I VIDEO DI ROSANNA
Oroscopo della salute Ariete Toro Gemelli Cancro Leone Vergine Bilancia Scorpione Sagittario Capricorno Acquario Pesci Oroscopo della settimana

Così risparmi su libri di testo

La scuola pesa sempre di più sulle tasche delle famiglie, ma basta seguire qualche consiglio per tagliare di netto i costi!

No pagePagina successiva
Così risparmi su libri di testo

La crisi sta mettendo a dura prova i bilanci delle famiglie. Il “caro scuola” interessa otto famiglie su dieci, che sono già sul piede di guerra a causa dell’annunciato aumento dei prezzi per libri e accessori. Due decreti legge, il n. 42 e 43 dell'11 maggio 2012, obbligano le istituzioni scolastiche ad adottare "esclusivamente libri di testo in formato misto, ovvero interamente scaricabili da Internet". Un processo di innovazione irreversibile, necessario nell’era della tecnologia, che però costerà caro: "Il provvedimento sul lungo termine può avere effetti positivi – ha spiegato il Codacons - ma nell'immediato, non fa che tradursi nell'ennesimo rincaro a danno degli italiani". A fronte della nuova normativa, infatti, gli insegnanti sono stati costretti a cambiare il libro di testo perché non tutte le case editrici si sono adattate alle nuove regole, o comunque a dover cambiare l'edizione del libro, scegliendo la più aggiornata che comprende anche i contenuti multimediali. Questo rappresenta uno dei rari casi in cui la rivoluzione digitale fa un buco nell’acqua e così, genitori e studenti, decidono ancora una volta di ricorrere al tradizionale “mercatino dell’usato” dove resistono i libri in versione cartacea di seconda mano, da comprare a prezzi scontatissimi (del 20, del 40 e fino al 50%),  per tentare di risparmiare.

Per risparmiare, i consigli del Codacons

I soggetti che sentiranno maggiormente questa stangata sono ovviamente i genitori, ma per fortuna con qualche piccolo accorgimento e seguendo qualche pratico consiglio, è possibile risparmiare: 

  • Fare attenzione alle “nuove” edizioni: quando l’istituto vi comunica di aver adottato la nuova edizione di un testo, confrontatela con il precedente per accertarvi che effettivamente siano stati apportati cambiamenti tali da giustificare la sua sostituzione. Di solito - spiegano dal Codacons - nel testo aggiornato sono indicate tutte le modifiche. Prima di comprare alla cieca, quindi, date un'occhiata alle ultime pagine. 
  • Optate per l’usato, che consente un risparmio del 50% sul prezzo di copertina, soprattutto per gli studenti universitari. Individuare i luoghi dove si vendono i libri di seconda mano è semplice, perché spesso sono gli studenti stessi, a venderli fuori da istituti ed università. 
  • Internet resta una delle migliori risorse per cercare libri usati e il Codacons consiglia di cercare nelle bacheche di compravendita online. Per le superiori esiste Libridea, un sito Web è rivolto a chi è "stanco di pagare ogni anno prezzi sempre più cari per i libri dei propri figli" e cerca un modo per risparmiare. Studenti.it invece, mette a disposizione un forum dove lanciare e ricevere annunci; Il Libraccio offre la possibilità di effettuare una ricerca in base alla propria scuola di appartenenza ed ordinare i testi direttamente ondine, mentre su ComproVendoLibri, gli studenti che vendono, saranno messi direttamente in contatto con quelli che cercano libri usati, senza intermediari. Anche per gli universitari il web è un prezioso alleato: su UniLibro, nella sezione "usato", si vendono e comprano testi che verranno poi spediti direttamente a casa, mentre su Testi Usati, la compravendita è gratuita. 
  • Il baratto tra istituti è diventata una pratica molto sfruttata. Il Codacons consiglia di informarsi nelle scuole se sono presenti bacheche che raccolgono gli annunci di scambio e compravendita o se l'istituto, organizza giornate ed iniziative di "baratto". 
  • Fate attenzione ai tetti ministeriali e controllante che vengano rispettati! Nel momento in cui la scuola diffonde la lista dei testi per l'anno scolastico, ogni consumatore farebbe bene ad assicurarsi che la spesa per l'acquisto rientri nel tetto massimo fissato. Non sempre accade. Nel 2009, infatti, l'associazione Altroconsumo denunciava un aumento della spesa delle famiglie italiane di 14 milioni di euro l'anno a causa dei continui sforamenti nei prezzi dei libri di testo nelle scuole. In caso di irregolarità si deve denunciare l'abuso al Ministero stesso, al Provveditorato agli studi o direttamente al Codacons. 
  • Scaricare libri elettronici online (e-book) consente permette ai ragazzi di abituarsi alla multimedialità oltre che al risparmio, perché i costi vengono abbattuti in quanto non si paga la stampa. Purtroppo, non tutti i libri di scuola sono disponibili nella versione elettronica e pertanto è bene informarsi presso il proprio istituto se i testi adottati esistono anche online. 
  • Altro consiglio per i genitori che devono acquistare il corredo scolastico ai propri figli, è quello di non cedere ai loro capricci ed evitare le grandi marche, i prodotti griffati, privilegiando invece la grande distribuzione; per l’acquisto di zaini, astucci, diari, quaderni e matite, è meglio pertanto recarsi in un grande supermercato, certamente più conveniente. Non è sempre il brand, infatti, che fa la qualità, ma sicuramente fa la differenza nel portafogli.  

Vota questo articolo

Il voto dei lettori (3/5)

Commenti  Visualizza commenti     Stampa  Stampa articolo
Lascia un commento
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...
La scuola del profumo
La scuola del profumo

Per saperne di più sul mondo delle fragranze si possono seguire corsi..