I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Come crescere bambini sereni e sicuri di sé

Ogni mamma e ogni papà desidera che i propri figli crescano forti e felici: cosa fare e cosa evitare

No pagePagina successiva
Come crescere bambini sereni e sicuri di sé

Sereni, forti, sicuri di sé: certo, conta il Dna, ma soprattutto contano i genitori e le esperienze. Un bambino che si valuta positivamente si sente degno di essere amato e felice. Ma come si forma questa buona opinione di noi stessi? Nasce e si sviluppa solo grazie alla relazione di attaccamento e ai comportamenti amorevoli: il bambino che viene rassicurato fisicamente e psicologicamente prova un sentimento di fiducia nella vita ed è in grado di darsi una propria identità, di riconoscere il proprio valore personale. Ci sono due parole chiave per favorire e sviluppare questa autovalutazione positiva: amore e autonomia.

 

Un mare d’amore
Il piccolo impara da subito a conoscere il proprio corpo attraverso il calore della sua relazione con i genitori e in seguito con le persone che si prendono cura di lui, grazie alle carezze e ai baci. Protetto, nutrito, coccolato, sta bene con se stesso. Verso i diciotto mesi entra in un’altra fase della propria vita: si sposta, curiosa, corre, ma d’ora in poi vuole anche decidere, scegliere, far valere il proprio punto di vista.

 

Verso l’autonomia
La conquista dell’indipendenza è indispensabile per rafforzare la sua personalità. Intorno  ai tre-quattro anni compaiono le paure, le strategie di seduzione. I bimbi desiderano la vicinanza con il genitore di sesso opposto e cominciano a prendere qualche iniziativa: eseguono ancora semplici incarichi, mettono a posto i giochi. In questo periodo presentano un forte bisogno di essere tenuti in considerazione, valorizzati, riconosciuti. Verso i sette-otto anni, con la comparsa della capacità di giudizio, appare anche l’autostima. Fondamentale ancora l’atteggiamento di papà e mamma. Se i genitori sono maniaci di perfezionismo ed eccellenza, fanno sentire il bambino sempre “sotto tiro”, spingendolo a ritenere che qualunque cosa faccia nella vita, qualunque sia il successo ottenuto, è sempre insufficiente a far contenti mamma e papà. Così il piccolo si sentirà comunque inadeguato. Ma anche la mamma o il papà distratto, a cui va sempre bene tutto rischia di compromettere l’autostima del figlio: il piccolo sotto sotto si sente trascurato, non degno d’amore. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?
Quando i bambini sono maleducati: è sempre tutta colpa dei genitori?

Le buone maniere vanno insegnate subito, a partire dai tre anni. Quali..

La voglia di diventare genitori? È manifestata soprattutto dall’uomo
La voglia di diventare genitori? È manifestata soprattutto dall’uomo

Le donne oggi sarebbero meno interessate al matrimonio e a fare le mamme...

Litigi di coppia: com’è stato il tuo rapporto con i genitori?
Litigi di coppia: com’è stato il tuo rapporto con i genitori?

Una ricerca dell'Università del Minnesota rivela che le difficoltà di..

Bambini al sole: come proteggerli
Bambini al sole: come proteggerli

Alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti per preservare i bimbi da..

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..