I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Bambini e Internet: come evitare i pericoli

Non solo gli adolescenti, anche i piccoli sono sempre più affascinati dalla Rete e dalle sue infinite possibilità, ma spesso ne sottovalutano i rischi. Dall’esperta dell’età evolutiva, 8 consigli per monitorare l’uso dei social dei nostri figli.

No pagePagina successiva
Bambini e Internet: come evitare i pericoli

Con la consulenza della Dott.ssa Anna Memmoli, Psicologa e Psicoterapeuta dell’età evolutiva a Roma, www.arpea.it.


I social media, quei ‘non luoghi’ virtuali in cui si chatta e si scambiano opinioni e foto con persone di tutto il mondo, sono sempre più amati dai nostri figli. In testa alla classifica dei più gettonati, spicca Facebook, che consente di impostare profili personali in cui aggiungere foto e post, con un unico limite per gli utenti che hanno meno di 13 anni. Seguono Instagram, dove si condividono foto, Twitter, in cui si messaggia con i propri contatti in modo praticamente telegrafico, e la chat telefonica di Whatsapp.

Per i più giovani, nati nell’era del web, si tratta di un mondo ricco di fascino, perché possono comunicare con persone che hanno i loro stessi interessi senza vincoli di spazio e distanze: sono le “generazioni google”, ossia i rappresentanti dei cosiddetti ‘nativi digitali’. Ovviamente, trattandosi di luoghi virtuali, il controllo dei pericoli è molto più difficile, e i malintenzionati agiscono più indisturbati in quanto si nascondono dietro uno schermo e spesso sotto falsi profili. È proprio questa la maggiore apprensione di mamme e papà, preoccupati soprattutto di tutelare i piccoli della famiglia, inevitabilmente più ingenui di fronte a eventuali raggiri e rischi.

 

I rischi dei social

I pericoli in agguato online sono tanti, e riguardano anche gli adulti. Ecco di seguito un elenco di quelli a cui siamo più esposti:

Privacy. È più facile aprirsi online, comunicando il proprio numero telefonico, il proprio indirizzo o i luoghi che si frequentano, e questo rende i più piccoli ancora più vulnerabili perché rintracciabili fisicamente. 

Cyberbullismo. I social network possono essere usati anche per mettere in atto vessazioni, minacce e insulti pubblicati sul profilo o inviati privatamente via chat. Questo può avvenire anche ad opera di profili falsi, da cui è ancora più difficile difendersi. 

Cyberstalking. Si può essere perseguitati anche via web, con messaggi continui e non graditi. In genere i social permettono di bloccare la comunicazione con la persona non desiderata, ma il cyberstalker può rientrare in contatto con la sua vittima tramite profili falsi.  

Pedofilia online. È la minaccia più angosciante per la sicurezza dei più giovani. Purtroppo le possibilità di anonimato che Internet offre danno ai pedofili la possibilità di fare amicizia con bambini e adolescenti tramite chat, guadagnando la loro fiducia e raggiungendo un contatto fisico vero e proprio. 

Implicazioni emotive. Vivere in un luogo virtuale, diminuendo o annullando drasticamente le amicizie reali, comporta uno stress da cui scaturisce l’aumento di fobie sociali e difficoltà relazionali tra i giovanissimi. Il mondo digitale, infatti, facilita la socializzazione nel virtuale, mentre nel reale spesso rende ancora più timidi e impacciati. 

Phishing. È un tipo di truffa informatica che permette di carpire i dati personali di un utente attraverso il suo profilo o la sua mail. 

Dipendenza. Sebbene il rischio valga per tutti, e ognuno di noi potrebbe ritrovarsi “dipendente” da un gioco di ruolo o da un cellulare, vi sono delle categorie per le quali l’insidia è davvero dietro l’angolo. “Sono i ragazzi che hanno difficoltà relazionali – afferma la dottoressa Memmoli –. Per loro, questo sconfinato e affascinante ‘mondo parallelo’ rappresenta un rifugio”. Il periodo più critico è quello dagli 11 ai 15 anni, dopodiché lo spirito di aggregazione e il timore di essere giudicati si affievoliscono. 

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (4/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Facebook: sempre più bimbi in rete
Facebook: sempre più bimbi in rete

Uno su tre, dai 9 ai 12 anni, ha un profilo sul social network. Ma molti..

Privacy: attenzione ai dati che mettete in rete
Privacy: attenzione ai dati che mettete in rete

La divulgazione inconsapevole dei propri dati personali può causare..

La dipendenza da internet colpisce soprattutto gli uomini
La dipendenza da internet colpisce soprattutto gli uomini

Sempre più donne lamentano la dipendenza del proprio partner dal web, ma..

Il bacio virtuale viaggia sul web
Il bacio virtuale viaggia sul web

I giapponesi hanno inventato il “Kiss Transmission Device”, un..

Che cosa mangiano i ragazzi?
Che cosa mangiano i ragazzi?

È partita la prima indagine on line per conoscere le abitudini..

Quanto sei indipendente?
Test - Quanto sei indipendente?

Rapporti di coppia e di amicizia, legami con la propria famiglia di..