'ideale è provare a tirare o a spremere il latte nelle prime ore dopo il parto. Tutte le mamme potenzialmente producono latte, ma numerosi fattori, come lo stress, possono ridurne la qualità».

L'alimentazione con latte materno, anche tramite sondino, è fondamentale per un neonato in terapia intensiva, perché gli fornisce una maggiore protezione contro le infezioni e le malattie a carico dell'intestino, stimola la crescita e lo sviluppo neurologico

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento