I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Famiglie allargate: come gestire il Natale

Quando i nuclei familiari si trasformano, allargandosi o ricomponendosi, la nuova coppia ha responsabilità non solo verso i propri figli, ma anche verso quelli del partner e dei loro genitori. Un’attenzione in più durante le feste e le vacanze.

Famiglie allargate: come gestire il Natale

Intervista a Laura Pettenò, psicologa, docente presso l’Università di Padova, e co-autrice, insieme alla psicologa Roberta Mariotti, del libro “Famiglie allargate” (Erickson, 2015).

 

Atteso con ansia, il Natale offre l’occasione per riunirsi con i propri cari in uno spirito di festa che fa tornare un po’ tutti bambini. Non a caso, infatti, è identificato come la festa dei bambini e della famiglia.

Ma cosa succede quando la famiglia non è più quella a cui i bambini, fino a questo momento, hanno sempre fatto riferimento? È questo il caso delle cosiddette ‘famiglie allargate’: nuclei familiari che, dopo la separazione dei due genitori, vedono nascere altre situazioni. Mamma e papà si rifanno una vita, trovano una nuova stabilità sentimentale ed emotiva. Stabilità non sempre percepita nello stesso modo da chi si trova nel mezzo della ‘scissione’: il figlio. Il bambino, in questi casi, diventa un collante che spesso sente tutta la ‘trazione’ delle due parti genitoriali che si allontanano reciprocamente: credeva nell’amore dei suoi genitori, ma quest’amore un giorno è finito, ed è stato rivolto a nuove figure che non sempre vengono accolte subito completamente e di buon grado.

 

Il ruolo del compagno/a di mamma o papà

Con chi trascorrere i giorni di festa? Con mamma e i nonni materni, o con papà e la sua famiglia? E i nuovi compagni dei genitori, sono ben accetti oppure no? “È molto importante il ruolo del nuovo partner del papà o della mamma – avverte la dott.ssa Pettenò -. Spesso viene fatto un errore di valutazione: il genitore che ha un nuovo compagno tende a identificarlo come ‘nuova famiglia’ per il bambino, quasi con la pretesa di sostituire quella che si è rotta. Ma i bambini, in genere, non vivono il nuovo arrivato in questo modo, e continuano a identificare la propria famiglia in quella precedente. Per questo motivo è necessario che gli adulti in gioco abbiano molta sensibilità e maturità: se il bambino è felice di passare il Natale anche con il nuovo compagno del genitore, ben venga invitarlo da nonni e zii, ma se il piccolo ha difficoltà a metabolizzare la separazione dei propri genitori, il nuovo arrivato deve sapersi mettere da parte, dando al bambino tutto il tempo necessario di accettarlo”.

La chiave è rispettare il sentire dei bambini, senza forzarli alla presenza del nuovo partner di mamma o papà. Questo, ovviamente, non vuol dire lasciare ai piccoli completamente carta bianca su come trascorrere le feste. Infatti i bambini spesso possono avere una netta preferenza nei confronti della famiglia di un genitore rispetto a quella di un altro, desiderando di passare le feste con gli uni anziché con gli altri. Consiglia la specialista: “I bambini devono anche capire che non sempre si può fare ciò che si vuole, ma che delle volte occorre agire anche per la felicità degli altri. Per questo sarà permesso loro di passare un giorno di festa con un nucleo e il giorno successivo con l’altro, in modo da mantenere gli equilibri affettivi senza ferire i sentimenti di nessuno”.

 

Non trasmettere né angoscia né illusioni

A volte, però, può presentarsi un’altra variante più difficile da gestire, ossia quando solo uno dei due genitori si è rifatto una vita, mentre l’altro è senza un compagno. In questi casi il bambino potrebbe sentire il peso della solitudine del genitore single, e potrebbe avere sensi di colpa nel lasciarlo nei giorni di festa. “Il genitore che non ancora ha un compagno deve necessariamente evitare di far provare al bambino questo senso di angoscia” continua la Pettenò. “Del Natale, ai bambini piacciono il senso di festa, l’allegria, i colori, la possibilità di giocare con i cuginetti. Per questo dovrà essere incoraggiato a passare il giorno prestabilito anche con l’altro genitore e la sua famiglia, rassicurandolo del fatto che si è felici e si vivrà quel momento di festa con i propri amici e i propri cari”.

Può capitare che i due genitori separati decidano di riunirsi i giorni festivi per far vivere al bambino un momento speciale. È una buona idea? “Tutto dipende dai rapporti fra gli ex coniugi” specifica Laura Pettenò. “Se sono rimasti amici possono anche decidere di passare il giorno di Natale insieme per il bambino. Però è importantissimo informare il piccolo che si tratta solo di quel giorno, in modo da non illuderlo”. Sconsigliata del tutto, invece, una riunione natalizia tra ex moglie e marito se i rapporti non sono idilliaci: il bambino avvertirebbe un clima di tensione che sarebbe per lui fonte di grande sofferenza.

di Giorgia Martino

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Mamma e papà non stanno più insieme
Mamma e papà non stanno più insieme

Come dire ai figli che i genitori hanno deciso di separarsi

Quando la mamma ha un nuovo fidanzato
Quando la mamma ha un nuovo fidanzato

Presentare ai figli il nuovo compagno è una situazione delicata da..

Litigi di coppia: com’è stato il tuo rapporto con i genitori?
Litigi di coppia: com’è stato il tuo rapporto con i genitori?

Una ricerca dell'Università del Minnesota rivela che le difficoltà di..

I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

Perché abbiamo paura della solitudine?
Perché abbiamo paura della solitudine?

Stare da soli con noi stessi è una preziosa risorsa, ed è importante..

Ti piacciono le feste di Natale?
Test - Ti piacciono le feste di Natale?

Si avvicinano le feste con il loro carico di emozioni, aspettative,..

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..

Beata solitudine o dolce compagnia?
Test - Beata solitudine o dolce compagnia?

Scopri rispondendo al nostro test se hai un istinto da “animale..

Flirt da ombrellone. Quanto durerà?
Test - Flirt da ombrellone. Quanto durerà?

Le vacanze estive si sa, portano batticuori e serate romantiche… Tu..

Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?
Test - Lavoro e famiglia. Riesci a conciliarli?

Scopri se sei capace di armonizzare la vita lavorativa con gli aspetti..