I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Il detergente per il bagnetto: una scelta non casuale

No pagePagina successiva
Il detergente per il bagnetto: una scelta  non casuale

Fissan baby

Le mamme di oggi sono molto attente alla ricerca di prodotti delicati e meno aggressivi , ad uso sia personale sia per il proprio bambino cercando spesso prodotti con ingredienti naturali. Quest’atteggiamento, è solito quando si tratta di affrontare  disturbi,  quali per esempio la tosse, ma è altrettanto importante nell’ambito della prevenzione e della cura quotidiana della pelle. Ma la scelta di dermocosmetici con ingredienti naturali è davvero ottimale e raccomandabile? Potremmo rispondere di sì, purché siano rispettate alcune condizioni, che illustreremo e commenteremo tra poco.

 

Quando la natura è una preziosa alleata

Le sostanze estratte dalle piante o ricavate direttamente dal mondo naturale, che vengono utilizzate per le loro azioni benefiche, spesso sono associate a ridotti o assenti “effetti indesiderati”. Non bisogna dimenticare, però, che qualsiasi elemento naturale, oltre ad avere indicazioni proprie, è caratterizzato da un proprio livello oltre il quale non soltanto risulta privo di vantaggi aggiuntivi, ma può addirittura essere controproducente.

In secondo luogo va precisato che bambino e adulto hanno costituzione ed esigenze differenti, per cui non è scontato che un detergente ideale per la mamma lo sia anche per il piccolo. Questo implica che anche la scelta di principi naturali non può prescindere dalla conoscenza della fisiologia della pelle. A tale riguardo il neonato e il lattante meritano un’attenzione del tutto particolare, in quanto la loro pelle è più sottile, vulnerabile e delicata, ha una maggiore capacità di assorbimento e  inferiori capacità di difesa. Va inoltre detto che spesso un principio naturale, per poter essere realmente efficace, deve essere opportunamente formulato, e cioè associato a sostanze in grado di trasferirlo (o, con un termine tecnico, “veicolarlo”) alla pelle. Per questa ragione il ricorso a ingredienti naturali rappresenta senza dubbio un punto di forza se supportato da nozioni di conoscenza di fisiologia della pelle e quanto mai personalizzato. Un connubio, dunque, tra valorizzazione dei principi di storica memoria, in quanto già noti e utilizzati nel passato per le loro virtù idratanti, lenitive e protettive, e la loro sapiente combinazione  in un detergente in grado di coniugare delicatezza ed efficacia nel rispettare l’equilibrio cutaneo del neonato e del lattante.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Facebook: sempre più bimbi in rete
Facebook: sempre più bimbi in rete

Uno su tre, dai 9 ai 12 anni, ha un profilo sul social network. Ma molti..

Bambini al sole: come proteggerli
Bambini al sole: come proteggerli

Alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti per preservare i bimbi da..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

I bimbi ingrassano di più se la mamma lavora?
I bimbi ingrassano di più se la mamma lavora?

Le madri impegnate fuori casa hanno poco tempo per preparare piatti..