I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Bambini: come aiutarli a scegliere lo sport

Individuale o di squadra? I consigli dell’esperta per educare i piccoli alla disciplina sportiva, sfruttando al meglio gli effetti positivi dell’attività fisica sulla loro crescita.

No pagePagina successiva
Bambini: come aiutarli a scegliere lo sport

Con la consulenza della dottoressa Elena Giulia Montorsi, psicologa dello Sport.

 

Che sia tennis o danza, pallacanestro o calcio, nuoto o rugby, non importa. L’importante è praticarne uno con una certa regolarità. Le ragioni sono tante. Lo sport fa bene alla salute fisica e psichica dei nostri figli, ma è anche un’ottima attività per divertirsi  e apprendere. Insegna loro, se praticato fin da piccoli, a rispettare le regole, ad avere una certa disciplina, a socializzare e a condividere esperienze e piccoli traguardi, ma anche sconfitte e piccoli insuccessi insieme agli altri. “Lo sport - ci spiega la dottoressa Elena Giulia Montorsi, psicologa dello sport, è una scuola di vita ed insegna al bambino che si può vincere, perdere e sbagliare. Insegna a tollerare la frustrazione dell'errore in modo che il bambino possa imparare la differenza tra "ho sbagliato" e "sono sbagliato". Quest’insegnamento gli darà modo di approcciare la vita in modo differente. Inoltre fare sport aiuta la crescita psicofisica del bambino e lo toglie da un eccessivo tempo davanti alla televisione o ai videogiochi”.  

Ma è meglio scegliere una disciplina individuale o uno sport di squadra? “Dipende molto dai gusti del bambino. - ci dice la psicologa - Rispetto allo sport da praticare, non ci sono indicazioni precise. Sono funzionali sia gli sport individuali che quelli di squadra. In entrambi, gli allenamenti vengono fatti in gruppo e durante la gara ci può essere il sostegno dei compagni. Non esistono effetti migliori o peggiori, ma ci sono delle differenze. Nelle discipline individuali il bambino imparerà a ottenere buoni risultati da solo, nella squadra insieme ad altri. Ma non per questo dobbiamo farci ingannare che gli sport di squadra siano migliori: vanno bene entrambi purché sia il bambino a poter scegliere”.

 

Come avvicinare i figli allo sport e aiutarli a vivere serenamente l’attività fisica? Ecco i consigli dell’esperta. 

Parola d’ordine: divertimento! Lo sport per i bambini è un gioco, un’attività ludica attraverso la quale dare libero sfogo all’esuberanza e all’energia, non una sfida per conquistare podi, trofei e vittorie. “È sempreimportante - continua l’esperta - sostenere il divertimento del figlio e mai minacciarlo di toglierlo dallo sport per un cattivo rendimento. I bambini devono praticare attività fisica per divertirsi e non perché devono vincere ed arrivare per forza primi. I genitori hanno un ruolo cruciale in questo, ed è fondamentale che non parlino male dell'allenatore o degli amichetti/avversari, o degli altri genitori, di fronte ai figli. Mamma e papà devono sempre ricordarsi che il figlio pratica sport per divertimento e non per vincere e basta. Attraverso il loro comportamento e le loro domande: 'ti sei divertito?', 'raccontami cosa hai fatto di bello oggi'. Da evitare sempre le espressioni: 'hai vinto?', 'hai battuto il tuo amichetto?', 'hai fatto vedere al tuo allenatore che sei il più bravo?'. Lasciare che lo sport venga vissuto con serenità è basilare, e ancor più non minacciare i bambini di non fare sport se non vanno bene a scuola. Anche perché è la stessa attività fisica ad aiutare la prestazione scolastica: insegna la concentrazione, la gestione delle emozioni e da la possibilità di affrontare i problemi, se il bambino non va bene a scuola non è per colpa dello sport le cause sono sempre altre”.

 


Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
Lo sport più adatto per il tuo bambino
Lo sport più adatto per il tuo bambino

Nella fascia d’età tra 6 e 11 anni è importante scegliere..

Aqua boxe: indossa i guantoni e “tuffati” nel divertimento
Aqua boxe: indossa i guantoni e “tuffati” nel divertimento

Immersa in acqua, puoi allenare braccia, gambe e addominali in modo..

Sport solo nel weekend? Non sempre fa bene alla salute
Sport solo nel weekend? Non sempre fa bene alla salute

Il rischio è quello di farsi male, perché i muscoli non sono abbastanza..

Come contrastare l’astenia primaverile e ritrovare l’energia
Come contrastare l’astenia primaverile e ritrovare l’energia

Puoi dare una mano al tuo organismo con gli integratori di vitamine e..

Il gelato: una fonte di calcio e di vitamine
Il gelato: una fonte di calcio e di vitamine

È l’alimento preferito da grandi e piccini ed è anche una soluzione..

Sei a rischio osteoporosi?
Test - Sei a rischio osteoporosi?

Dal recente congresso mondale sull’osteoporosi è emerso che le donne..

Eterna ragazzina o adulta responsabile?
Test - Eterna ragazzina o adulta responsabile?

Sei affetta dalla sindrome di Peter Pan e ti rifiuti di crescere? Oppure..

Beata solitudine o dolce compagnia?
Test - Beata solitudine o dolce compagnia?

Scopri rispondendo al nostro test se hai un istinto da “animale..

TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?
Test - TEST dell’acqua: ma tu bevi abbastanza?

Sei sicura di bere a sufficienza? Fai il test e scegli l’acqua più..