I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

I controlli oculistici per il tuo bambino

Per risolvere un difetto visivo può bastare una visita tempestiva

No pagePagina successiva
I controlli oculistici per il tuo bambino

Lo dimostra una ricerca della Commissione difesa vista: 1 genitore su 5 non ha mai portato il proprio bambino a fare una visita oculistica. Ed è un peccato. Perché ci sono problemi visivi che, diagnosticati entro i dieci anni di età, guariscono bene o perlomeno si possono arrestare. Un esempio? Il cosiddetto “occhio pigro” che si risolve entro i cinque anni, cioè fino a quando la funzione visiva è ancora in fase di sviluppo. Altrimenti il difetto rimane per tutta la vita, a scapito di una buona vista. “Oggi ci sono oculisti che si occupano solo di bambini”, spiega Fulvio Carraro, direttore dell’unità operativa di oculistica dell’Ospedale San Giuseppe di Empoli. “Per non creare ansie inutili, la visita è simile a un gioco e l’ambulatorio sembra una stanza di ricreazione. Si usano sistemi diversi, ma i risultati sono affidabili esattamente come quelli degli adulti”. Per misurare la vista, per esempio, il piccolo non ha di fronte a sé il cartellone tradizionale con le lettere che gradualmente diventano più piccole, ma con una serie di oggetti, sempre di dimensioni diverse, facilmente riconoscibili anche a tre anni, come la casa, l’albero, il cane. 

 

Quando portare il bambino dall’oculista?

A un anno il piccolo va fatto controllare se ha un occhietto storto, probabilmente infatti soffre di strabismo, un problema che compare tra i sei mesi e l’anno di vita. La causa più comune è uno scarso sviluppo della muscolatura di uno dei due occhi, che non riesce a effettuare i normali movimenti. Le mamme però possono stare tranquille. Se l’occhio del bimbo è storto solo quando guarda da vicino, è sufficiente una benda sull’occhio sano. Serve per costringere quello strabico a mettersi nella giusta posizione. Inoltre la mamma deve stimolare i corretti movimenti dell’occhio strabico con degli esercizi da eseguire ogni giorno, consigliati dall’oculista. Se lo strabismo non si risolve e il piccolo ha tre anni, la soluzione è invece l’intervento chirurgico che corregge il difetto al muscolo. Avviene in anestesia generale e il bambino deve rimanere in ospedale un giorno. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Baby-occhiali da sole: sceglili con attenzione

Gli occhi sensibili del tuo bambino vanno protetti dalle radiazioni..

Proteggi i tuoi occhi con gli occhiali da sole giusti

Per evitare fastidiose congiuntiviti o peggio, alterazioni delle..

Bambini al sole: evitiamo il pericolo scottature

La pelle delicata dei piccoli va protetta, non solo con creme ad alta..

Occhi al sole: impariamo a proteggerli

Gli occhiali da sole sono un ottimo scudo dai raggi dannosi del sole; le..

Video - Chirurgia refrattiva: come dire addio a miopia e astigmatismo

Rosanna intervista il professor Andrea Cusumano