I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Bambini in sovrappeso: come aiutarli a ridurre l'alimentazione

Mangiare in modo smodato è rischioso per la salute, fisica e mentale. Le regole per far capire ai nostri figli come alimentarsi in modo corretto, senza cadere in frustrazione.

Bambini in sovrappeso: come aiutarli a ridurre l'alimentazione

A cura del professor Richard Unterrichter, psicologo, psicoterapeuta e sociologo - www.apbpspsicologidibase.it

 

I bambini rotondi hanno belle “guanciotte” e ispirano coccole. Il mangiare, infatti, quando riguarda i bambini, è spesso associato a “essere in salute”: quale mamma non ha mai pronunciato “mangia che ti fa bene” (qualunque sia l’alimento)?

Questo perché dà soddisfazione vederli gustare i piatti che portiamo in tavola, da parte nostra preparati con cura e amore. Purtroppo, però, “il troppo stroppia” e i chili in più possono compromettere la salute futura dei nostri bambini.

 

I danni del sovrappeso

I medici ci insegnano che il sovrappeso favorisce l’insorgere di patologie gravi come diabete, eccesso di colesterolo, alterazione di funzioni renali, ma non è solo il corpo a poter incorrere in sofferenze, anche la mente. I chili di troppo spesso impediscono di piacersi, compromettendo l’autostima e spesso incidendo pesantemente sulla socializzazione (soprattutto in età adolescenziale). Il rischio poi è di veder strutturarsi dei disturbi del comportamento alimentare (DCA) tra i quali, i più tristemente famosi l’anoressia e la bulimia, l’iperfagia prandiale (assunzione in grandi quantità di cibo durante i pasti, legata spesso ad abitudini familiari consolidate sin da piccoli, come ad esempio la cosiddetta “dieta del fast food”), il grazing (mangiare costantemente cibi ipercalorici che a differenza dell’iperfagia è un’agito per noia, ansia o frustrazioni), disturbo da alimentazione incontrollata (ben più grave dei precedenti e caratterizzato da grandi abbuffate associate a sensazioni di perdita di controllo, seguito poi da sensi di colpa, fallimento e abbassamento del tono dell’umore).

 

Se nostro figlio è sovrappeso, come possiamo fare?

Ecco alcune pratiche e semplici regole:

  1. Eliminiamo gradualmente i prodotti ipercalorici. Partendo dagli “spezza-fame” (merendine, caramelle, snack etc.), da eliminare da frigo o dispensa. Approfittando della crisi possiamo dire: “Eh, dobbiamo risparmiare un po’”, così potremmo alleggerire la spesa gradatamente e sostituire i dolcetti magari con frutta e yogurt;
  2. Dare l’esempio è impegnativo ma a medio lungo termine certo efficace. Al posto del latte in eccesso, introduciamo delle spremute, salutari per tutti, caricandoli di bontà e investimenti positivi: “Mmmhh… che buona, mi sento proprio meglio: ha la vitamina C, fa molto bene...mi sento già più ricca di energie…”;
  3. Cerchiamo di assegnare ai dolci o ai cibi ipercalorici una connotazione di straordinarietà. È una tecnica sicuramente vincente: bibite e dolci vanno insieme e si consumano per festeggiare la domenica o altre occasioni;
  4. La merendina a scuola. Proviamo a convincere i nostri figli delle “qualità” della frutta e sostituirla alla merendina nello zainetto. Ecco allora l’esempio della mamma e del papà che si portano una mela o un paio di mandarini al lavoro perché: “Una mela al giorno toglie il medico di torno”;
  5. Dolcetti e merendine spesso diventano premi: “Se fai il bravo, ti compro il gelato”. Possiamo sostituirli ad esempio con le figurine, una gita di pesca o un pomeriggio alle giostre, svincolandoli così anche dall’investitura di “alimenti buoni”.
  6. No alla sedentarietà: più scale per tutti e meno ascensore. Proponete una gara ai più grandi, piccole passeggiate, a cui aderiranno con gioia se avete un cane, oppure chiedetegli un aiuto per la lavanderia vicino casa o di accompagnarvi dal giornalaio; anche spolverare la bicicletta con la bella stagione è spesso divertente, iscriverli ad un corso sportivo, di ballo, cercare di creare occasioni di incontri (almeno una volta a settimana) con un amichetto per giocare al parco, correre e saltare.

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Bulimia e anoressia: attenzione alla contraccezione orale
Bulimia e anoressia: attenzione alla contraccezione orale

I disturbi del comportamento alimentare influiscono negativamente sulla..

Anoressia, un problema anche maschile
Anoressia, un problema anche maschile

I disturbi alimentari in crescita tra i giovani uomini

I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni
I figli fanno la felicità, ma solo quando i genitori superano i 30 anni

Finché sono piccoli, prevalgono le preoccupazioni. Mamma e papà stanno..

Tutte le calorie del Natale
Tutte le calorie del Natale

Ne apporta di più il pandoro o il panettone? E quante se ne nascondono..

La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona
La pubblicità sui cibi spazzatura? Funziona

I bambini esposti agli spot che reclamizzano bibite zuccherate e fast..

Tabelle di composizione degli alimenti
Strumenti - Tabelle di composizione degli alimenti

I dati riportati sono per il 70% dati sperimentali originali, ottenuti da..

Qual è il tuo peso ideale?
Strumenti - Qual è il tuo peso ideale?

Quest’estate hai gettato da una rupe l’odiosa bilancia, ma ora con..

Obiettivo corpo perfetto
Strumenti - Obiettivo corpo perfetto

Sei una sportiva o ti accontenti di mantenere il tuo peso forma stando..

Calorie di troppo
Strumenti - Calorie di troppo

Determina il tuo metabolismo basale (BMR) e saprai di quante calorie..

Sei una mamma-dipendente?
Test - Sei una mamma-dipendente?

Il legame con tua madre condiziona ancora la tua esistenza e le tue..

Che stile di vita sei
Test - Che stile di vita sei

Lo stile di vita rappresenta l'espressione di noi stessi nel mondo che ci..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..