I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Guida “all’uso” dei nonni

Sono un aiuto prezioso, ma allo stesso tempo la causa di conflitti e incomprensioni: ecco come affidare i bambini ai nonni senza pentirsene o litigare

Guida “all’uso” dei nonni

I nonni danno una grande mano ai genitori che lavorano e che non possono permettersi altri aiuti. Ma spesso si devono "arginare" i loro entusiasmi senza offenderli, ed evitare incomprensioni sgradevoli. Come fare? Ecco una guida pratica.


I vantaggi
Le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano sono ormai la prassi.
E la ricerca di una figura cui lasciare i bambini, che sia in grado di accudirli con professionalità e serietà e sia fidata con referenze non è facile. E, comunque, pesa sul bilancio familiare. I nonni disponibili a curare i bambini (non tutti lo sono) fanno, quindi, un "lavoro" lodevole e rappresentano una risorsa fondamentale che, inoltre, tramanda tradizioni e valori di famiglia. Genitori e nonni, però, hanno spesso due punti di vista educativi e di gestione diversi tra loro: i nonni mettono in campo tutto il loro bagaglio di esperienze che può risultare "datato"; ritengono di applicare le stesse regole che hanno utilizzato con i propri figli, perché giuste in assoluto, anche se spesso gestite in modo molto più permissivo (si sa, tendono a viziare i nipoti).
I genitori, da parte loro, possono anche voler applicare altre regole ritenute migliori e adeguate ai nuovi metodi pedagogici o anche semplicemente mettere alcuni paletti (come l’orario della nanna o quello che deve mangiare il piccolo) senza venire costantemente criticati dai nonni che, occupandosi dei nipoti a tempo pieno, si sentono investiti di un ruolo che non gli appartiene e si offendono.


I consigli
La realtà è che i nonni non sono i genitori e non devono esserlo: quindi non spetta a loro l’educazione dei nipoti. Contemporaneamente, non hanno l’esigenza di dover essere severi quanto i genitori. È anche vero, però, che un nonno eccessivamente permissivo mina la buona educazione del nipote e può far sembrare le regole imposte dai genitori dure e troppo severe. Serve insomma equilibrio. Alcune regole fondamentali, magari fissate insieme tra nonni e genitori, devono, quindi, sempre essere rispettate dai bambini in ogni caso (per esempio, non mangiare davanti alla televisione) con qualche eccezione consentita.



Linee guida irrinunciabili
Stabilire poche, ma precise regole che devono essere condivise
, e applicarle con equilibrio ed elasticità: Se la mamma e il papà stabiliscono che il bambino non deve mangiare merendine, per esempio, i nonni dovrebbero rispettare questa scelta. Se decidono che il bambino deve essere legato quando è sul seggiolone, i nonni lo devono fare anche se sembra inutile. Se però il nonno ogni tanto dà una merendina al nipote non se ne deve fare una tragedia, ma spiegare che non deve diventare una costante.
Tenere presente che i nonni non sono un parcheggio. Sono una risorsa preziosa, ma non "aperti" 24 ore su 24. Devono, quindi, mantenere la propria vita e i propri spazi, per esempio fissando almeno un giorno a settimana o il weekend di libertà. Troppo spesso, infatti, i genitori che lavorano durante la settimana sono costretti a rimandare alcune faccende come la spesa o i divertimenti con gli amici nel fine settimana chiedendo nuovamente aiuto ai nonni. Si deve, quindi, fissare un limite anche in questo senso. Solo se c’è equilibrio nel rapporto, lo scambio di valori e di benefici tra nonni e nipoti diventa reciproco e salutare.

 

Le 8 situazioni a rischio (e come risolverle)

  1. I nonni non rispettano le regole
    I nonni non rispettano i divieti dei genitori come non far mangiare il bambino davanti alla televisione o non fare il “teatrino”. Cosa fare? Spiegare che il piccolo durante i pasti deve potersi concentrare sul cibo e sul senso di fame o sazietà e non mangiare per far piacere agli altri o per divertimento. Altrimenti si innesca un circolo vizioso per cui vorrà mangiare solo in quel modo favorendo un disturbo dell’alimentazione. Se il bambino non vuole più la pappa, non bisogna insistere: il piccolo sa quando è sazio.
  2. I nonni dicono sempre sì
    È il loro ruolo ed è giusto che sia così. Per questo occorre fissare poche regole chiare da rispettare assolutamente. Spiegando al bambino che se il nonno gli fa vedere la televisione fuori orario (ma mai ai pasti) è una eccezione. Si deve comprendere che i nonni non sono più giovani, per cui si stancano facilmente e la televisione può rappresentare un’ancora di salvezza.
  3. Sono alleati nel ritardare la nanna
    Se i nonni si alleano con i nipoti nel ritardare il momento della nanna, perché il bambino non è stanco (all’apparenza), spiegare che, per una buona routine del sonno sia pomeridiano sia serale, è fondamentale che il piccolo si addormenti nella propria cameretta e non "crolli" dalla stanchezza. I genitori devono puntare il discorso sulla salute del piccolo, che deve imparare ad addormentarsi normalmente per non soffrire di disturbi del sonno.
  4. Fanno giochi fisicamente troppo impegnativi
    I nonni hanno limiti di movimento dovuti all’età. Inutile allora intraprendere giochi di corsa o agilità, che possono mettere a repentaglio la sicurezza di entrambi. Lo stesso per lo stare in piedi sul divano o non venire legati sul seggiolone. Sottolineare che si agisce non per mancanza di fiducia: i bambini si muovono e combinano guai con una rapidità fenomenale ed è difficile sorvegliarli anche per gli stessi genitori.
  5. Si fanno chiamare mamma e papà
    Accade quando i nonni passano tutto il tempo con i nipoti. Con il rischio che il bambino crei confusione di ruoli. Spiegare ai nonni che è importante per il nipote riconoscerli come tali perché deve sapere quali sono le figure di riferimento.
  6. C’è un po’ di incoerenza nelle regole tra genitori e nonni
    L’esempio classico è il bambino che mette le mani sui vetri (e la nonna lo sgrida, ma la mamma lo permette) o chiama un oggetto con un nomignolo sbagliato (ma il papà lo asseconda senza contraddirlo). Come fare? Se per i nonni un comportamento è davvero irritante, accettare che dettino le loro regole, quantomeno quando i nipoti sono a casa loro, lasciando inizialmente libertà al bambino a casa propria. Nulla vieta di applicare successivamente la stessa regola se giusta (come è quella di non sporcare i vetri). Dire, però, al nonno che prima di sgridare il bambino per questioni permesse dai genitori, sarebbe opportuno parlarne. 
  7. Contraddicono i genitori davanti al bimbo Spiegare ai nonni che il bambino ha bisogno di sicurezza, rappresentata dall’autorità materna e paterna. È regola generale che gli stessi genitori non si contraddicano davanti al bambino. Lo stesso vale per nonni, altrimenti il piccolo non capirà cosa è giusto e cosa no e, inoltre, ai suoi occhi i genitori diventeranno "i cattivi" con regole ingiuste che possono essere disattese.  
  8. Ritardano l’autonomia dei nipoti
    Imboccano il bambino che sa mangiare da solo, ma si sporca o butta il cibo per terra; lo prendono in braccio quando sta iniziando a camminare. I nonni lo fanno in buona fede, per praticità e per non vederlo impacciato, ma ritardano l’acquisizione dell’autonomia del piccolo. Spiegare loro che è giusto un compromesso tra le due situazioni.
di Livia Zacchetti (con la consulenza della pedagogista Giovanna Rivela)

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Il tempo a disposizione per te stessa? Soltanto 26 minuti al giorno

Secondo una ricerca, le mamme non possono dedicare a sé nemmeno..

Come organizzare la sua prima vacanza da solo

Fuori casa, i piccoli imparano a cavarsela da soli. Ma occorre prepararli..

Problemi nello sviluppo del linguaggio: la mamma è la prima ad accorgersene

Cogliere tempestivamente eventuali difficoltà di comunicazione facilita..

Gemelli: separarli o tenerli sempre insieme?

Consigli pratici per aiutare i genitori a sviluppare un’identità..

10 regole per mangiare bene ed evitare di sprecare il cibo

I dietisti italiani hanno stilato un elenco di regole per un..